martedì 6 ottobre 2009

Piccoli ritocchi

E' un po' di tempo che cerco di mettere ordine nella mia vita, ma se davvero esiste una forza superiore che ci guida, evidentemente ha caricato sul mio navigatore delle mappe sbagliate, oppure ha un senso dell'umorismo alquanto bislacco...

Così percorro la mia strada un po' a tentoni, cercando di evitare le buche più dure (ah Battisti, quante volte mi togli dagli impicci metaforici) ma anche di lasciare meno morti e feriti possibile lungo il percorso. Però, ogni volta che credo di essere finalmente sulla strada giusta, sbuca un tir che m'investe in pieno, puntando dritto verso di me con la cieca predestinazione del fato. Ed io ho regolarmente lasciato l'airbag a casa...

La stessa cosa accade, più o meno, quando l'antitesi del geek cerca di capire come modificare il proprio blog, per sistemare le cose che non vanno bene (oppure per seguire indefiniti pruriti di cambiamento, in fondo tutta questa inquietudine ha sempre la stessa radice, no?) Comunque, tanto nel blog come nella vita capita spesso di credere di aver risolto i problemi, e ritrovarsi invece a fronteggiare il fatto che l'ultima modifica ha scombinato tutto più di prima.

Ergo oggi, complice cassaintegrazione, solitudine (volontaria) ed un raffreddore bestiale, mi sono tappata in casa, ho sconnesso il cervello dalle mie umanae vicendae e mi sono messa a smanettare con qualcosa di meno pericoloso: il codice HTML del mio blog!

Conscia di non sapere assolutamente nulla di CSS, HTML, tag e quant'altro (ah, tutti quegli anni persi dietro alla letteratura e alla filosofia, mannaggia alle mie tendenze umanistiche), mi sono affidata a San Google, protettore degli autodidatti, ed ho iniziato a leggere istruzioni per creare spazi, trascinare colonne, modificare templates. Grazie alle istruzioni molto chiare che ho trovato in rete, devo dire che mi sono divertita abbastanza, e mi sono sbocciate fra le sinapsi anche alcune idee per aggiunte e modifiche da fare nei prossimi giorni (prima però devo trovare una macchina fotografica, che le gallerie di immagini gratuite on line non hanno i miei stessi gusti). Però non riesco a capire se il blog risulta ora ben leggibile anche a chi usa browser e visualizzazioni diverse dalle mie, oppure se lo vedono tutto squadernato.

Appello ai naviganti: com'è il nuovo layout? E' tutto in ordine oppure ci sono brandelli di colonne e pezzi di banner che vagano allo stato brado per il monitor? Fatemi sapere, se vi va.

17 commenti:

Laura ha detto...

Siccome ho finalmente capito che un bloBBer per sussistere ha bisogno di commenti, affermo che ogni volta che leggo un tuo post penso; "oh meno male che c'è la Sere"

Inoltre vivendo da sempre in un disordine molto simile al tuo ti racconto che ho provato una soddisfazione immane nel restaurare un tavolo che avevo in casa perchè sapevo esattamente cosa fare, cosa aspettarmi da lui e l'ho semplicemente fatto (allegherei anche una foto per fasi, ma mi sembra eccessivo).
Ho detto di questa esperienza mistica anche a Piaga il quale (e lo sottolineo) mi ha risposto: " e che cojoni co sto tavolo, a te sai co' te serve una poltrona". Quindi Sere la domanda principale per cui sto scrivendo tutto questo è: hai una poltrona da farmi restaurare??

Franco Giannini ha detto...

A quanto pare...funziona tutto benissimo...promossa!!!!!
Un caro saluto

Serola ha detto...

Ciao Laura, effettivamente cosa saremmo noi bloBBer senza i commenti? I monologhi dopo un po' stufano :)
E così hai anche attitudini mistico-ebanistiche, certo che tu sei una ragazza piena di sorprese, compliments!!! Purtroppo non ho alcuna poltrona da farti restaurare, ma se vuoi vieni a casa mia e dai un'occhiata se c'è qualcosa che solletica il tuo senso artistico-artigiano!

Franco, grazie della conferma, sono sollevata. Allora nei prossimi giorni passo alla fase due del restyling e vediamo cosa succede.

Certo poi dovrò metterci anche qualche contenuto, sennò tutti sti fronzoli nuovi servono a poco :)

Ciao
Sere

maddeche ha detto...

io sono spaventato dalle novità, lascio un commento e chiudo la pagina

quilly ha detto...

Sere, potresti chiedere una mano a Vercellik, ma so che sei una donna saggia, gelosa della tua indipendenza e soprattutto conosci molto bene Vercellik.
Il trip per la politica non gli ha fatto certo scemare gli istinti primordiali.
Quello invece di una mano con la scusa del restyling e del lavorare fianco a fianco te le da tutte due......e te le pone dove non deve.

Un saluto da Quilly tuo affezionato lettore anche nella nuova versione......
Quanto all Html ci scagnaro da una vita, ma vince sempre lui e ogni tanto Lucacecco deve correre ai ripari.....

Serola ha detto...

@ Maddechè: ma dai, ho solo spostato qualche pezzo ma il blog è sempre quello! Per ora... ;)

@ Quilly: sto cercando di fare da me, non perchè non mi fidi di Vercellik, ma solo perchè mi piace studiare e provare cose nuove. Un po' come Laura che si commuove per il suo tavolino restaurato, vedere che il codice HTML mi obbedisce è una bella soddisfazione :)

LorenzoMan ha detto...

A parte il testo bianco su sfondo nero che mi fa veinire gli occhi da gatto (il che vale anche per Quilly), tutto sembra a posto. Soprattutto il Trio in fondo.
Per quando è previsto il concorso da portaborse?

Daniele S ha detto...

...e nei ritagli di tempo vinci premi letterari.
Cavolo, fosse mai che fosse la volta buona per una svolta epocale della vita?
Guarda cos'ha fatto Faletti, dopo il comico...

Serola ha detto...

Ciao Lorenzo, ho provato a cambiare colore e carattere, dimmi se ora il tuo occhio si riposa di più.

Per il concorso da portaborse, al momento sei l'unico candidato. Poi vabbè c'è Laura che potrei usare per restaurare la cucina, allora chiederò a Maddechè di portare anche cittadinanza fattiva ad imbiancarmi il soggiorno et voilà, cambio look anche a casa :)

Dani, magari avessi vinto! Siamo stati scelti fra i migliori 14 ma non fra i primi 4 premiati. A proposito di Faletti, il primo libro mi era piaciuto un sacco, gli altri uhmmmm...

Ciaooo
Sere

LorenzoMan ha detto...

Grazie, decisamente meglio.
Allora appena hai una borsa da portare da qualche parte, fammi sapere.

Anonimo ha detto...

...tutto ok.

una invidiosissima mariangela "che-domani-provo-a-ffa'-'sto-blog-ma-ora-non-c'ho-voglia" :-)

Anonimo ha detto...

Riflessione mattutina: "ai miei tempi" (puà..., ricomincio). Quando il computer era cosa per pochi (non c'era il mouse e ti dovevi ricordare tremila comandi in inglese per fargli fare qualsiasi cosa. Uno strazio che faceva risparmiare elettricità) i momenti di crisi esistenziale significavano per me la completa rivisitazione della disposizione dei mobili di casa. Il che comportava il vantaggio psicologico di avere la sensazione di aver cambiato vita, ma lo svantaggio di far secco un mignolo del piede o un ginocchio quando, girando per casa sovrapensiero, magari al buio, non ti aspettavi di trovare un mobile dove prima non c'era. Le invocazioni accoratamente blasfeme del mio consorte ancora mi risuonano nelle orecchie. Il "mondo virtuale" conferma dunque, ancora una volta, che grazie ad esso tutto è possibile senza danno eccessivo.

Sta diventando un compagno di strada troppo invadente? Chissà...

mariangela

Anonimo ha detto...

Bellissimi i colori nuovi!! Mi fai leggere quella cosa che tu sai che voglio leggere che riguarda quella cosa che hai fatto??
Laura

Serola ha detto...

@ Lorenzo: il concorso lo sta gestendo Maddechè, ma più che una borsa vorrei rivedervi tutti magari con un pennello o una forchetta in mano :)

@ Mariangela: io sono pigra, e spostare le colonne sul blog fa molta meno polvere e costa decisamente meno in termini di fatica fisica che non modificare la sistemazione dei mobili di casa! Comunque non è vero che il mondo virtuale è esente da danni: c'è chi malaccortamente ha cancellato per sempre pagine piene di parole, commenti, foto; c'è chi ha incautamente esposto la propria privacy agli occhi di tutti; c'è chi si è beccato una querela per aver scritto che Papi è basso :)

@ Laura: grazie! per quella cosa che ho fatto, porterottela al primo incontro che sai (tra l'altro, mi sovviene che è ora, no?)

ciaooo

maddeche ha detto...

continuo a preferire il blog che avevi cinque anni fa

fai una pagina "classic" solo per me, please

non accettare profferte da Lorenzo, agisce in proprio e millanta cose che non può permettersi

Serola ha detto...

Maddechè, non avevo blog cinque anni fa, mi stai suggerendo qualcosa di drastico? ;)

LorenzoMan ha detto...

Favorevole sia al rullo che alla forchetta.
E posso permettermi cose che Maddechè (e voi umani) non potete nemmeno immaginare....