martedì 12 maggio 2009

Rassegna Stampa Razzista

Cattivi noi italiani? Nooo, ma come vi salta in mente, ma chi lo dice? Noi italiani siamo brava gente, tutti anima e core, dai grandi valori etici e sempre pronti a dare una mano. Anche se a scorrere le notizie della scorsa settimana, qualche dubbio viene...

Un esempio? Gli eredi della destra non perdono occasione per distanziarsi dal fascismo e professano rammarico e dolore per quello che subirono gli ebrei. Ultimo è stato Alemanno che, ancor fresco di polemica sui saluti fascisti e dopo aver fatto proiettare il discorso di guerra di Mussolini durante la festa della capitale, dichiara ora "con assoluta fermezza" (e con grande coerenza) che gli italiani respingeranno "qualsiasi segnale di rigurgito ai nostri giorni di odio verso l'altro".
"Spezzeremo le reni all'odio!"

I suoi colleghi al Governo hanno semplificato il messaggio ai minimi termini, visto che ora si dedicano "con assoluta fermezza" a respingere l'altro tout-court: non si tratta mica di esseri umani in fuga da guerre civili e torture, e riportarli al punto di partenza li pone al riparo da ogni rischio, quindi che importa se il resto del mondo ci biasima?
"Respinti al mittente"

Anche se qualcuno dei militari impegnati nell'azione la trova un po' repellente più che respingente, Berlusconi dichiara che rispedire in Libia i migranti non è uno scandalo... Del resto, cosa lo è ormai per lui? Maroni invece si autoelogia sparando cifre assolutamente a vanvera, tanto per lui 100 o 1000 extracomunitari non fanno differenza. Vivi o morti...
"Caron dimonio, con occhi di bragia, loro accennando, tutte le raccoglie"

E dopo aver respinto gli immigrati clandestini, vediamo di sistemare anche quelli, regolari o no, già presenti in Italia: dopo le ronde-fai-da-te, i medici-spia, i presidi-spia, i portinai-spia, ecco ora i controllori-kapò! Rosa Parks è apparsa in sogno al leghista Matteo Salvini, istigandolo a chiedere carrozze della metro riservate ai soli "milanesi per bene". La perfida afroamericana sperava così di far emergere un nuovo Martin Luther King in grado di riportare diritto ed uguaglianza nel nostro paese. Non aveva però tenuto conto della difficoltà di definire l'identità milanese, né del fatto che gli esclusi sono d'accordissimo a lasciarli chiusi dei loro vagoni riservati!
"Ku Klux Kretinate"

E l'opposizione? Invece di proporre un'alternativa che permetta di regolare i flussi migratori in modo umano ma anche razionale, si ammanta di sacro sdegno e cionciona di strumentalizzazioni orride e disgustose, diritto, leggi, convenzioni, scivolamenti verso la barbarie e rigurgiti fascisti, dopodiché una bella azzuffata interna tanto per far capire al Governo che non ha nulla da temere!
"Politica o Accademia?"

Resta solo Santa Romana Chiesa che, sempre più scocciata dalla propensione di alcune nostre personalità di spicco a dare il cattivo esempio, decide di intervenire bacchettando il Governo e facendo notare che l'Italia è già una società multietnica, e non basta certo una smentita per cancellare questa realtà.
In fondo, il buon samaritano era un extracomuntario...


2 commenti:

Gaspa ha detto...

Niente da dire: da ogni parte riaffiora il vento fascista...
Nulla di strano da quando Tremonti ha iniziato a riparlare del trittico dio-patria-famiglia, o quando si rianimano delle battaglie xenofobe per mascherare i veri problemi del paese.
Mi ricorda qualcosa di già visto, ma, se la storia è maestra, noi italiani siamo veramente dei cattivi alunni.

Serola ha detto...

altrochè, ed è sempre peggio :(