giovedì 20 marzo 2008

mi piace ancora ridere


oggi alla radio ho sentito questa interpretazione psicosalutistica delle risate: stando allo speaker (ed anche a varie fonti più o meno accreditate, come AurAweb, Libero, ed altri), per prima cosa si ride solo con le vocali. NON E' VEROOO: conosco un sacco di gente che riesce a sghignazzare con la HHHHH (un po' da troglodita, ma è divertente).


Comunque, a seconda della vocale maggiormente usata si dovrebbe capire qualcosa della personalità del ridanciano.
Ossia, ridere con la A è bene! E' la vocale delle risata sincera, spontanea, "di cuore" (vero verissimo, sacrosanta et imparzialissima verità... indovinate come rido io?).
Malissimo invece ridere con la E: sembra che questa risata "di testa" non prometta nulla di buono, in quanto indice di una personalità cinica, sarcastica e fredda (ari-concordo, è la risata del mio collega furbetto, che la fa anche un po' nasale per un surplus di antipatia di cui proprio non sentirei il bisogno).
Quella con la O, alla Babbo Natale, è la classica risata "de panza" che indica conseguentemente una predilezione per la convivialità (deduzione talmente scontata da suscitare sospetto, troppo banale per essere vero).
La risata con la U (rarissima, non ho mai sentito nessuno ridere così tranne mia zia O., che però effettivamente non ride, ulula) è quella più profonda, quindi la più vicina agli istinti (effettivamente è un po' da babbuino, ci ricollega direttamente ai progenitori...)
Ridete invece con la I? Rilassaaaatevi: questa risatina viene additata come risata nervosa, associata quindi al sarcasmo, al disagio, alla repressione.

A parte queste notazioni di psicologia applicata all'ilarità, la parte forse più interessante è quella in cui spiegavano le funzioni benefiche della risata che, quando è spontanea e senza inibizioni, libera energie positive che agiscono salubremente sul corpo, non solo come "ricaduta" psicosomatica (visto che una bella risata allevia stress, tensioni ed ansie originate nella "mente"), ma anche a livello diretto: ad esempio, la risata con la A aiuterebbe la circolazione e la respirazione, mentre l'apparato digerente trarrebbe giovamento dalla risatOna appunto "de panza". Visto il mal di skiena che mi strazia in questi giorni, ho provato a farmi una luuuuunga risata con la U, che dovrebbe lenire le tensioni che si accumulano nella schiena... il mal di schiena è rimasto, ma con che scioltezza sbuccio le banane adesso...


4 commenti:

maddeche ha detto...

minkia io rido con la E

Serola ha detto...

mannaggia, correggiti subbbbito, allarga quella vocale!!! Ne va della tua salute...

sammys2000 ha detto...

Hola.....
ma te sei sempre così cattiva..... y supercritica?????
Opinar sobres asuntos me parese justo....que el pais esta en la garota...tambien...però creo que los mas fuerte seria no ir al voto....esperando que los nuestros politicos se darian cuenta.....es que en el fundo no lo creo.....tampoco.
Non ti vedo più nel nostro blog....è poco serio y hablas de tonterias...però da un tocco di colore alle giornate....
adios
p.s. yo quando rido me muero....hahahahaha mi fa male la pancia

Serola ha detto...

Hola Sammys, que tal?
Sisisì, sono kattivissima e ipercritica, anzi di più, ma non è colpa mia, ci sono nata... ;)
nel vostro blog ci vengo appena posso, anzi sto studiando con attenzione la vostra lingua, così potrò infiltrarmi fra voi e dare inizio alla resistenza corinaldese!!! Però ho visto che tra superlavoro e abbuffate pasquali mi sono persa il tuo compleanno, lo siento muchissimo: TANTI AUGURIIIII!!!