mercoledì 27 gennaio 2010

Infinito Tormento: viral filming!

Un titolo così mette un po' d'ansia, vero?
Suvvia, niente paura: Infinito Tormento non è l'amaro quanto palloso resoconto di quanto mi stia annoiando in queste fredde giornate piovose da cassadisintegrata, nè altro tipo generico di post depressivo-esistenziale. Tranquilli, quelli li lascio come bozze finchè non trovo un modo di disinnescarli.

Infinito Tormento è un concept film, una filosofia di vita e d'arte, una coraggiosa sfida ai mostri sacri del cinema e della letteratura, ma anche quell'incessante malumore che pervaderà i dirigenti della Regione Marche quando scopriranno questo video e capiranno che non c'era bisogno di chiamare Dustin Hoffmann pagandolo fior fior di quattrini, per sentirlo recitare stentatamente l'Infinito di Leopardi mentre s'aggira senza meta fra le dolci colline marchigiane. Bazzeccole, l'abbiamo fatto anche noi bloggers locali, riuscendo a ficcarci dentro pure una storia realistica ed onirica a un tempo, ricca di connotazoni socio-cultural-campanilistiche e colpi di scena, per di più a costo zero (tanto per la produzione quanto per la distribuzione, e soprattutto questo, per i veri marchigiani, vorrà pur dire qualcosa).

Preceduto da un martellante battage pubblicitario davvero tormentoso attuato da ideatori, regista, protagonista e comparse tramite facebook, blogs e youtube, il nostro contro-spot è stato presentato al vasto pubblico lunedì sera, ed è ora disponibile a tutti gratuitamente (marchigiani e non). Ah Dustin, me stai tanto simpatico ma guarda, ascolta, e rosica!




(corto il corto, corto il post... se non è coerenza questa...)

2 commenti:

Daniele S ha detto...

Lassa gì, che te e Pòl alla fin avè fatt na gran bella figura...

DanielSun

Serola ha detto...

Grazie Daniel, è che le nostre parti non richiedevano grossi sforzi di interpretazione: silent doveva fa l'omo silenzioso dallo sguardo penetrante (è lui!), io dovevo solo sorridere (e di solito più sono in imbarazzo più sorrido, quindi figurati quanto sorridevo davanti all'obbiettivo) ^.^