lunedì 10 agosto 2009

Secessione nelle Marche

Eh sì, non bastava quell'assurdità economico-politica di San Marino: ora ci si mettono pure quegli skizzinosi dei comuni dell'Alta Valmarecchia (Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, Sant'Agata Feltria, San Leo e Talamello), che si sono staccati dalle Marche per unirsi all'Emilia Romagna. Il passaggio è stato richiesto con un referendum popolare che ha visto oltre l'80% di consensi, ed ora altri due paesi (Montecopiolo e Sassofeltrio) stanno cercando di seguire lo stesso iter, mentre in altri comuni della zona il referendum è fallito.

Non sono serviti né il riconoscimento della peculiarità della zona con l'istituzione della Comunità Montana (e relativi benefici) né il protocollo di collaborazione fra le regioni Marche ed Emilia Romagna proprio allo scopo di "trovare sempre più adeguate soluzioni alle esigenze di un territorio complesso”: loro nelle Marche proprio non ci vogliono stare!

Personalmente non me ne frega una beneamata cippoletta se l'Alta Valmarecchia si sente più romagnola che marchigiana (e perché non toscana, allora?): può fare tutte le secessioni che vuole ma tanto geograficamente resta sempre dov'è, e se voglio farmi un giro da quelle parti non mi chiederanno mica il passaporto!

Però sono curiosa di capire quali motivazioni spingano 7 comuni a smuovere mari monti e confini non dico per diventare indipendenti, ma solo per passare da una regione all'altra. Se l'Emilia Romagna godesse di statuto speciale potrei capire, visti gli indubbi vantaggi economico-fiscali, ma non è così, per cui ho deciso di documentarmi un po'.


Pregiomi quindi elencarvi le suddette motivazioni come reperite smuficchiando su internet:

- senso di appartenenza della popolazione alla realtà di Rimini, la più vicina città di riferimento per i servizi pubblici essenziali, come scuola e sanità: allora, da Casteldeci (che è il più lontano) a Rimini sono 54 Km circa (secondo googlemaps), mentre le distanze con Urbino e Pesaro sono rispettivamente 65 e 88 Km. Effettivamente Rimini è più vicina, anche se quest'ultima non è che gli stia proprio ad un tiro de skioppo... comunque, andiamo avanti!

- migliori servizi pubblici ed infrastrutture: questo è il punto che più mi convince, visto che si tratta di un territorio "scomodo" e fin'ora poco valorizzato in una regione che investe moltissimo sulla fascia costiera e troppo poco nell'interno. Non che la situazione in Romagna sia diametralmente diversa rispetto a quella marchigiana, anzi, ma la Provincia di Rimini ha fatto molte promesse per accaparrarsi quest'ampia fetta di territorio, e spero che le mantengano.

- il riconoscimento dei profondi legami storici e culturali con la Romagna: i sostenitori del referendum parlano della divisione del territorio ad opera di Napoleone nel 1816, che assegnava ad Urbino i 7 comuni che da allora si sono sempre sentiti "orfani di Romagna". Sarà anche vero, ma, prima della dominazione Napoleonica, i comuni secessionisti erano stati territorialmente e storicamente influenzati tanto dai Malatesta di Rimini quanto dai Montefeltro di Urbino (ad esempio, quasi tutte le Rocche portano l'impronta del solito onnipresente Francesco di Giorgio Martini).

Tuttavia, l'argomento che davvero mi ha fatto inarcare incredula il sopracciglio sinistro è stata la maggiore affinità al dialetto romagnolo: ahahahahah, questa è la migliore!!! In tutta Italia e soprattutto nelle regioni centrali praticamente ogni 5 km la gente parla con un'inflessione diversa: oltre ai tre grandi gruppi dialettali in cui è divisa la nostra regione, ci sono comunque marcate differenze non solo di pronuncia ma anche di vocabolario che contraddistinguono la parlata di ogni città e paesino. Tanto per dire, i miei colleghi ancunetà e gli amici snigajesi (che fra loro quasi non si capiscono) mi prendono in giro quando parlo corinaldese, ed io a mia volta sfotto il dialetto di Ostra i cui cittadini irridono l'accento degli abitanti di Serra de' Conti che mai e poi mai accetterebbero di essere paragonati agli Jesini e così via. Se i confini venissero decisi in base al dialetto, dovremmo tornare alle città-stato!

Ed in effetti il tema del dialetto è particolarmente attuale e caro alla Lega che, pur essendo la secessione sostenuta da un compatto schieramento bipartisan, ha commentato l'evento nel modo più incredibile: il deputato leghista Gianluca Pini, infatti, ha dichiarato commosso "abbiamo scritto un pezzo di storia, abbiamo ridato dignità al popolo dell'Alta Valmarecchia di ritornare alla sua madre patria".

Punto primo non capisco cosa ci fosse di tanto lesivo per la dignità degli watussi valmarecchiesi nell'essere considerati marchigiani, forse si riferiscono al vecchio detto "meglio un morto (romagnolo...) in casa che un marchigiano alla porta"? Forse è la disdicevole vicinanza col Sud, che a noi marchigiani ci lambisce rendendoci impuri? Mah... forse facevano meglio a restare: sarebbero rimasti i nordisti del centro, ora invece sono i terroni del nord ;)

Tuttavia, la cosa grave è che il Sig. Pini, parlando di madrepatria, evidentemente non intende l'Italia! Il mio pensiero corre a Garibaldi e al conte Camillo Benso di Cavour: quanta fatica sprecata...


651 commenti:

1 – 200 di 651   Nuovi›   Più recenti»
Marco ha detto...

Riguardo al famoso detto
"Meglio un morto in casa che un marchigiano alla porta",
ricordo la risposta che ogni marchigiano dovrebbe essere istruito a dare in questi casi e che in effetti non manca mai di zittire il simpaticone romagnolo del momento:
"Che il Signore vi accontenti!"

Serola ha detto...

amen ;)

Anonimo ha detto...

Il famoso " detto" è un COMPLIMENTO per ogni Marchigiano.
Durante lo stato Pontificio i primi ad occuparsi della riscossione delle tasse furon i Romagnoli, ma su tre soldi incamerati se ne fregavano 2 e solo 1 lo versavano al Fisco Centrale, quindi come esattori furon scelti alcuni Marchigiani che onestamente versavano TUTTI i tributi riscossi al Fisco centrale .
Lo stesso " detto" è valido anche in Toscana " meglio un morto in casa che un Pisano all'uscio" sempre per lo stesso motivo di riscossione dei tributi nel Gran Ducato di Toscana .
Saluti Massimo

Serola ha detto...

Ciao Massimo, grazie del contributo e della visita

Anonimo ha detto...

Figuratevi che in Romagna ancora considerano ancora il Pelloni "il Passatore Cortese " come un monumento di storia natale, tanto che il suo logo capeggia sulle bottiglie del vino ! tutta la sua storia volutamente mistificata con un fiume di parole e di scritti lontanissimi dalla cruda realtà che ritrae il Pelloni come un volgare criminale dedito con ferocia a rapine e stupri , sangue spesso versato per pura e semplice ferocia ,. morte inferta con sadismo ... quel criminale è stato uno dei pochi briganti dell'800 ad arrivare a sezionare il corpo delle proprie vittime sprgendone i " resti" lungo la strada . Quando elergiva soldi ai contadini non era certamente per erstituire i soldi ai poveri ma per comperare il silenzio, la complicità e sicuri " rifugi" per la sua banda di briganti , la sorella Lauretana dirà " non ha mai dato un soldo a nessuno: se dava qualche cosa lo faceva perchè aveva bisogno di comnprare il silenzio e la complicità " .

Contenti Loro , che si tengan questo criminale trasformato in eroe ....bah!

Anonimo ha detto...

Visto come la politica riminese ha trasformato la fascia costiera : una colata di cemento, è probabilissimo che anche l'alta Val marecchia segua la stessa sorte . Il PARTITO del cemento da quelle parti è un FORTE partito trasversale.
Auguri.
Guido

Serola ha detto...

per il commento del 1° novembre: c'è sempre bisogno di eroi con cui identificarsi e proiettare un senso di identità e appartenenza. Così forte questo bisogno che porta anche a mistificare la realtà: Pelloni come molti altri più antichi o recenti. L'ideale, svincolato dalla realtà, diventa fatalmente ideologia da cui le persone rifiutano di staccarsi, anche se gli sbatti la realtà in faccia.
Chissà quando impareremo a scegliere meglio i nostri eroi ;)

Per Guido: il partito del cemento è fortissimo anche da noi, e non solo sulla fascia costiera. Da quel punto di vista, non siamo affatto migliori dei nostri vicini.

Il particolarismo sta prendendo sempre più piede, non solo la Lega ha preso tanti (troppi) voti anche nelle nostre zone, ora ci sono pure dei deliranti inviti a staccare la zona di Senigallia dalla provincia di Ancona a favore di quella di Pesaro... sono senza parole!

Anonimo ha detto...

Pelloni
Ducetto
Baffone
Forse è una questione di microclima?

saluti Max

Anonimo ha detto...

Il Vero problema , a mio parere, è una "politica" Regionale troppo rivolta e concentrata sulla costa che si dimentica di tutto un entroterra. Il sottoscritto vive in un paesino della provincia di Ancona ... al confine con la Regione Umbria, per NOI la provincia di Ancona sembra fermarsi a Jesi ! ATTENZIONE anche da queste parti serpeggia forte malcontento tanto palesare il nostro passaggio in Umbria . Se la Regione Marche non cambia la sua politica miope.. si dovrà accontentare di amministrare
solo la sua costa!
Augusto

Serola ha detto...

Ciao Max, ipotesi interessante, chissà?!? Anche se Baffone mi fa pensare a tutt'altri climi :)

Ciao Augusto, condivido quello che dici. Anche io, che pure sto a soli 20 km dalla costa, noto che l'entroterra è trascurato. Però non credo proprio che Rimini abbia una politica molto diversa da Pesaro o Ancona, anzi!
L'Umbria già è diversa, del resto la costa non ce l'ha proprio.

Il fatto è che noi Italiani siamo portati da secoli di storia a parlare e pensare in termini campanilistici e privilegiamo la divisione invece della collaborazione. Mi spiego meglio: a me personalmente non me ne frega niente se risiedo in provincia di AN o PU. Anzi, io sono proprio contraria alle Provincie, che ritengo un'istituizione inutile e parassitaria. Quello che veramente mi interessa è che i servizi ci siano e funzionino in modo efficiente, indipendentemente da dove vengono.

Per cui capisco quelli che come te (o come gli abitanti della Carpegna) vogliono staccarsi da una provincia/regione inefficiente, quello che critico dei paesi "secessionisti" è la loro giustificazione in base a fumosi contetti di appartenenza storico-culturale, secondo i quali dovremmo dire addio all'Italia e ritornare al periodo dei Comuni.

Ciao
Sere

Anonimo ha detto...

Quando uno Stato non ha una sua identità di STATO è " normale" per gli abitanti rifugiarsi nelle proprie " cantine" di appartenenza ...tra i profumi le puzze e le luci più consone! Se poi ci son forze politiche che cavalcano la riapertura delle " cantine" tutto riesce alla perfezione, speriam solo che non si arrivi ad un " oste" unico, eletto esclusivamente dal popolo DIO .... Fascismo e Nazismo son stati eletti direttamente dal popolo DIO , per questo, poi, in Italia si è sentito il bisogno di " pescare" dal mondo Anglosassone la istituzione della Corte Costituzionale col compito di VIGILARE !
Diffidare sempre dei " paladini" del POPOLO delle " cantine" .

Manfredi
da Ancona

Anonimo ha detto...

Attenzione ... se si aboliscono le Provincie si causerebbe il passaggio di tutte le competenze dal livello " provinciale" a quello " centrale" della Regione e quindi un accentramento burocratico . Sarei favorevole alla abolizione della Provincia solo nel caso si effettuasse un accorpamento dei comuni più piccoli al Comune più grande..., accorpamento delle Provincie più piccole, creando un'area Vasta di Comprensorio e delegare al Sindaco di tale area Vasta di Comprensorio i compiti del Presidente di Provincia e della Provincia in "dialogo" con l'entità Regione . Bisogna eliminare il costo della posizione " politica" della Provincia ( ovvero Presidenza,Giunta,Consiglio)
Si risparmierebbero parecchi Miliardi di EURO !
Già ma la pastoia politica poi dove andrebbe a collocarsi ?
Questo è l'ostacolo al Cambiamento!

Riccardo da Macerata

Anonimo ha detto...

Ma scusate, perchè allora non abolire le Regioni ? Storicamente la istituzione delle Regioni risale al 1970... mentre quella delle Provincie è molto più antica ! Le provincie son state istituite PRIMA delle Regioni.Accorpare tutti i Comuni più piccoli, accorpare le Provincie più piccole e rimanere a Livello di Provincia con tutti i poteri di competenza , la Regione è un ente spesso assai lontano dalle esigenze del territorio, il cittadino si identifica prima nella sua Provincia di appartenenza !
Comunque va tutto bene, o la Regione o la Provincia... ma non tutti e due gli enti contemporaneamente .
Ugo

Anonimo ha detto...

in generale nel " campanilismo " come nel " localismo" è sempre presente il rischio del razzismo , è sottilissimo il crinale della difesa della propria identità ed il rifiuto dell'altro . Dietro tutto questo elogio delle " differenze" esiste il pericolo per via della assolutizzazione della propria specificità culturale ecc, non tanto una negazione dell'altro bensì una interessata separazione . l'Eterofilia integralista della differenza equivarrebbe alla eterofobia e cioè rifiuto della differenza. Il dialogo con l'atro implica che ci sia un altro altrimenti lo scambio avviene tra identità identiche e si riduce ad un monologo senza una crescita qualitativa. il differenzialismo si oppone ad una considerazione inegualitaria delle culture opponendosi al razzismo ed all'etnocentrismo che entrambi manifestano la volontà di a classificare le razze le etnie ed i popoli , in una ben precisa prospettiva gerarchica secondo il criterio che si riconduce alla specifica appartenenza di chi enuncia tale classificazione !
Non voglio farla troppo lunga .. sono ORGOGLIOSO di appartenere a questa BELLISSIMA Regione MARCHE composta da così tante differenze, se altri non apprezzano liberissimi di uscirne... ma con educazione .. senza insulti e volgarità.. tipo tagli del filo .... faro acceso verso il cielo ... e certi manifesti di " purezza etnica" apparsi sui muri di Rimini.

Libero
da Osimo

Anonimo ha detto...

Vivo e lavoro a Turku ... una bellissima cittadina sede di tre università, situata in Finlandia sulle rive del Mar Baltico con davanti un bellissimo e verdissimo arcipelago composto da più di mille isole che si protendono fin quasi a toccare le coste della Svezia nei pressi di Stoccolma . Sono originario di Ancona.. dopo essermi laureato in Ingegneria Elettronica ho partecipato ad uno Stage ( Gestito dalla Università di Ancona) presso una grande ditta di Elettronica sita poco distante da Turku, ora sono impiegato a tempo indeterminato in tale grande industria . Ho sposato una bella finlandese che insegna all'università di Turku, ho due belle figlie ..un ottimo posto..una bella casa.. vivo in Finlandia ormai da 9 anni, ogni tanto ( come ora) mi reco in Ancona a trovar i miei genitori ma la mia vita è ormai in Finlandia .. un Paese bellissimo da mozzare il fiato, ho una seconda casettina in una di quelle meravigliose isole... immersa nel verde un vero paradiso!
La vita in Finlandia è piacevolissima per il semplice fatto che ti trovi a vivere in una comunità assolutamente civile al massimo livello , impensabile in Italia !! Vi sorprenderò ma non rimpiango affatto l'Italia, anche perchè certe notizie italiane giungono anche da queste parti e veramente lasciano i nativi esterefatti... per LORO è impensabile assolutamente non comprensibile la situazione italiana!!!!! Non rinnego la mia radice italiana ma son contentissimo e felicissimo di appartenere al popolo Finlandese che mi ha accolto a braccia aperte e soprattutto con rispetto e tanta dignità . Una raccomandazione ai tanti giovani in Italia : non perdete tempo in Italia .... ci sono Paesi in Europa pronti a spalancarvi tutte le porte che l'Italia Vi chiude !
Saluti a tutti
Domani torno in Finlandia...già mi manca!

Anonimo ha detto...

Prender a calci nel sedere la classe politica Pesarese e regalarla a Rimini, declassare Pesaro a città costiera come le altre , ridare ad Urbino il capoluogo di Provincia, ridare ad Ancona il suo ruolo storico... città Stato.... per i cavoli suoi ( come lo è sempre stata)
capoluogo di Regione : Macerata , parte della zona montana appenninica sotto l'Umbria.
Va bene così ?
Giorgione

Anonimo ha detto...

Non va ancora bene, visto il racconto sulla Finlandia.... voglio che le Marche sian annesse alla Finlandia che cavolo ci stiam a fare in questa Italia di mafiosi, camorristi, andrangatari ? Via.... VIVA la Finlandia-Marche unite !!!VIVA la FINMARK .

Guidibaldo

Anonimo ha detto...

se oltre quei 7 comuni +sassofeltrio e montecopiolo ce ne fossero altri di esuli romagnoli nel lagher marche.... bene alzare la manina e togliersi dai coglioni, non importa .... sarebbe sempre meglio che spender quattrini regionali su territori che si senton " oppressi" nei confini Regionali . Fuori dalle palle... ed in fretta!
Marco
da Arcevia

Anonimo ha detto...

Concordo perfettamente con Marco di Arcevia, ma voglio spingermi ben oltre : E' ora di dire BASTA a questa politica " costarola " ferma ed incentrata su un livello costiero sempre più massacrato ed imbruttito da una politica cialtronesca e miope che si scorda di tutto un vasto entroterra che merita di essere rivalutato come vero PROPULSORE delle Marche , il malcontento delle zone interne delle Marche sta crescendo anno dopo anno .....sarà colpa grave di questa classe politica " costarola" se nelle Marche si verificherà l'effetto " centrifuga" di buona parte del suo territorio !E' vergognoso ed indecente che nella realtà la provincia di AN termina a Jesi, bene se è così che cavolo ci stiam a fare nelle Marche? Meglio guardare alla vicina Umbria che alla lontana Ancona! CI SIAM ROTTI LE SCATOLE !
AMEN
Giuseppe
da Camerino

Anonimo ha detto...

Infatti, vivo a Sassoferrato, tempo fa per montare una parabola satellitare contatto una ditta di Jesi.. risposta " no fin lassù non veniamo! " razza di stronzi ....ho contattato una ditta di Gualdo Tadino ( Umbria) il giorno dopo eran a casa mia! E' questo disinteresse verso le Marche " profonde" che CI fa girare le scatole ! Da queste parti siam più " rivolti" verso l'Umbria.. OH se dobbiam essere un PESO ....tanto vale passare in UMBRIA almeno LORO son assai più accoglienti dei Marchigiani " costaroli" !
BASTA è ora di ridimensionare questa politica " costarola" !
Guido

Anonimo ha detto...

Sono secoli che le zone interne delle Marche aspettano la famosa " pedemontana" ... parole e parole e parole, ma che gli frega ai " costaroli" ( intesi come classe politica ! ) della NOSTRA viabilità interna? UN cavolo ! Disto 60 km da Macerata e per arrivarci impiego circa 2 ore ... ma vogliam scherzare??????Queste non son strade.. ma viottoli !! Basta con le chiacchere.... se a LORO interessa SOLO la costa che se la tengano ! Normalmente ogni fine settimana vado in Umbria che ha una viabilità efficente e ben fatta , PAESINI TENUTI CON CURA ED AMORE.. ma che ci stiam a fare in queste Marche che ci trascura ? Tanto vale andarsene !
Carlo
da Matelica

Anonimo ha detto...

Ma seriamente questa classe politica Regionale spera di cavarsela sempre? La realtà delle Marche " interne" non sarà per sempre " contenibile"...ma possibile che si è così ottusi ( forse sì..visto i fatti dell'Alta Valmarecchia) da non comprendere che le Marche han un retroterra bellissimo e ricchissimo di meravigliosi paesi.. beni culturali ed ambientali da valorizzare ?? Possibile che si è così ottusi da vedere solo il profilo della costa?
Se continuerà questa " politica" miope le Marche perderanno tutto il loro territorio interno.. il " richiamo" verso l'Umbria si va manifestando sempre più forte !
Saluti
Mirco
da Cantiano

Anonimo ha detto...

Scrivo da Visso... nel cuore del parco dei Sibillini..un ambiente bellissimo....e condivido le esternazioni di quelli che mi han preceduto, se le Marche " costiere" non ci vogliono ( come sembra) ben venga la nostra integrazione con la vicinissima e più sensibile Umbria ..sai che bellezza! personalmente ne sarei contentissimo... la viabilità di questa zona è una vergogna !! In pratica faccio prima a recarmi a Spoleto o a Norcia che in qualsiasi altra cittadina delle Marche ...VERGOGNA!
Noto con piacere che ci si incomincia ad incavolare..BUON SEGNO !
Riccardo
da Visso

Anonimo ha detto...

Quando si esce dalla stazione di Ancona ci si trova davanti ad uno spettacolo indecoroso..orribile...bruttissimo e questa sarebbe un capoluogo di Regione .... ma fatemi il piacere! Tutta la linea di costa da Ancona a Pesaro è orribile ! E questa sarebbe la attenzione " costacentrica" della classe politica ... ma fatemi il piacere! Se si vuol " respirare" la VERA bellezza delle Marche bisogna lasciare la linea di Costa ed andare nell'interno .. dimenticato!
E' ORA che la popolazione delle Marche interne si faccian sentire a gran voce e se inascoltati ... ANDARSENE : Toscana - Umbria tanto che ci stiam a fare in una Regione
con la testa sempre a " bagno" sulla costa?
Fabio

Anonimo ha detto...

AMO troppo le MARCHE per vederla rovinata da questi politici Anconetani e Pesaresi con la testa e le gambe sulla spiaggia , Pesaro fa schifo come Ancona !
Ci rivediamo alle prossime elezioni, il primo dei costaroli politici che CI vengon a chiedere voto..... calci nel sedere !
Nel frattempo meditate gente, Gubbio( Umbria) è interessata a diventar Provincia e col NOSTRO apporto territoriale il suo sogno potrebbe realizzarsi !
Remo
Cantiano

Anonimo ha detto...

Pensate il patrimonio naturalistico delle Grotte di Frasassi , della Gola della Rossa,del Parco dei Sibillini inserito nell'itinerario turistico della Regione Umbria ! Visto che le Marche politiche si fermano alla costa,che aspettiamo NOI dell'entroterra dimenticato a richieder l'annessione alla Regione Umbria?Ci accoglierebbero a braccia aperte e spalancate...sentendo il parere di molti amici Umbri... e politici locali !
Voglio raccontare un piccolo fatto, per carità non è generalizzabile, durante il terremoto Umbria-Marche(abito tra Sassoferrato e Fabriano) ..pur non avendo la mia abitazione ricevuto seri danni e non volendo " pesare" sul sistema di soccorso.... possedendo un caravan , desideroso di preservare la mia famiglia da ogni paura e stress ,ho cercato un campeggio lungo la costa... a Marotta e Senigallia.. niente da fare..e c'eran posti LIBERI !Ho insistito che volevo " metter" al sicuro la mia famigliola....causa il terremoto... dichiarando di pagare la normale " tariffa" del campeggio.. risposta : " Sì..capisco..ma vede...ma..sa...bla e bla" insomma non frega nulla...diamine che solidarietà! Schifato son ritornato sui miei passi ed ho parcheggiato il camper
nei pressi di una casa colonica..in un bel prato ombreggiato.. con tanto di allacciamento elettrico..quando ho detto al contadino che avrei contribuito alle spese elettriche ed idriche..
" Oh.. ma che stai a scherzà ... tra di noi.. ma nun ce pensà proprio ! " Che mangiate ragazzi la sera sotto il pergolato e quella famiglia di semplici contadini ..di una generosità che ancor oggi mi commuove ! Quel " tra di NOI" l'ho trovato NON sulla COSTA ma dalle NOSTRE PARTI ! Con quella famiglia son rimasto amico ed ogni tanto mi vado a rifornire da loro... han un pecorino formidabile, salami..prosciutti .. che ovviamente pago regolarmente, ma poi quel signore allunga sempre una forma di pecorino gratis " in ricordo dei vecchi tempi che la terra sgrullava ! " mi dice ! QUESTE SON LE MARCHE CHE AMO!
Angelo
da Fabriano

Anonimo ha detto...

@ Serola

Ciao
Se tu che abiti a 20 km dalla costa già noti la trascuratezza delle zone interne, figurati IO che disto circa 80 km dalla costa! Abito tra Sassoferrato e Fabriano.. sul confine con l'Umbria.Ogni fine settimana lo trascorro in Umbria, per recarmi a Gualdo Tadino circa 20' per Gubbio quasi altrettanti, per il Trasimeno 40'. E' vero l'Umbria non ha il mare ( ovvio) ed è forse questo il suo vantaggio! Boh..comunque in Umbria c'è più amore per il territorio per i piccoli Borghi ben ristrutturati e ben tenuti, appunto c'è più AMORE !
Ho una casettina ( comperata ormai da svariati anni) a Castiglion del Lago in una posizione da favola sul Lago Trasimeno, sicuramente ( sono in pensione da qualche mese) mi trasferirò in quel posto con la signora moglie, quindi abbandonerò volentieri queste Marche troppo costiere..senza nessun rimpianto..pur essendo marchigiano da generazioni .
Purtroppo le Marche non son una Regione ma un insieme di persone eterogenee.... e la Politica Regionale non fa assolutamente NULLA per creare COMUNITA' Regionale ! In Umbria si sente sulla pelle e nel cuore di far parte di una Stessa Comunità !
Saluti
Luigi

Anonimo ha detto...

Quello che " sente" Luigi è verissimo
anche il sottoscritto..Marchigiano sul confine Umbro nota questa sostanziale " differenza" mi sento più a casa mia in Umbria che nelle Marche, amo le Marche .. ma c'è troppo disinteresse della Regione verso la " fascia interna" che è il vero " scrigno" delle Marche .. la Costa è un susseguirsi infrme di caseggiati piuttosto brutti.. se devo esser sincero .. tranne alcune zone verso la costa Sud Conero .Data la vicinanza con l'Umbria trascorro il mio tempo libero in quelle zone.... buffo.. in un supermercato di Gualdo Tadino ho trovato l'acqua Minerale dei Sibillini.... Formaggi dei Sibillini , il latte (in bottiglia di vetro) dei Sibillini .. introvabili nei negozi della zona nelle Marche !!!!! E già questo la dice lunga circa esser comunità nelle Marche.. se tali prodotti non si trovan nelle Marche ..ma in Umbria.. che vergogna! Come il signore che mi ha preceduto.. posseggo un casolare nella zona di Magione sul Trasimeno ed è in quella zona che andrò a vivere...Ciao Marche... belle..ma
prive di Identità !
La mia è una " secessione" personale e non pretendo certamente che sia il mio Comune a farlo.. come nel caso dei " fichetti" dell'Alta Valmarecchia ..
secondo me son passati dalla padella alla brace !
Saluti

Anonimo ha detto...

OH ... ma sapete quanti soldoni della regione Marche andavan a finire nel buco senza fondo di quei sette Comuni
andatevi a leggere gli stanziamenti del 2008 !Non voglio esser cattivo .. ma è un bene che si sian tolti dalle scatole e dalla Cassa della Regione Marche e Provincia PU !!Loro col " ricattino" della secessione ottenevan sempre un fiume di soldoni .. per fortuna NOSTRA è finita! Contentissimo che ora sian a CASSA RN!
Gildo

Anonimo ha detto...

Ragazzi, a me interessa che proseguano i lavori per la Quadrilatero Umbria-Marche, la Fano-Siena- Grosseto, la pedemontana S.Angelo in Vado-Lunano,La pedemontana Sassoferrato -Cagli, con queste opere finalmente le zone interne delle Marche saranno ben collegate .
Luigi

Anonimo ha detto...

La secessione dell'alta valmarecchia la si deve ricercare nella cialtronaggine della classe politica provinciale Pesarese e nella Riforma del Titolo V della Costituzione e quindi relativa modifica dell'art. 132 approvato a " maggioranza" dal governo di centrosinistra capeggiato dal grande Dalema - e company . Questi sono i nefasti presupposti di questi sinistrini da salotto .
Diego

Anonimo ha detto...

Ho letto ....girando in internet.. che quelli dell'alta valmarecchia ( alcuni) quando si recavano a Rimini coprivano con un pezzo di nastro la sigla PU della loro targa per non far vedere di essere Marchigiani... ma pensa te che razza di gente... ! Via.. via .... un bel confine col filo spinato e nessuna collaborazione con quella gente, non comperate mai più i loro prodotti.. formaggi ..prosciutto ecc.. che diamine quando ci vuole ci vuole !
Manlio
da Sassocorvaro

Serola ha detto...

di nuovo, grazie a tutti per i commenti: ho seguito il dibattito con attenzione, il disagio dell'entroterra emerge evidente dalle vostre parole.

A questo punto però, piuttosto che pianificare l'espatrio, vorrei invitarvi a fare un'azione unitaria di sensibilizzazione e protesta nei confronti della Regione Marche.

Mi sto informando su come muovermi, a livello ufficiale. Intanto volevo invitarvi a scuotere i vostri consiglieri provinciali e regionali: facciamogli sudare i soldi che si prendono, subissiamoli di richieste e proteste!

Avete presente l'operazione "fiato sul collo" lanciata dal blog di Beppe Grillo? Lui esortava i cittadini insoddisfatti a non disinteressarsi della politica, anzi di parteciparvi il più possibile per cambiare le cose. Andare ai consigli comunali, tartassare sindaci e assessori e, perchè no, rappresentati alla provincia o alla regione.

Facciamoci sentire!

Anonimo ha detto...

Gentile Serola
Dopo essermi " sfiatato" per vari motivi ..... come quel signore mi son trasferito in Umbria ... dolci colline ... una casetta ... e la splendida vista del Trasimeno .
Ciao !
Massimo e famiglia + cane e gatta

Anonimo ha detto...

Mi sono imbattuto in questo post e ho letto i vari commenti.
Vorrei dire il mio umile parere, le marche sono una bellissima regione ma quello che non va è la politica che privilegia la costa e da le briciole all'entroterra.
Pesaro ha rotto le scatole con la sua politica fatta di poltrone e cemento, oltretutto ha poco a che fare con le marche,se non nulla, la gente dice di essere marchigiana ma in fondo si sente romagnola, pesaro mi sembra il prolungamento della provincia di rimini, ma poi anche i riminesi non li vogliono.
QUINDI QUELLO CHE DICO E'...CARI PESARESI ABBASSATE LA CRESTA, FATE LE PERSONE PIU' UMILI E MENO CAPISCIONI, DOTTI E ARROGANTI,CON QUELLA PARLATA DA SUPERIORI DEL "NORD" DELLE MARCHE, PER VOI TUTTO IL RESTO SONO SOLO CONTADINI, ANDATE A ZAPPARE LA TERRA VISTO CHE E' UN LAVORO UMILE E RISPETTABILE, MA A VOI NON SI PUO' DIRE QUESTO PERCHE' LE VOSTRE ORIGINI CONTADINE NON SI POSSONO NOMINARE, VOI SIETE TUTTI INDUSTRIALI, INFIGHETTATI, GIACCA E CRAVATTA E SCARPE ALL'ULTIMA MODA.VERGOGNATEVI!!!W LE VERE MARCHE!!!!!

Anonimo ha detto...

Un conto è la città di PESARO altro conto è la PROVINCIA DI PESARO .. concordo i Pesaresi di Pesaro sono come tutti i COSTAROLI .. insopportabili ! a Pesaro necessita togliere il rango di Capoluogo... visto gli errori commessi da quella amministrazione spocchiosa ed irresponsabile e ridare ad URBINO il rango di capoluogo di Provincia ! LE VERE MARCHE concordo sono quelle dell'entroterra e questi COSTAROLI da Pesaro ad ANCONA hanno rotto le scatole con la loro politica sempre rivolta sulla costa .. che neanche san tutelare .. visto lo scempio che ne han fatto ! NOI delle MARCHE interne dobbiam farci sentire oppure ANDARCENE verso realtà vicine più attente .. come l'UMBRIA .
Fabio da Camerino

Anonimo ha detto...

Ti basta andare a Pesaro e vedere che cavolo di viabilità HANNO .. penosa! Una volta son capitato in una periferia così anonima ... pienissima di cartelli indicanti pizzerie ...ristoranti ecc.... MA NON UNA INDICAZIONE stradale normale necessaria per capire dove andare .. veramente una città gestita da una manica di incapaci arroganti e spocchiosi che per la loro spocchia si son fatti scappare mezzo Montefeltro .. ed ancora hanno il coraggio di parlare ? Il problema delle Marche ,, concordo con quel signore, sono una politica COSTAROLA che ormai ha rotto i coglioni ! Sono così COSTAROLI .. ma almeno avessero migliorato le città della costa... sempre più schifose ... Ancona tenuta tutta scalcinata e quello sarebbe un capoluogo di Regione? La zona commerciale della Baraccola.. vorrei capire il genio che ha partorito e realizzato la viabilità ... da MANICOMIO !
NOI dellle MARCHE interne siamo abbandonati da questi COSTAROLI ebbene ANDIAMOCENE : Umbria-Toscana meglio che dipendere dai COSTAROLI !
Quella esperienza del terremoto di quel signore mi è capitata anche a me ( sono di Serravalle) bella solidarietà ..OH ! LA STORIA delle MARCHE è nell'interno .. la COSTA è stato sempre il " passaggio" di " figuri vari" senza nessun radicamento con la realtà marchigiana ... e si VEDE !
Saluti Marco

Anonimo ha detto...

Mai vista una costa da Ancona a Pesaro così brutta e così male gestita ..... veramente ridicola , la loro politica COSTAROLA .. se parte dei soldi che hanno sprecato sul litorale fossero giunti nelle nostre zone sarebbe stato assai meglio .. ed invece ci ritroviamo NOI con una viabilità ridicola da terzo mondo ..mentre LORO si riempono la bocca con la loro costa .. i FESSI siam NOI che non protestiamo e che non minacciamo di andarcene , Gubbio ad esempio ambisce a crearsi Provincia .. ebbene con i nostri territori potrebbe essere una realtà per LORO e per NOI .. finalmente lontani da OGNI costa Sanguisuga !
Cantiano

Anonimo ha detto...

Infatti guardate dove han fatto l'aereoporto .. tra la raffineria e tutta una zona densa di traffico -- autostrada - ferrovia , potevan farlo in zona a Sud di Ancona ?... ma che scherzi NO .. tutto appiccicato alla loro costa di merda , questa è la lor mentalità ! NOI MARCHIGIANI VERI dell'interno dobbiam distinguerci da questi VONGOLARI ( mi riferisco esclusivamente alla CLASSE POLITICA ) ed andarcene per i cavoli NOSTRI .. tanto siam già per i cavoli nostri.. visto il LORO disinteresse! Ma vi rendete conto che il bel parco dei Sibillini è raggiungibile con stradine che sembran " viottoli" ? Ma in quale altra Regione intelligente questa incuria sarebbe possibile ? Tutta la fascia alta collina e zona montana è completamente trascurata da una politica miope cialtrona tutta incentrata sulla linea di costa e non capiscono che da oggi in avanti le vere risorse saran sempre più i territori interni ! Non c'è nulla da fare .. necessita ANDARCENE .... mi dispiace dirlo.. ma così non si può continuare !
VIVA LE VERE MARCHE
Nanni
Tolentino

Anonimo ha detto...

Il Pesarese di Pesaro non è nè carne nè pesce .. solo spocchia come il riminese medio ! e con il Riminese ha in comune una mentalità cementifera e disinteresse verso il territorio interno ! Sono perfettamente identici ! E la figura di merda che han fatto perdendo ben 300 km2 di provincia e 30 mila abitanti con tutti gli annessi e connessi , ma con quale coraggio quella classe politica osa ancora proferire parola? Quelli non sono Marchigiani .... sono pesce-carne e neanche loro san che cosa sono ! La figura di merda l'ha fatta purtroppo anche una Regione Marche responsabile di non aver capito il malessere di quelle popolazioni, come NON capisce ora il malessere di altre popolazioni interne delle Marche .. parlo da Jesi fino agli Appennini .. TOTALMENTE ignorati ! Convengo che è meglio andarcene e di chiedere con referendum di fare parte della regione Umbria .. non si può continuare a fare parte di una Regione con una classe politica che ha in " mente" solo gli affari della Costa !
Francesco
Visso

Tex Willer ha detto...

innanzitutto complimenti all'autrice dell'articolo che ha in maniera simpatica ma efficace raccontato e commentato la vicenda tipica dello SCIOCCHEZZAIO politico nostrano che rende possibili simili "scenari" addirittura più sciocchi in un contesto di Europa unita.. anch'io ho trattato dell'argomento nel mio blog e ho inserito di recente un sondaggio che vi invito a votare .. sono di madre romagnola e quindi in posizione intermedia ma di assoluto dissenso verso chi ha scelto di emigrare, si parla di 300 km quadri mica noccioline che la nostra già piccola e dimenticata regione ha perso a favore della costituenda prov. di Rimini che ha in pratica RADDOPPIATO il territorio ... abolire le provincie?? oggi più che mai se combinano casini come questo ..
per quanto riguarda poi gli anonimi che ce l'hanno con la costa o vorrebbero passare in Umbria ricordo che i miei vicini d'ombrellone sono di Gualdo e vorrebbero passare nelle Marche ... quindi non c'è limite alla fantasia io vorrei passare direttamente in Arizona e spero in un effetto domino senza fine in questa sciocca Italia ... VOTATE e fate VOTARE
Buone Feste a tutti e sempre VIVA le MARCHE o quel che ne resta

Anonimo ha detto...

Viva sempre le Marche

Anonimo ha detto...

Caro tex, sono di madre bolognese e sono nato in provincia di Forlì ma da 40 anni vivo nelle Marche nella zona di Fabriano, non è che NOI dell'entroterra odiamo gli abitanti della costa!!vorremmo una maggiore attenzione della Regione verso la sua realtà interna .. tutto qui ! E' ovvio poi che spessissimo ci rechiamo nella vicinissima Umbria ...per vari motivi... divertimento....mangiate trimalcioniche, e così fan moltissimi Umbri che vengon dalle nostre parti ..insomma non esiste la diatriba di quelle terre dei 7 comuni passati in RN ! Spesso mi reco a Gubbio a Gualdo Tadino e mi sento come a casa mia tra Marchigiani di confine ed Umbri c'è stato sempre interscambio senza MAI un problema .. siam VERI CUGINI !
Tornando poi a quella secessione, della Alta Valmarecchia .. essa è stata capeggiata come fossero Paladini da Lega e PDL, orbene quando è stato discusso un emendamento da inserire nella finanziaria in modo da stanziare un Fondo Straordinario per la transizione di quei 7 Comuni, tale emendamento è stato bocciato dal Governo alla Camera sotto il silenzio assordante di Lega e PDL ( i PALADINI!) ora che non ci sono i soldini ( il passaggio si stima sui 4 milioni di euro: 8000-9000 miliardi delle vecchie lire ) chi pagherà il CONTO ? In pratica è stata fatta una legge senza minimamente preoccuparsi della " copertura finanziaria" ! se non si sbloccherà qualche cosa a livello Governativo tale CONTO sarà inevitabilmente spalmato sui cittadini TUTTI della Regione Emilia-Romagna e regione Marche e se si considera che la maggioranza di tali cittadini non è stata coinvolta nella vicenda referendaria ( per la modifica dell'art V della costituzione voluto dal genio della politica " Baffino" !) mi sembra una vera e propria ingiustizia . Ora in questa assenza di finanziamento è ovvio che le parti si arroccano ( Anche le Marche) a difesa di loro interessi, se non si sbloccherà qualche cosa a livello governativo passeran ANNI prima che quelle popolazioni vedan risolte le loro problematiche .. a tutto danno in primis di quelle stesse popolazioni! Che i signori paladini di Lega e PDL che han sponsorizzato la secessone vadan ora a spiegare alle popolazioni dove si troveranno i soldini !
VIVA LE BELLISSIME MARCHE
Ciao

Anonimo ha detto...

Quello che mi fa incavolare in tutta quella Storia è la frase " La Emilia-Romagna fa e le Marche disfano di notte" su un certo blog Riminese !
Come se tutto il contrasto a tale passaggio lo creassero le cattivissime Marche che di NOTTE ( è un classico ...la perfidia nelle tenebre! ) disfano . Nessuno dice che certi paladini Lega-PDL non si son minimamente accertati del costo e della eventuale " preventiva copertura" NON han mica detto alle popolazioni che occorrevan circa 10.000 miliardi delle vecchie lire..se ne son ben guardati! Le cattive Marche in altre situazioni e con altre Regioni hanno collaborato benissimo :
1) Accordo tra Regione Marche-Abruzzo-Molise per la costruzione della Dorsale Pedemontana di collegamento delle tre Regioni
2)Accordo tra Regione Marche e regione Umbria per il FSE-PRO ovvero realizzazione di territorio inter Regionale appenninico delle provincie di PU -AN e Perugia come comparto unico territoriale-agricolo-turistico-rurale
idoneo a presentare progetti di AREA VASTA in ottenimento di Stanziamenti Europei per sviuluppo ecc.
3) Accordo tra Regione Marche-Umbria-Toscana con creazione del Consorzio Turistico delle " Terre di Mezzo" con interesse comune di area vasta di presentazione Turistica a livello Europeo ed Extra Europeo .
4) Accordo tra Regione Marche-Umbria-Toscana-Lazio-Abruzzo
per piattaforma Telematica Comune
5) Accordo del patto di Cagli ( patrocinato dalla reg Marche) firmatari rappresentanti Istituzionali della regione Emilia-Romagna,Toscana,Marche,Umbria,Lazio,Abruzzo
mirante a creare la UNIONE delle TERRE di CENTRO onde evidenziare problematiche ed investimenti oltre la solita diatriba delle terre oltre il PO ed il SUD , prossimo incontro a Firenze per la stesura minuziosa dell'accordo Terre di Centro .
Gli esempi sono innumerevoli, e perchè NON è stata seguita la stessa prassi anche in alta valmarecchia.. creando una zona inter Regionale vasta amministrata con compiti ben definiti sia da RN che da PU ed INSIEME creare quel vasto comprensorio di AREA vasta atta a richiedere adeguati finanziamenti di progetti a livello Europeo? Perchè da quelle parti è prevalsa una politica miope piccina piccina di contrapposizione .. assolutamente assurda in visione unitaria Europea ! BOH ?
Comunque evviva le NOSTRE Marche terra bellissima e di BUON SENSO !
Saluti a tutti da Macerata
Ciao TEX ho provato gli spaghetti Carcamagnu trovati sul tuo blog.. veramente molto buoni! Ed ho anche votato!
Enrico

Anonimo ha detto...

Ciao TEX .. sono CARLO e risiedo in provincia di Macerata , ho visitato il tuo BLOG e l'ho trovato molte bello e ben fatto ..complimenti! Non voglio ritornare sulla secessione di quei sette comuni ritornerei a ripetere le stesse cose dette da altri signori ! Dai con l'avvio della quadrilatero e della superstrada verso i Sibillini e della pedemontana delle Marche in zona PU anche i territori interni della Regione avran una migliore viabilità! Quello che mi fa ridere di quella situazione è l'apprendere che la prov di Rimini aveva stimato le entrate fiscali di quei territori pari a 1 milione di EURO !? Ora si son accorti di aver sbagliato la stima e che tali entrate saran di qualche centinaia di migliaia di EURO ! Ma dico ma 18000 persone NON potevan fabbricare reddito per giustificare una entrata fiscale di 1 milione di Euro .. ma roba da matti ! Siam proprio nella repubblica delle Banane !
il prossimo referendum sarà meglio precisare oltre alle solite frasi : " Il costo di tale variazione ammonterà a tot milioni di Euro ..siete VOI disposti a partecipare alle spese ? " eh non si può sempre chiedere a Pantalone di pagare i " desideri" altrui ! Anche perchè si ventila la Regione Romagna e la Regione Molise-Sannio
Senti TEX andiamo in ARIZONA dai !
Viva le BELLISSIME MARCHE !

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, ciao TEX complimenti per il tuo BLOG .. ed inserisci ricette tradizionali .. mi faresti contentissimo ( se VUOI ! ) sono di Tolentino .. ma ho una casettina a Sirolo .. tutta la zona è bellissima e le mie vacanze le passo da quelle parti, dai se siam un poco arrabbiati e per la disattenzione della Regione verso il suo interno, non certo verso gli abitanti della costa .. dai ! Le NOSTRE Marche sono bellissime e chi non le apprezza fuori dalle scatole
dai non ci sarà nessuna secessione verso l'Umbria ... la gente parla così perchè è arrabbiata per il motivo che ho citato e poi in UMBRIA siam di casa senza tanti contrasti e campanili vari ! UMBRIA e MARCHE potrebbero essere una unica Regione e nessuno se ne meraviglierebbe più di tanto ! Ciao a tutti e felici FESTE... OH ma come nevica..che cavolo!

Anonimo ha detto...

Voglio sottolineare una cosa importante, la provincia di Pesaro è bella, il problema è Pesaro che è una merda.
E' una città dove ho riscontrato la più grande concetrazione di gente stronza e con la puzza sotto il naso di tutte le Marche, non voglio fare di tutto un'erba un fascio ma ho notato che molta gente ti guarda, ti scruta per come parli, come sei vestito e il tuo conto in banca, praticamente vieni subito etichettato e non puoi nemmeno farti conoscere per quello che sei.
Urbino è una cittadina bellissima, quello dovrebbe essere il capoluogo di provincia!!
Mandate a cagare quei fighetti arricchiti della costa, guardate le infrastrutture, le strade asfaltate, i palazzoni che stanno costruendo a Pesaro, guardate che cementificazione anche con il nuovo porto che hanno attuato, ma chi diavolo si credono di essere quei politici?
Pesaro non ho mai capito come fa a trovarsi nelle Marche, c'è finita per sbaglio, praticamente ha la stessa mentalità romagnola fighetta, parlata simile e gente simile, praticamente di marchigianità non ha nulla!!
Di quella provincia salvo l'entroterra che è rimasto umile e la gente la trovo più alla mano e sopratutto non montata.

Anonimo ha detto...

Condivido perfettamente TUTTO il discorso del signore precedente!
La provincia...entroterra di pesaro è bellissimo, è la città di Pesaro che fa schifo ! Concordo anche che dovrebbe essere URBINO capoluogo di provincia e non pesaro.. essa deve diventare come una qualsiasi altra città costiera delle MARCHE . PESARESI = RIMINESI .. stessi stronzetti e fighetti saputelli.. stessa mentalità cementifera stessa arroganza ! Tutta la classe politica Pesarese deve esser presa a calci nel sedere e mandata a mare
ma per fare questo occorre che l'entroterra pesarese e la STESSA URBINO mandi dei segnali ben chiari a quella classe politica bagnarolesca che non sa altro che vedere la loro PESARO .. almeno la amministrassero bene...OH ! Per quello che è successo in alta valmarecchia TUTTA la giunta provinciale pesarese si dovrebbe coprire la faccia per la vergogna, ma LORO non han vergogna ..perchè a loro non frega nulla dell'entroterra ! Ebbene facciamoglielo capiore NOI dell'entroterra !
Massimo
da Frontone ( PU )

Anonimo ha detto...

Il " guaio" delle Marche sono 2 città
Pesaro ed Ancona con la loro medesima volontà COSTERECCIA e guarda caso son 2 città che nella storia son rimaste sempre sul filo della costa senza intaccare minimamente l'evoluzione storica delle Marche che è stata in gran parte realizzata e vissuta da Signorie dell'entroterra come quella dei Montefeltro di Urbino ed altre signorie e Comuni sempre dell'interno Camerino,Tolentino,SanSeverino,Ascoli Piceno,Fermo e tutta una miriade di altre minori ma sempre riguardanti l'entroterra!
Non ho esperienze negative con i pesaresi intesi come tali MA NON MI PIACE LA LORO CLASSE POLITICA che come sciatteria ed arroganza la paragono alla CLASSE POLITICA ANCONETANA !
Le Marche sono una bellissima Regione caratterizzata purtroppo da una Classe Politica Regionale ferma sulla linea di costa e su due città PESARO ed ANCONA guidate da egoisti ed incapaci !
La Piccola Macerata è al 4° posto a livello nazionale come qualità della vita .. meditate gente meditate, la POLITICA COSTAROLA paga sempre meno ed è a tutto svantaggio del resto delle Marche !
Guido
da Camerino

Anonimo ha detto...

Ma che stiamo scherzando ? Era ora che quei 7 comuni si togliessero dalle scatole ! Per loro i finanziamenti della Regione Marche , causa la minaccia secessione, non mancavano MAI .. a tutto discapito di altri Comuni della realtà montana della Regione Marche! Speriam proprio che il Ricorso delle Marche venga respinto .. ma che scherziamo..ce ne siam liberati FINALMENTE !!!!! A loro il LORO destino ... stop.. procedimento chiuso .. che vadan a batter cassa in Emilia-Romagna ...ERA ORA !!!!!!
Pensiamo alle nostre bellissime Marche !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Fabio
da OFFIDA

Anonimo ha detto...

Urbino come unico capoluogo di provincia!!!Fuori dalle balls Pesaro e i pesaresi!!
non voglio fare la guerra contro nessuno ma i Pesaresi non li sopporto proprio.
Con la loro arroganza, con il loro sentirsi superiori, i primi della classe, con la loro parlata che non ha alcuna radice se non quella di una copiata di romagnolo, hanno stancato e nn sono l'unico a dirlo.
L'entroterra deve farsi sentire, non può rimanere muto di fronte all'arroganza della costa, se i sindaci nn lo fanno x preservare la propria poltrona, bisogna che il popolo dell'entroterra risponda a questa arroganza.
L'entroterra è la risorsa turistica e non solo di questa regione!!!
Credo che molta gente si sta accorgendo dei bellissimi paesini che compongono l'entroterra marchigiano e la sbornia della città costiera sta scemando, la gente cerca tranquillità, storia, gentilezza e umiltà del popolo dell'entroterra marchigiano.
LE MARCHE VANNO VALORIZZATE ALL'INTERNO!!!BASTA POLITICA DI COSTA!!!

Anonimo ha detto...

Assolutamente condivisibile il discorso del signore precedente !
URBINO capoluogo UNICO della Provincia, visto il menefreghismo della politica costarola pesarese ! BASTA CON QUESTA ARROGANTE POLITICA COSTAROLA ,L'ENTROTERRA DELLE MARCHE DEVE ESSER ADEGUATAMENTE RIVALUTATO NON POSSIAMO SEMPRE RESTARE MUTI SUL DISINTERESSE DI UNA CLASSE POLITICA TUTTA INCENTRATA SULLA LINEA DI COSTA! INCOMINCIAMO A DARE QUESTI SEGNALI FIN DALLE PROSSIME AMMINISTRATIVE CON LISTE CIVICHE TERRITORIALI CHE POSSAN RISPECCHIARE LE ESIGENZE DEI TERRITORI INTERNI FUORI DAGLI SCHEMI CLASSICI DELLA SOLITA POLITICA COSTAROLA , FACCIAM SENTIRE MENO SICURE CERTE POLTRONE E SFILIAM CERTE POLTRONE DAL SEDERE DEI TANTI COSTAROLI,E' L'UNICO SISTEMA !
Saluti
Tolentino

Anonimo ha detto...

il " fighettismo" di Pesaro si evidenzia un una sua inetta classe politica così inetta ed incapace che ha causato la perdita di 300km2 di territorio provinciale , ed ANCORA hanno il CORAGGIO di parlare ?
Urbino deve riassumere la guida politica ed amministrativa della intera Provincia.... se i " fichetti" pesaresi son contrari che si tolgano dalle palle e vadano dai LORO cugini altrettanto fichetti di Rimini . Basta con questa politica Pesarese fallimentare ! Non mi interessa " tenere" nelle Marche persone che non sanno nè di carne nè di pesce! Che i " sinistrini da salotto" Pesaresi vadan a sinistrare altri territori! Fuori dai coglioni!
Macerata

Anonimo ha detto...

Ma scusate.. ci si meraviglia che i Pesaresi sono simili ai Riminesi?
Provengono dalla stessa casata dei Malatesta ( già il nome è tutto un programma! ) Dai Malatesta di Rimini si dissocia un ramo della Famiglia che si trasferisce a Pesaro ... pur detestandosi .. la TESTA è sempre quella... appunto MALATESTA ! Pesaro avrà storicamente .. sempre un ruolo marginale nella storia delle Marche.. un ruolo così insignificante che il Duca di Montefeltro di Urbino .. sbaragliati i Malatesta di Rimini ,assorbirà nel suo territorio senza colpo ferire data la incosistenza strutturale di tale cittadina ! Terminata la dinastia dei Duchi di Urbino .. causa mancanza di eredi..il territorio del ducato verrà passato ai Della Rovere originari di Savona ..e furon questi che trasferirono la capitale amministrativa del Ducato a Pesaro..ovvero degli STRANIERI han dato a Pesaro la dignità di rappresentare tutto il Montefeltro
una dignità assurda... ed infatti le conseguenze sono NOTE !
Si spera che la classe Politica Pesarese.. dopo la figuraccia.. venga notevolmente ridimensionata a livello Regionale, ed ogni volta che tali fichetti pesaresi parlano
necessita ricordare LORO la pessima figura nazionale che han fatto ! Che se ne stian zitti e vadan a rompere le palle altrove ! La provincia di Urbino NON è PESARO .. ma appunto URBINO !
Carlo da
Frontone, provincia di URBINO !

Anonimo ha detto...

Come molti han detto necessita distinguere PESARO dalla Provincia Interna e dalla Provincia stessa ! Il mio sogno sarebbe quello di vedere nel futuro la città di PESARO entrare nell'orbita di Rimini .. così le Marche eliminerebbero tale assurdità che tanti guai ha causato alla Provincia... il resto della( escluso Pesaro) Provincia: capoluogo URBINO ! La Classe politica Pesarese non ha dignità di PAROLA visto la pessima figura a livello nazionale che ESSA ha creato con la sua MIOPIA, Incapacità ed ARROGANZA! Fuori dalle palle !
Carlo
da Urbania ( URBINO)

Anonimo ha detto...

Fuori dalle scatole i fichetti di Pesaro, tutto il territorio provinciale deve esser rappresentato dalla città di Urbino e Carpegna ..le due vere patrie del Montefeltro, i Pesaresi.. come città ... sono estranei al territorio.. ed infatti NON SE NE INTERESSANO minimamente ! Quelli sono il ramo secondario dei Malatesta di Rimini .. che se ne vadan a Rimini .. così riuniscono la LORO famiglia!
Lario
da Carpegna

Anonimo ha detto...

Ma infatti! Vista la morfologia del territorio .. sarebbe auspicabile una provincia Urbino-Carpegna ( UC) l'unica a rappresentare storicamente e più logisticamente tutto il territorio . Sono anni che i ficheti di Pesaro si oppongono a qualsiasi struttura viaria ( vedasi ferrovia Fano-Urbino estendibile a Pergola-Sassoferrato-Fabriano) ) che valorizzi l'interno...perchè altrimenti LORO sarebbero ancor più marginali al territorio STESSO! Ebbene facciamoli sentire marginali.. invitandoli a togliersi dalle palle e realizzare quelle opere che servon a NOI dell'interno della Provincia ribadisco NON più PU bensì UC ( Urbino-Carpegna)
Lello
da LUNANO ( UC )

Anonimo ha detto...

Tutti i discorsi e proposte degli abitanti interni della provincia di Urbino mi stan bene e son condivisibili, l'importante è che i Marchigiani dell'interno della Regione incomincino a sollevare dissenso concreto alla politica costarola della classe dirigente Marchigiana . la costa è solo una " striscia" delle Marche .. esse son assai più vaste della " striscia" ! Un segnale alle prossime amministrative sarebbe fondamentale
nel senso di appoggiare Liste Civiche locali e NON i soliti esponenti dei partiti tradizionali
che poi si rifugiano sulla COSTA !
NON diamo più a questi POLITICI nessun ALIBI ! Togliamo le poltrone dai loro sederi e mettiamoli a BAGNO !
Saluti
Gino
da Pergola ( URBINO-CARPEGNA)

Anonimo ha detto...

Infatti se ci fate caso, le principali opere che sorgono nella romagna prima o poi il vento le porta anche a Pesaro, sembra uno specchio, come se Pesaro va di paripasso allo sviluppo della vicina Rimini.
Sembra come se le Marche del Nord si vogliano differenziare dalle altre provincie come quelli che hanno le infrastrutture migliori, la vita migliore, le strade migliori, le industrie migliori.
Questa cosa è penosa, praticamente lo sviluppo di quella provincia finisce a Pesaro, nemmeno Fano ha quella visibilità visto che sorge solo a 12 km di distanza.
Mi rende orgoglioso che ci siano persone di Lunano e in particolare Carpegna che si sentano marchigiane, avrei pensato il contrario x via della vicinanza alla provincia di Rimini.
Ma azzerderei dire che forse gli abitanti di Carpegna siano più marchigiani dei pesaresi.

Anonimo ha detto...

Il problema di quelle zone è la città di PESARO e la sua classe politica di omarelli con le chiappe sulla sabbia! Bisogna che quel ciclo politico Pesarese venga interrotto e lo possiam fare solo NOI elettori soprattutto NOI dell'interno della provincia gridando a gran voce URBINO-CARPEGNA capoluogo di Provincia , ma quale voglia di Romagna! almeno da queste parti , vogliamo attenzione e servizi... ma li avete visti i comuni Romagnoli della montagna e della collina ? Se escludete la COSTA non è che sian trattati bene dalla loro Provincia riminese! Qua bisogna stabilire se si è degli ominicchi che rincorrono piadine e sangiovese e lucette varie oppure delle persone serie che si " incazzano" per la propria terra.. contro la politica Pesarese cafonesca e fricchettona!
Saluti a tutti da Massimo da Urbania

Anonimo ha detto...

Non so se son più marchigiano io che vivo a Carpegna od il Pesarese medio, so solo che non ho assolutamente voglia di romagna della quale non condivido culturalmente assolutamente niente! Sarà che dai principi di Carpegna derivano le signoria dei Malatesta e dei Montefeltro .. quindi mi trovo benissimo dove sono.. fiero di appartenere a questa terra e ben lungi dal desiderio romagnolo .. per farne che cosa..poi? Quel che rimprovero..come molti... è la disattenzione della politica pesarese.. e forse la " secessione di quei comuni" servirà per squotere dal cretinismo politico gli " omini" di Pesaro .... fino a farli pensare più attivamente al territorio interno della Provincia ..come vera risorsa, Carpegna è un ottimo esempio di offerta turistica.. lontana dal solito ciarpame della costa ! Se la classe politica pesarese capisce la lezione bene.. altrimenti .. con il nostro voto NON ELEGGIAM più "figuri "che sputtanano con il loro disinteresse tutto un territorio interno ricchissimo di beni paesaggistici- culturali che le loro acque marine puzzolenti di olio solare neanche si sognano!
Saluti a TUTTI
Luigi da Carpegna ( URBINO)

Anonimo ha detto...

URBINO capoluogo di PROVINCIA come lo è sempre stata per 500 anni di storia se ai Pesaresi ( intesa come città) non sta bene che vadano dai loro parenti di Rimini ..basta che la finiscan di romperci i coglioni con la loro inettitudine e pressapochismo ... Carpegna ed Urbino sono le patrie del Montefeltro .. loro son solo esseri arroganti di una costa sempre più brutta e cementificata..tipo Rimini si prosegua con l'autostrada Fano-Grosseto, con la pedemontana e al ripristino della ferrovia Fano-Urbino , se Pesaro nicchia.. un calcio nel sedere e che vadan a mare... loro e la loro politica piccina piccina da fichettini incravattati .

Gigi
da Sant'Angelo in Vado (URBINO)

Anonimo ha detto...

Sì .... Pesaro a Rimini.. ma solo la città e con l' obbligo di raggiunger Rimini solo via mare :che ci vadan VIA MARE o a NUOTO ... son così tronfi e gonfi che non avran nessun problema di galleggiamento . Peccato che gli squali in Adriatico sian piccini!
Gastone
Frontone ( URBINO)

Anonimo ha detto...

@ al sig Gastone

Sì son piccini.. gli squali.. ma se mangiano.... crescono! Non voglio fare di tutta un'erba un fascio .. ma mi son atipaticucci .. che posso farci .. forse perchè i PESARONI sono discendenti dei Malatesta come i fichetti di Rimini .. può essere ! Ritornando a discorsi più seri ... occorre ridimensionare quella classe politica Pesarese.. certa gente deve esser cacciata via .. basta ..con la figura di merda che CI han fatto fare a livello nazionale..devono sparire.. fuori dai coglioni ! Se Pesaro cambia politica bene.. altrimenti un bel referendum per eleggere SOLO Urbino a capoluogo di Provincia .
Federico
da
Mercatello sul Metauro ( URBINO)

Anonimo ha detto...

La questione del totale disinteresse della classe politica Pesarese verso l'interno della Provincia è molto serio e seriamente si pone una QUESTIONE POLITICA : E' una risorsa per l'intera provincia esser governati praticamente da PESARO ? Gli ultimi eventi e lo stato dei servizi nell'interno della Proivincia dimostra che PESARO è inadeguata alla politica Provinciale .. quindi occorre un rapido e netto passaggio di precise competenze( e risorse) territoriali ad URBINO per tutto l'entroterra della Provincia, se Pesaro non accetta tale ridimensionamento ...la sua classe POLITICA se ne assumerà la completa responsabilità. Non è più pensabile il dirigismo Pesarese imposto così maldestramente a tutto il territorio provinciale.
Pesaro può restare.. se accetta.. tale ridimensionamento amministrativo in caso contrario fuori dalle palle !
Ernesto
Piobbico ( URBINO)

Anonimo ha detto...

E' tutta una politica Regionale MIOPE
personalmente ho un sogno : Spostare dalla linea di costa la ferrovia facendola passare un poco più all'interno così da avere a disposizione tutta una spiaggia da Pesaro a Senigallia con una bella ed ombreggiata pista ciclabile, una VERA REGIONE dovrebbe perseguire obbiettivi di sviluppo armoniosi e non SBATTERSI sul bagnasciuga ! Dovrebbe valorizzare il suo bellissimo entroterra ... avere collegamenti ferroviari verso il Montefeltro, verso il Parco dei Sibillini , ma sto semplicemente sognando! CI rivediamo alle prossime regionali .. per dare un segnale TOCCANTE a questa classe politica Costarola che non sa fare neanche gli interessi della Costa..figuriamoci delle zone interne!
Claudio
da FANO

Anonimo ha detto...

un signore di Pesaro in un commento precedente asserisce che i Marchigiani non han identità di Marchigianità, ma che cavolo vuol dire? Certo siamo una regione al Plurale... ma vedo Identità Marchigiana in prov di Ancona, Macerata, Fermo,Ascoli .. certo con le nostre differenze linguistiche.. la nostra gastronomia il folclore, usi .. ma questa è RICCHEZZA !! che si pretenderebbe per IDENTITA' la massificazione del zumpappa -piadina e sangiovese? Non siamo persone MASSIFICABILI e per fortuna.. che non lo siamo !! Mi dispiace se abitanti del pesarese NON sanno che COSA essere e magari soffron di complesso di inferiorità nei confronti dei pompati riminesi..ma forse dipenderà da una spina dorsale facilmente flessibile! Non trovo similar mentalità nella vallata del Foglia .. del Metauro .. e quindi se nel Pesarese non san essere nè carne nè pesce mi dispiace per loro .. ma lascino stare il resto delle Marche ..che penso conoscan assai POCO !
Carlo
da Macerata

Anonimo ha detto...

Onore alle Marche aver rivalutato il grande Marchigiano Matteo Ricci il primo occidentale ad esser VERAMENTE entrato in CINA .. come risulta dai registri Imperiali Cinesi dell'epoca, altro che il Marco Polo tanto strombazzato che in CINA NON ci è mai stato! NOI Marchigiani siam così .. pochi inclini alle trombonate ! E purtroppo a Pesaro le " trombonate" par esser di casa .. forse per la vicinanza alla patria dei tromboni che è Rimini ! Le Marche sono bellissime sia per il paesaggio sia per la diversità della sua popolazione.. ogni vallata ha le sue caratteristiche.. dalla lingua al cibo..al vino.. ai prodotti gastronomici .. capisco che certa gente abituata alla uniformità espressiva e culturale si spaventa per tale grandiosa diversità, mi dispiace per LORO ma sono CONTENTISSIMO delle MARCHE come sono ..... se non si senton a loro agio .... liberi di andarsene nel massificatoio tranquillizzante del " biberon " appagante .. con " ruttino" uniforme!
saluti
Adelmo
da VISSO

Anonimo ha detto...

Bha .... io so solo che da una indagine del Sole 24H ( ANNO 2008) rispetto all'indice Quars ( che comprende il PIL ed altri 200 indici qualificativi)caratterizzante la qualità della vita vede le mie Marche avere un indice di + 0,92 e la tanto osannata Emilia-Romagna un indice Quars di + 1 ( quindi una differenza di 0,08 ! ) questo sta a significare una SIMILE qualità della vita ! pER QUANTO RIGUARDA LA DIVERSITA' caratteristica delle Marche essa in questa piccola Regione ha favorito la realizzazione di :
( tolto dal computo i 7 comuni della Valmarecchia) :
138 castelli,192 rocche,247 Chiese Romaniche,120 cattedrali,182 santuari,39 siti archeologici,102 teatri storici,250 musei,199 pinacoteche,1o teatri lirici,397 librerie,99 città d'arte,2 parchi nazionali, 4 parchi regionali, 9 riserve naturali,144 aree floristiche protette,26 foreste demaniali,10 stabilimenti termali,
22 località balneari ( 18 bandiere blù anno 2009)32 Comuni bandiera arancione ( anno 2009) 4 sedi universitarie, un tessuto economico di piccola- media impresa ed artigianale uniformemente diffusa sul territorio Regionale .
Queste son le NOSTRE MARCHE , mi dispiace per il pesarese MEDIO che non si riconosce in NULLA .
AMO le MIE MARCHE con tutte le sue ricche diversità armoniose .
saluti
Gerardo
da MATELICA

Anonimo ha detto...

Salve a tutti, qualcuno sa come è andata a finire x gli altri due comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio?Passeranno anche loro nella Romagna o rimarranno nelle Marche?Si parla solo dei 7 comuni e anche in questi 2 comuni ha vinto il referendum ma non ho capito se pure loro attueranno questa secessione.

Anonimo ha detto...

Dovrebbero seguire lo stesso ITER di procedura parlamentare degli altri 7 Comuni.

Anonimo ha detto...

Non entro minimamente nella discussione pro o contro .... c'è stato un referendum ed una legge del parlamento che ha sancito il passaggio di quei 7 comuni in E-R ..e penso che anche Montecopiolo e Sassofeltrio seguiranno un simile iter parlamentare ( anche se i 7 della Altavalmarecchia non li hanno ASPETTATI ed inclusi .. per evitare di perder tempo! ) . Il mio discorso è un altro :
I referendari e le forze politiche che han favorito la " secessione" parlavano assurdamente di " costo zero" per il " passaggio" ! Ora si è scoperto ... che ESISTE UN COSTO stimato in 4 milioni di euro ( circa 9000 miliardi di vecchie lire) e che la domanda al Governo di istituire un Fondo Straordinario è stata respinta nell'assoluto silenzio della Lega e PDL ( paladini della secessione)e che tale COSTO deve essere sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna e Regione Marche . Quindi il COSTO sarà spalmato su tutti i cittadini delle 2 Regioni, ma siccome il referendum ha riguardato solamente i cittadini di quei 7 Comuni non mi sembra giusto che a pagare sian altri cittadini che NON han partecipato al voto referendario ( vista la modifica dell'artV della Costituzione) ... comunque questa sarà la realtà!
E' stata fatta una legge senza preoccuparsi minimamente della copertura finanziaria , che la classe politica fautrice di tale legge vada ora a spiegare alle popolazioni dove si troveran tutti quei soldi!
Nel frattempo la Regione Marche ha bloccato TUTTI i fondi inerenti quei territori, la prov. di Rimini ha stimato che occorreran altri 8 milioni di Euro ( 16.000 miliardi di vecchie lire ) solamente per la manutenzione della viabilità , non avendo la disponibilità di tale somma la prov di Rimini si appresta a richiedere un fondo speciale alla Regione Emilia-Romagna per coprire tale spesa.
Da letture in internet. si apprende che molti sindaci degli altri comuni riminesi " tifano" affinchè il ricorso delle Marche venga accettato dalla Alta Corte .. perchè temono una diminuzione di fondi Provincia Rimini nei loro confronti vista la entrata dei nuovi sette comuni. Personalmente invece spero proprio che il ricorso della Reg. Marche venga respinto dalla Alta Corte e che quei territori entrino a far parte della provincia di Rimini che se ne dovrà assumere tutti gli onori ed ONERI ! Non si sentono Marchigiani ? Bene .... rispetto la loro scelta..ma CHE VADAN A BATTER CASSA A RIMINI !
La Regione Marche deve tagliare tutti i " ponti" con quei territori , rifiutare ogni convenzione, e soppesare TUTTO con il rigore freddo della razionalità .
Spero solo che per prossimi referendum .. alle solite frasi di rito .. si enunci anche ." Il costo del cambio provincia ( o regione) è stato stimato in TOT Milioni di Euro.. siete VOI.. cittadini,Enti Comunali e Provinciali Rappresentativi disposti a partecipare a tale copertura finanziartia? "
In questo modo si responsabilizza la comunità e la classe politica locale.... oltre le CHIACCHERE !
Saluti
da Macerata

Anonimo ha detto...

E' stata votata una Legge presentata da Lega e PDL assolutamente priva di Norme Attuative e completamente senza copertura finanziaria . Il Governo centrale si disinteressa sia della copertura finanziaria che DEVE esser sostenuta da Regione Emilia-Romagna e Regione Marche ( e vista la crisi economica attuale sarà problematico da parte delle 2 Regioni reperire i 4 milioni di Euro necessari! ) ma il Governo Centrale si disinteressa anche delle Norme Attuative che devon esser ricercate dalle 2 Regioni !
Questa è ITALIA :pressapochismo e demagogia. A rimetterci saran soprattutto i cittadini di quei sette comuni che si volevan tutelare a PAROLE e con tante CHIACCHERE !
VIVA l'ITALIA
Fortunatamente vivo e risiedo in Finlandia magnificamente da 7 anni
terminate le festività vi ritornerò con mia grande gioia !!!!!!
Gigi
da
Ancona

Anonimo ha detto...

Perchè c'è sempre questa emulazione con l'Emilia Romagna?Sono più belli?Più fighi?Più intelligenti i romagnoli dei marchigiani?
Non capisco perchè marchigiano è sinonimo di sfigato o terrone.

Anonimo ha detto...

Perchè questa emulazione tra Emilia-Romagna e Marche ? Assicuro che il Marchigiano medio non instaura nessuna " emulazione" con la confinante Emilia-Romagna , a dir il vero è la confinante Romagna che ricopre di " complimenti" il marchigiano medio... non certamente il contrario!Il Marchigiano .. medio ..ha il difetto di NON apostrofare adeguatamente tali espressioni incivili.. ma di passar oltre come si fa con certi bambini un poco ottusi! Forse da quelle parti si scambia il concetto di " appartenenza" con il concetto di " tribu' " con i suoi riti-sociali-culturali omologanti. . tanto da ritenersi demagogicamente " l'ombellico del mondo" concetto molto triste.. ma se a LORO piace! che ne godano ..entro i limiti della decenza e del rispetto altrui!
NOI Marchigiani siam consapevoli e felicissimi di vivere in questa bella e civile Regione Marche ..ma non ce ne vantiamo tanto... con calma.. pacatezza ... senza " strabordare" oltre la decenza espressiva e comportamentale . Noi siam così " sfigati" che viviam in una Regione che è stata classificata tra le prime 6 in Italia come tenore e qualità della vita.. ma appunto .. siam pacati .. e non " sborroni " ! Per quanto riguarda poi al " complimento" di TERRONE .. molto in voga in certe zone.. desidero raccontare un piccolo fatto : in anni passati ho lavorato all'Enichem di Ravenna ..e venni " accusato" di toglier lavoro al ravennate medio ! Quando feci notare all'intelligente di turno..che se un mio conterraneo Marchigiano dal nome Mattei non avesse fondato l'ENI il ravennate medio starebbe ancora a piantare cavoli e patate, la risposta fu " sei un TERRONE " ! Feci notare gentilmente che tal terronia del mio paese natio delle Marche distava appena 100 km dalla "scandinava" Ravenna ...beh poi aggiunsi altri argomenti più idonei a rilevare e sottolineare la bassezza culturale e l'altezza della ignoranza del mio interlocutore ... che POI ritrovai alle mie dipendenze ( ero capo Impianto) in quel dell'Enichem di Ravenna ! Vendetta ..tremenda vendetta? NO .... e perchè? Trattai quell'essere con estrema educazione e gentilezza..SEMPRE ! Rispetto sempre ogni essere vivente.. anche le formiche! Poi il lavoro presso l'ENI mi fece girare il mondo e mi allontanai da quel buffo ed anacronistico " ombellico" che ancor oggi ..nonostante il MONDO se ne sente ancora "l'ombellico".... ma la psicologia e la psichiatria non son il mio forte! poi val sempre il detto che la madre degli imbecilli e sempre gravida.... e quindi invito ad un divertimento " protetto" soprattutto in certe zone.. tribali.
Saluti dalle belle e civili Marche

Anonimo ha detto...

La Romagna ( soprattutto) è terra di esagerazioni GROTTESCHE: Il Passator Cortese ( volgare e demente bandito) assunto come eroe territoriale, e di esagerazioni TRAGICHE: Fascismo ( il loro Duce annoverato tra i " Miti della Romagna" e lo " stalinismo" nostrano ..il LORO Baffone ..che tanti orrori e lutti han creato nel mondo !
Un buon e bravo psichiatra avrebbe materia per suoi studi ! Sarà la piadina ... la causa? BOH !

Anonimo ha detto...

Bisogna distinguere la Romagna dalla Emilia.. son due entità assolutamente diverse, l'Emilia più aperta ed ospitale.. la Romagna più chiusa e provinciale, beh poi gli imbecilli non han confini!
Tempo fa capitai su un sito di discussione tra Emiliani e Romagnoli per via del desiderio della Romagna di dichiararsi Regione e staccarsi dalla Emilia.. fin qui nulla di strano ! Ma le argomentazioni dei Romagnoli....!! Da scompisciarsi dalle risate !! E che l'Emilia aveva solo delle " fabbrichette" mentre LORO tutta la grande industria del divertimento della costa , e poi LORO avevano il SOLE e gli EMILIANI solo la NEBBIA !! Veramente ridicolaggini .. mai sentite prima !!! Addirittura un romagnolo di Rimini a confutare la grandezza gastronomica-culinaria della Emilia a tutto vantaggio della SUA incriticabile Romagna!!!
l'Emilia ha quindi delle " fabbrichette" ed una gastronomia da " cucinetta" !!??? Veramente spassoso per la demenzialità e l'arroganza sborronesca oltre ogni limite della decenza umana ! NO ..non penso sia colpa della " piadina" forse delle zanzare?
Raccomando l'invito fatto in precedenza.... usare un buon profilattico in certe zone " tribali" onde limitare le nascite!

Anonimo ha detto...

Rassicuro il signore del 4 gennaio 2010 ( 15,28) che non esiste almeno da parte di NOI Marchigiani nessun spirito di imitazione o superamento del modello Emilia-Romagna .
Secondo l'analisi del Sole 24 H (riferita alla classifica delle Regioni Italiane) che comprende i seguenti parametri
1)Tenore di vita(ricchezza-qualità
2) Lavoro-occupazione-affari
3)Servizi
4)Ambiente (Tutela del territorio)
5)Ordine pubblico
6)Popolazione
7Tempo libero( svago-cultura ecc)

Lo scarto esistente tra la Regione Marche e Regione Emilia-Romagna è minimale :
4° POSTO EMILIA-ROMAGNA punti :536
5° POSTO MARCHE ........ punti:534

lo scarto di soli 2 punti sta a significare una equivalenza di qualità e tenore di vita tra le due Regioni .
Personalmente non avevo bisogno della indagine annuale del Sole 24H per accorgermi che nella mia Regione Marche si vive ottimamente! NOI Marchigiani siam contentissimi di vivere in questa civile ed ordinata Regione senza nessuna velleità di emulazioni! Quello che ci differenzia dai vicini amici Romagnoli ( soprattutto!) è il NON desiderio di " sfottere" tutto ciò che non CI assomiglia.. come purtroppo invece capita ai sig Romagnoli! E' questione caratteriale .. LORO son inclini a considerarsi come una specie di " tribù" con usi e costumi spesso omologati tra loro, e quindi spesso decadon nel distinguersi polemicamente su tutto ciò che non si uniforma al LORO concetto identitario! Noi Marchigiani abitiamo una terra al Plurale ..ovvero le MARCHE che è una pluralità di USI-COSTUMI che viviamo come "differenza ricca" Quasi ogni vallata ha un suo idioma caratteristico, gastronomia, usi , costumi-storia .. folclore ecc..
Tutto ciò deriva dalla Storia delle Marche che han visto la contemporanea presenza di Grandi Signorie ( Ducati), tante piccole Signorie, Liberi Comuni, Territori Imperiali , repubblica Marinara ( Ancona) che han favorito un fiorire " diffuso" sul territorio di tante caratteristiche indipendenti nel campo storico-architettonico-culurale difficilmente riscontrabili in egual misura in altri territori italiani . Nelle Marche non ci si annoia mai ...per la grande diversità dei paesaggi e delle tipicità locali !
Romagnoli e Marchigiani in questo sono assai DIVERSI e forse non si potranno mai capire ... ma MAI un Marchigiano in virtù di tal diversità giunge ad offendere o denigrare un suo simile perchè siam appunto abituati culturalmente e geneticamente a vivere in armonia le diversità che percepiamo come una RICCHEZZA e non come un disvalore . Se ALTRI han concetti diversi .. mi dispiace per LORO e non desidero certamente EMULARNE il comportamento!
Saluti dalle Marche

Anonimo ha detto...

Bel commento del signore precedente complimenti, molto ben dettagliato!!
Stavo pensando ad una cosa, probabilmente utopica, fantasiosa,stupida oppure attuabile in un futuro, tanto in questa Italia le cose impossibili sono le prime a realizzarsi...beh pensavo che riguardo al fatto dell'emulazione tra marchigiani e romagnoli, forse potrebbe riguardare una parte precisa delle Marche, ovvero quelle del nord, si perchè, credo che in un futuro Pesaro,Fano o anche la provincia di Pesaro si possa aggregare con la Romagna che nel frattempo sarà diventata regione staccandosi dall'Emilia...voi direte che sono un visionario, ma forse una briciola di verità su questa cosa ci potrebbe essere perchè intanto la Valmarecchia è passata e probabilmente anche la provincia di Pesaro che credo sia la fotocopia della Romagna un pensiero lo farebbe, quindi un'emulazione potrebbe avvenire in questo senso.
Mi piacerebbe sapere se anche qualcuno di voi ha mai pensato a questa cosa.

Anonimo ha detto...

OH la fantasia Italica rende possibile l'impossibile, ma NON reputo possibile la migrazione di tutta la prov di Pesaro-Urbino nella futura regione Romagna ( se essa prenderà luce!). Le caratteristiche di " meticcità" ( mi si passi questo termine!) della valle Marecchia e valle del Conca NON si riscontrano nel resto della provincia : Valle del Foglia, Valle del Metauro,Valle del Cesano ben lontane dal concetto di " romagnolità" tipico delle zone di confine sopra citate . Sarebbe una forzatura storico-culturale che anche in un panorama " balcanico" risulterebbe infondata!Bisogna stare molto attenti a seguire i voli pindarici della fantasia...è vero che l'Italia non sono i Balcani....ma se si diffondessero tali voli "pindarici".... meglio abbandonare questa piccola Italia che veramente rischierebbe un certo tipo di " balcanizzazione " ma ..niente paura .. NOI non siam un Paese così serio da intraprendere la barbaria Balcanica ! A mio modesto avviso: o si aboliscono le Province o si aboliscono le Regioni
tutte e due le statualità sono un anacronismo pericoloso per il proseguo federale di questo disastrato Paese Italia! A mio modesto parere necessita la costruzione di Aggregati Regionali e non " campanilismi" di fazzoletti di Arlecchina memoria che superi il concetto di Provincia e Regione per entrare in "ambiente" più ampio
di rappresentanza territoriale. Pensare che il futuro Federalismo possa reggersi sulla attuale suddivisione Amministrativa del territorio Italiano è pura demagogia che non reggerebbe al peso economico ! Bisogna pensare più in " grande" individuando
2 aree al Nord
1 area al Centro:
Romagna-Marche-Toscana-Umbria-Abruz
zo)
Lazio come Territorio di Capitale Federale
1 area al SUD.
In questo senso il Federalismo sarà un concetto sostenibile, pena il rischio di essere colonizzati dalle Economie di Stati (ben più SERI di noi) dell'Europa.Ma si sa le colpe le ricerchiamo sempre in " esterno"
senza mai confrontarci con la NOSTRA piccola mentalità di Torri e Campanili .
saluti da Ancona

Anonimo ha detto...

La futura regione Romagna....sì ci mancava anche questa ! Se solo il passaggio di 7 comuni alla prov di Rimini costerà alla comunità quasi 10.000 miliardi di vecchie lire, quale sarà il costo della realizzazione della futura Regione Romagna? Che fine faranno poi tutti gli altri referendum( una ventina) svoltisi positivamente per il passaggio di Regione ?( vedasi ad esempio altopiano di Asiago dal Veneto al Trentino ecc... ) Già si chiede la istituzione di nuove Regioni come : il MOLISE-SANNIO ,e poi la Regione Lunezia( Modena-Parma-Reggio- Emilia-Piacenza e parte della alta Toscana )
IO proporrei una semplice e banale ideuzza... facciamoci Governare da Tedeschi-Francesi-Spagnoli nei vari comparti delle Amministrazioni Statali... forse incomincerem a diventare un vero STATO SERIO di livello EUROPEO e non la Repubblica di Banane creata da questa miasmatica classe politica nostrana!
Saluti da Fano

Anonimo ha detto...

al sig di Ancona ( 5 gennaio- 11,24)

Condivido totalmente il suo ragionamento, ma per fare questo necessita togliere la attuazione del Federalismo dalle mani della Lega, fare del Federalismo una COSA seria e non la raffazzonata idea che di ESSO ha la LEGA . Dietro ogni movimento di disgregazione territoriale esiste la Lega : Regione Lunezia,Regione Romagna, caso alta val marecchia !Con la creazione della Regione Lunezia e Regione Romagna si verrebbe a disgregare politicamente la Rossa Regione Emilia-Romagna....alla Lega NON interessa un Federalismo MOderno .. interessa sola la disgragazione del Paese in ragione della sua miope e piccola ottica politica delle " piccole patrie " mi aspetto in questa " ottica"che la Lega cavalchi la secessione dei Comuni del Veneto che han votato superando il 50% dei consensi di passare dal Veneto al Trentino, ma non lo faranno perchè ciò sarebbe a discapito del LORO Veneto Leghista!
IL FEDERALISMO E' UNA COSA SERIA E LASCIARLO NELLE MANI DI TALI INDIVIDUI SARA' SOLAMENTE UNA BUFFONATA INSOSTENIBILE ECONOMICAMENTE!
Saluti da Forlì....assolutamente contrario alla regione Romagna ..chi non è contento emigri a San Marino ... tanto anche quelli parlan romagnolo!

Anonimo ha detto...

Il federalismo della Lega è una scatola VUOTA ! Se venisse applicato tal quale secondo le LORO raffazzonate idee causerebbe il fallimento dello Stato Italiano entro pochi anni dalla sua applicazione!Ma nessuno parla di questa eventualità..tanta è la DEMAGOGIA data in pasto al popol BUE ! Per le MIE MARCHE .. in questa DEMAGOGIA strisciante oserei chiedere il rango di Regione a Statuto Speciale come valle d'Aosta ..TrentinoA.A ecc...CHE BELLEZZA sarebbe!
Ovviamente è DEMAGOGIA ma che cosa non lo è in questa Italietta!?
Saluti demagogici da Jesi ( Ancona)

Anonimo ha detto...

NOI Marchigiani ed UMBRI abbiamo fatto una ricostruzione post terremoto..esemplare...NESSUN CASO di malversazione di denaro pubblico , con una intesa tra Regione Umbria e Regione Marche veramente da prender ad esempio ! Lo abbiam fatto in silenzio e con calma .. lontani dagli strombazzi !Quando lo Stato CI ha richiesto il versamento dei tributi sospesi...c'è stata la ressa e la fila di Umbri e Marchigiani alle Agenzie delle Entrate Territoriali a versare l'obolo richiesto!Siamo da SECOLI persone SERIE !
Il passato Sisma verificatosi in Abruzzo mi ha riaperto la ferita nell'anima, solo chi ha sopportato tale evento può capire! Ho partecipato come Protezione Civile Marche ai primi soccorsi.. di un fatto sono FIERO ED ORGOGLIOSO .. son fiero della PROTEZIONE CIVILE DI QUESTO PAESE ITALIA ! Circa la ricostruzione futura di quei territori, se la gestione organizzativa passasse a Abruzzo-Marche-Umbria-Friuli sarei molto ma molto più fiducioso! UN grande abbraccio a tutti gli Aquilani ! Coraggio e non MOLLATE MAI!
Saluti dalle mie Marche
Macerata

Anonimo ha detto...

Regione Romagna ? Bah .... chiacchere
molto più facile che avvenga la dichiarazione della Regione Lunezia( prevista dalla Costituente e momentaneamente " sospesa" ) tale Regione ingloba i territori di : Cremona-Lucca( Garfagnana)- La Spezia-Mantova-Massa Carrara-Parma-Piacenza-Reggio Emilia.
Tale richiesta e proposta è stata avanzata e trasmessa dalle forze politiche promotrici ( Lega-PDL) in data 30/novembre/2009 alla Presidenza della Repubblica-Presidenza della Camera-Corte Costituzionale secondo la prassi e le Norme vigenti della Costituzione Italiana .
Quando la Regione Lunezia verrà costituita ... il restante territorio della Emilia-Roimagna sarà caratterizzato dalle sole province di Bologna-Ferrara-Ravenna-Forlì Cesena-Rimini .
Lo spazio per creare una Regione Romagna sarà molto difficile ed esiguo..quindi che i Romagnoli oltre le chiacchere si dian da fare
prima che le porte si chiudano definitivamente !
Claudio da Parma

Anonimo ha detto...

Ridimensionato il " cemento" del vecchio partito Comunista .. sarà la realtà Emiliana-Romagnola ad andare in frantumi in regione Lunezia e regione Romagna .. e poi Bologna e Ferrara che fine faranno? Questo è lo scopo della Lega e del PDL frantumare la Rossa Emilia-Romagna se il popol BUE di quei territori non lo ha ancora compreso..lo comprenderà!Prevedo che
La Mia Ferrara guarderà più al Veneto che alla bassa Emilia !
Saluti da Ferrara .

Anonimo ha detto...

Le MIE Marche sono una piccola Regione con circa 1.500.000 abitanti,ma questa piccola Regione ha una Sanità Pubblica che si colloca al 4° posto a livello Nazionale come qualità dei servizi. Sempre restando nel comparto della Sanità ... le Marche con un avanzo positivo di +6Milioni di Euro ( anno2009) si colloca tra le regioni italiane con avanzo positivo : Lombardia-Friuli-Toscana-Marche-Umbria-prov di Bolzano)
I conti della Regione sono in perfetto ordine, nel settore Economico nel 2008 il PIL è cresciuto del +18% .. il 5,4% in più della media Nazionale, anche nel 2009 nonostante la crisi il PIL delle Marche supera quello della Media Nazionale con un profilo occupazionale abbastanza stabile si passa dalle 656.000 unità lavorative del 2008 alle 657.000 unità lavorative del 2009 , nonostante la crisi attuale le Marche sono la prima Regione in Italia per numero di Imprese per ogni 1000 abitanti ( 110 inprese ogni 1000 abitanti) raporto Censis del 2009 .Come qualità della vita le Marche sono l'unica Regione Italiana ad avere TUTTE le province nei primi 10 posti secondo il rapporto BILL( Benessere interno lordo) del Sole 24H .
Quindi quale EMULAZIONE con la vicina Romagna ? NOI Marchigiani stiamo benissimo così! C'è tenuta sociale.. si mangia benissimo .. un paesaggio stupendo, nessun problema serio di ordine pubblico! Chi non ci ama pregasi togliersi dalle scatole ..continueremo a vivere bene .. anzi magari anche MEGLIO !
Con i lavori della Quadrilatero avrem finalmente una viabilità interna efficente! Che altro posso dire ? Solo augurare a TUTTI buone FESTE e PACE !
Franco
da Macerata

Anonimo ha detto...

CARO SIGNORE del 4 gennaio-2010 (22,22)

Chiedo scusa ma per caso trattasi di romagnolo che si augura tanto che TUTTA la Provincia di Pesaro Urbino possa passare nella futura ( forse!) Regione Romagna?! Il sottoscritto è un Marchigiano di Fano e non credo proprio che la Provincia di Pesaro-Urbino sia allettata a passar nella Regione Romagna ( se essa vedrà luce!) ..come è stato ampiamente detto ..escluse certe realtà particolari " meticce" della Val Marecchia e limitrofe il resto della Prov è contentissima di esistere alle condizioni attuali..non vogliam EMULARE la vicina Romagna anche perchè non ce ne frega una mazza! Spiacente di deludere !
Saluti
da Fano

Anonimo ha detto...

Si è fatto un pastrocchio di Legge, ma che cosa ci si poteva aspettare da Lega e PDL? Una legge senza nessuna stima e copertura finanziaria, una legge senza norme transitorie, una legge senza norme attuative ! Non si può varare una Legge scaricandola poi sugli Enti Locali !
E' stato inviato un Commissario "Governativo... ma che cavolo si deve " governare" se per il passaggio non c'è 1 Euro di copertura? Faticosamente la Prov di Rimini e prov Pesaro-Urbino hanno ultimamente stilato un documento di linea guida per gestire il " passaggio" ma con quali soldi? Il Governo ha fatto sapere che tutto il costo deve esser a carico della Regione Emilia-Romagna e Regione Marche e dove si pensa che le 2 Regioni riescan a trovare si presume 10.000 miliardi(ma nessuno sa ancora stimare il costo reale di tutta l'operazione )di vecchie lire ..vista la crisi imperante? Se non ci sarà un Fondo Straordinario Governativo... si posson scrivere carte e carte.. ma se mancan i soldini ...ci vorran anni ed anni per risolvere tutte le problematiche inerenti il " passaggio" e ciò finirà per creare seri problemi a tutta la comunità di quei 7 Comuni
difesi a chiacchere dai paladini politici della secessione!Questa è la bella Italia che ci fornisce questa classe politica raffazzonata
Quei 7 Comuni non son più di interesse della Regione Marche..se altri li voglion seguire.. accomodatevi e fatevi sponsorizzare magari dagli stessi illustri politici della Lega.. e tanti auguri! Salite sulla agognata bicicletta" pedalare e togliersi dalle palle alla svelta !
Carlo da Fano

Anonimo ha detto...

la mostruosità legislativa è quella che permette ai soli Comuni interessati a cambiar Provincia di esprimersi tramite voto nel referendum.. mentre tale possibilità deve esser consentita a tutta la Comunità delle Province interessate a tal passaggio amministrativo.. visto poi che i costi del " passaggio" vengon spalmati su tutta la Comunità delle 2 Province !
In questo caso( 7 Comuni Alta Val Marecchia) dovevan esprimersi con il voto tutti i cittadini della Prov di Rimini e della Prov di Pesaro-Urbino... con INDICAZIONE del relativo COSTO (stimabile a priori) e relativa assunzione di responsabilità delle 2 Comunità Provinciali ed Istituzioni Provinciali a ripianar tale COSTO preventivato .
Sono regole semplici di elementare responsabilità e trasparenza, ma in questa Italietta delle banane.. basta raccontar baggianate per assurgere agli scranni della alta politica!
VIVA l'ITALIA
Gino da Parma

Anonimo ha detto...

Premetto che son Piemontese e quindi non infervorato emotivamente dalla questione della secessione di quei 7 Comuni. Riepilogando è stata varata una legge sponsorizzata da Lega -Pdl senza norme attuative, senza norme transitorie, e soprattutto senza copertura FINANZIARIA , il Governo ha fatto sapere che se ne frega e che tutto il costo lo devon sopportare gli Enti Locali ( Regioni e Province interessate) vista la crisi economica Nazionale..è questo un bel ragionare ! Secondo il mio avviso la regione Marche dovrebbe .. visto il" chi se ne frega" a livello Governativo .. esprimere un altro " Chi se ne frega " e disinteressarsi completamente del passaggio amministrativo dei 7 comuni che per legge sono già in E-R ...
Che il Governo mandasse l'esercito per obbligare la Regione Marche( la cui Giunta Regionale ha espresso voto contrario sul distacco dei 7 Comuni) a sopportare l'onere finanziario, NON nel caso E-R e Prov di Rimini che han votato a livello di Giunta Regionale in modo affermativo per l'accoglimento dei 7 comuni,per tale Regione è implicito la assunzione di ONERI FINANZIARI .
Le Marche se il processo si impantana causa mancanza di fondi .. han poco da perdere .. a perdere sarà quella comunità che LEGALMENTE NON FA PIU' PARTE DELLA REGIONE MARCHE.
Ciao a tutti
Giulio
da Cuneo

Anonimo ha detto...

Il ragionamento" asettico" e provocatorio del signore piemontese
è condivisibile ! Basta con queste buffonate sponsorizzate da politici raffazzonati al grido di " armiamoci e partite" !
E' un classico della mentalità italiota media che sta affossando questo Paese ridicolo .
Fabio
da Firenze

Anonimo ha detto...

Che dire .. esiston dalle mie parti.. comunità montane che certo non son servite meglio di quei 7 Comuni !
Quelli son 7 Comuni fra i monti .. e fra i monti resteranno .. vivran sempre di marginalità anche in pro di Rimini ! Pensare che si risolvon i problemi cambiando Provincia è puerile !
Francesco
da Lanzo Torinese

Anonimo ha detto...

Non voglio considerare le motivazioni della secessione di quei 7 comuni..ho letto un poco ..e le trovo ridicole..ma contenti LORO !
Quel che mi interessa stabilire è il futuro di questo Paese CHE deve ESSERE di STATO NAZIONALE .. non capisco perchè lo STATO NAZIONALE funziona in FRANCIA e non funziona da NOI ! Forse perchè in Italia ci sono ITALIANI ... bene ..importiamo FRANCESI ed il problema sarà risolto!
Autonomie ..autodeterminazioni...tutte stronzate per il popolo BUE che crede ancora alle stronzate di una classe politica dirigente che NON sa GOVERNARE UNO STATO MODERNO, invito TUTTI i giovani seri e volenterosi di NON perdere TEMPO in questo PAESE ridicolo e di ANDARSENE... l'Europa è GRANDE !
NON SPRECATE i vostri migliori anni di vita in una accozzaglia di individui che rispecchiano perfettamente la classe politica che li sgoverna!
Carlo da TRENTO

Anonimo ha detto...

Non centra nulla con la secessione dei comuni della Valmarecchia, ma voi sapete qualcosa su questa presunta regione Lunezia?
E' un'altra invenzione di qualche mente visionaria o potrà trovare in futuro concretezza?
Cercavo in rete delle informazioni, praticamente se questo avverrà sarebbe una gran regione.
Saluti da Fano.

Anonimo ha detto...

la richiesta di istituire la Regione Lunezia è una iniziativa di forze politiche locali ( PDL-LEGA) e tale informativa è stata già spedita alla presidenza della Repubblica-Senato e Corte Costituzionale. Comunque se vuoi saperne di più vai sul sito: WWW.Lunezia.com ) o digita semplicemente "regione lunezia " troverai tutte le motivazioni e l'iter intrapreso.
Sì sarebbe una bella regione..ma sarebbe anche la fine della Emilia intesa come territorio amministrativo!
Saluti
da Senigallia

Anonimo ha detto...

Al sig di Fano ..... siccome sei di Fano .. c'è del vero sulla possibile riapertura della ferrovia Fano-Urbino o è la solita sparata pubblicitaria pre elettorale di ben nota forza politica .. EX AN ?
Ciao
Carlo da Urbania

Anonimo ha detto...

OH ... Fano.... bella città .. altro che quel cesso di Pesaro !
Ho cercato su internet la questione della ferrovia .. ma si capisce ben poco ! Se il sig di Fano ne sapesse di più !
saluti
Giorgio
Jesi

Anonimo ha detto...

Ho già dato un'occhiata al sito della Lunezia, beh è un progetto ambizioso ma credo utopico.
Staremo a vedere gli sviluppi, se ci saranno.
Rispondo ai due Signori di Urbania e Jesi riguardo la ferrovia Fano-Urbino.
Sinceramente so che esiste il progetto di risistemare il tratto ma non so se sono solo parole, io me lo auguro davvero!!!
Saluti da Fano.

Anonimo ha detto...

Al signore di Fano
Speriamo proprio che si ripristini il tracciato della vecchia ferrovia verso Urbino e che se fosse protratta verso Pergola allacciandola alla Pergola-Sasoferrato-Fabriano , insomma il " vecchio tracciato" sarebbe fenomenale per la valorizzazione di una grande zona interna delle Marche ..ricchissima di paesaggi e beni architettonici . Speriamo.
Salutami la Tua e Nostra bella Fano
Marco da Fabriano

Anonimo ha detto...

Un saluto anche a te Marco!! sarebbe un bellissimo progetto che se andasse a buon fine valorizzerebbe l'entroterra di questa bellissima regione.
A me piace il nostro entroterra, non l'ho visitato tutto, anzi, ancora ho parecchio da visitare ma sono veramente belli i paesaggi delle colline marchigiane con i loro paesini caratteristici, le persone sono tranquille e rispettose, insomma noi marchigiani siamo gente in gamba!!!

Anonimo ha detto...

Vorrei tanto che Urbino diventasse capoluogo di provincia!!
Voi cosa ne pensate?
E' una cittadina fantastica.

Anonimo ha detto...

Già in teoria Urbino lo sarebbe in coabitazione con Pesaro , ma è da Pesaro che TUTTO si amministra, invece occorre riportere ad Urbino tutte le Competenze Provinciali di amministrazione di TUTTI i territori interni . Una NETTA suddivisione di COMPITI amministrativi .. ridando ad URBINO la centralità che si merita e che le spetta per Storia e posizione geografica!
Pino
Fossombrone

Anonimo ha detto...

Infatti Urbino c'è nel capoluogo ma è come se non ci fosse, diciamo che è invisibile e questo è davvero un peccato.

Anonimo ha detto...

necessita che gli Urbinati( intesi come classe politica) escan dal loro dorato esilio ed incomincino ad occuparsi seriamente del LORO ruolo .. altrimenti che senso ha la " coabitazione " con Pesaro nel ruolo di Capoluogo? Si tratta di mostrare i " cosiddetti" se si possiedono!

Anonimo ha detto...

Urbino è una cittadina ricca di storia e prestigio dove si vive bene o almeno mi ha dato questa impressione.Sarebbe molto bello se ripristinassero il tratto di ferrovia Fano-Urbino, un buon inizio per collegare sempre di più Urbino con la costa.
Anche secondo me dovrebbero farsi sentire gli urbinati, questa cosa di dover sempre soccombere dal capoluogo è triste.
Spero che in futuro le cose cambino, Urbino deve ritornare ad avere la sua meritata visibilità e prestigio in quella provincia!!!

Anonimo ha detto...

La questione della riapertura della linea ferroviaria Fano-Urbino è prevista dall'accordo Stato-Regione siglato dalla Regione Marche -Governo in data 9/ marzo/2009.
Come è stato già evidenziato da molti , la Politica Regionale è troppo incentrata sul" livello della costa" e si dimentica di tutto l'entroterra ,se continuerà tale MIOPIA sarà inevitabile la " secessione" dei " territori" interni verso Regioni confinanti come : E-R, Toscana,Umbria . Quando ciò accadrà ... NULLA avrà da meravigliarsi la attuale Classe Politica Regionale .. essa avrà raccolto ciò che ha seminato : " disinteresse" !

Anonimo ha detto...

Se continuerà tale " disinteresse" della Politica Regionale verso i territori " interni" la Regione Marche rischierà di perdere tutta la zona " appenninica" e " preappenninica" della Prov PU e Prov AN . Se il caso dei 7 Comuni della Valmarecchia non ha insegnato nulla , tali situazioni si ripeteranno ! I territori " interni" della Regione sono stanchi di questo " disinteresse" !

Anonimo ha detto...

il " disamore " della classe politica Regionale verso i territori interni della Regione è purtroppo assai evidente : strutture viarie pessime e non più confacenti alle necessità ! Sembra che ci si " accontenti" della SOLA costa.....TUTTO ruota attorno alla COSTA ..fiduciosi che NULLA potrà cambiare nel " consenso" espresso, NON sarei così fiducioso!Incominciamo dalle prossime Regionali ad intaccare questa LORO fiducia! NELLE MARCHE si può e si deve CAMBIARE .. incominciamolo a pretenderlo esprimendoci con il VOTO alle prossime Regionali . NON è più possibile tollerare questa POLITICA "costacentrica "!

Anonimo ha detto...

Sembra quasi che NOI abitanti delle "zone interne " rappresentiamo solo un problema per la Classe Politica Regionale, se siamo solo un " problema" per LORO .. tanto vale non " opprimerli" più con tale " problema" .... chiedendo la " annessione" a Regioni come Umbria , Toscana, E-R !
Se la Classe Politica Regionale continua nella sua " miopia" si assisterà ad un effetto" centrifuga" dei territori interni delle Marche verso le Regioni confinanti
Le Marche Interne sono stanche di NON essere considerate!

Anonimo ha detto...

La riapertura della Fano -Fermignano-Urbino porterebbe un grande servizio alle decine e decine di migliaia di studenti universitari , collegherebbe la Urbino ( patrimonio Unesco) alla linea di costa con evidente aumento di " flusso" turistico sulla Città e su tutto il territorio ! Collegando poi tale ferrovia a Pergola ed alla già esistente Pergola-Sassoferrato-Fabriano si darebbe visibilità e sviluppo turistico ed economico generale a tutto un vasto territorio interno !
Una SERIA Politica Regionale dovrebbe RAGIONARE in grande e non restare chiusa nelle cittadelle di costa tipo Pesaro ed Ancona ! Disinteressandosi completamente di tutto il territorio oltre i 40km dalla costa!
Facciamoglielo capire con le prossime Regionali !

Anonimo ha detto...

Se prendiamo come riferimento Pesaro è una città-cantiere aperta tutto l'anno, grandi progetti, costruzioni, costruzioni, costruzioni, costruzioni, palazzoni, palazzoni, palazzoni, grattacieli, case, case, case, case, forse sta pensando in grande per diventare il nuovo capoluogo di regione?
comunque grandi opere nei prossimi cinque anni ne vedremo, questo è garantito.
Appena ci spostiamo verso l'interno si respira aria più pulita, lontani dalle innumerevoli colate di cemento e dalle grandi opere spocchiose e spavalde.
Mi è sempre piaciuta Urbino, l'unica pecca sono i collegamenti.
Il ripristino della linea ferroviaria deve essere una priorità, non credo sia un fallimento visto che tanta gente sceglie Urbino dove studiare, viverci e visitarla, per cui credo che i costi di gestione siano ammortizzati.

Anonimo ha detto...

http://www.ferroviafvm.it/progetto.html
Secondo il presente studio di fattibilità , il ripristino della Fano-Urbino presenta un riscontro economico POSITIVO di 1,5 milioni di euro/ anno . La regione Marche ha inserito la riapertura della Fano-Urbino nel " piano Infrastrutture Regionale" presentato e siglato nell'accordo Stato-Regione.
Se si passerà dai " propositi" ai " fatti" lo verificheremo! E' indubbio che la riapertura di tale linea ferroviaria.. porterà grossi vantaggi a tutta la popolazione studentesca di Urbino e collegherà tale città alla linea di costa icrementando il turismo in tutto il territorio .
Prendere ad esempio PESARO .. assolutamente NO .... NON abbiam bisogno di ulteriori colate di cemento ! Pesaro ... nuovo capoluogo di Regione !..... penso proprio che NON sarà possibile nè politicamente nè Istituzionalmente , dopo la figuraccia che tale classe politica Pesarese ha fatto con il caso Altavalmarecchia ! I signori di Pesaro dovran occuparsi maggiormente della loro provincia se non voglion rischiare di perderne altri pezzi!

Anonimo ha detto...

Ma per carità ... PESARO ed i suoi politici ! Quello che mi fa incavolare : un EX Presidente di Prov PU ..responsabile politicamente della " secessione" dell'altavalmarecchia, trombato dai Marchigiani alle passate Europee , abbia ancora il coraggio di venire a parlare agli STESSI Marchigiani ? In qualsiasi altra Regione tale politica fallimentare provinciale ..ripeto CAUSA della Secessione.. avrebbe instaurato un dibattito molto acceso, invece da NOI tutto passa in SILENZIO ! La classe Poitica Pesarese NON ha NULLA da
insegnare solo IMPARARE ad esser MARCHIGIANI non UNA VIA DI MEZZO .. rischiando di stare sulle palle a TUTTI !

Anonimo ha detto...

Il problema della provincia di PU è l'assenza di un sentimento comune di marchigianità.
Marchigiani nella carta ma non dentro.
Non voglio fare polemica perchè non voglio generalizzare ma questi signori devono far chiarezza con chi stare, o con i loro "cugini" o "simili" romagnoli o far parte di questa regione.
Non mi meraviglio che quei sette comuni se ne siano andati, quella provincia è molto frammentata, certo, ognuno è libero di esprimere le proprie idee e convinzioni ma questa politica identitaria del sentirsi "a metà" o una via di mezzo tra due regioni è assurda.
Non mi meraviglio neppure se il capoluogo Ancona, con tutti i suoi limiti, non nutra tanta considerazione per quella provincia se per primi loro non vogliono nulla a che vedere con gli anconetani nè tantomeno con le Marche.

Anonimo ha detto...

condivido in parte; le comunità della vallata del Foglia, del Metauro, del Cesano ... almeno per esperienza diretta si sentono parte integrante della regione ! Caso a parte i " comuni" di confine che evidentemente " soffrono" di un " complesso" di inferiorità verso i loro vicini romagnoli .. che son assai bravi a far sentire gli "altri"inferiori!
Il problema di quella Provincia è la SUA CLASSE POLITICA assolutamente miope ed arruffona.
Dove si è mai visto un EX presidente di Provincia con grossa responsabilità politica per il fatto della secessione, trombato alle elezioni Europee .... ed ora segretario Regionale del PD .. che e se ne va in giro a parlare ai Marchigiani per le prossime Regionali ... LUI !!?
E' la classe politica Pesarese che non vale un fico secco !

Anonimo ha detto...

La colpa è della LORO Classe Politica Provinciale che si disinteressa completamente dei territori interni della provincia. Tempo fa son andato a Sassocorvaro.... il posto è molto bello !! Ma.. soprattutto il paese sul Lago... in totale abbandono... una tristezza ...!!Un lago artificiale che sembra estraneo ..nessuna attività turistica e di ristoro sulle sue sponde .. NIENTE di NIENTE ! In Romagna un simile posto sarebbe rivalutato al MASSIMO! E' questo disinteresse della Provincia verso i suoi territori interni che è mortificante ! Non è totale colpa delle popolazioni .. bensì TOTALE colpa di una Classe Politica Provinciale INCAPACE di amministrare e valorizzare la Provincia ! Tutta occupata sulla COSTA sempre più imbruttita con colate di cemento ! E' la classe politica Pesarese che va buttata a mare.. ma lo devon fare gli abitanti della Prov . PU !

Anonimo ha detto...

Ovvio che NON bisogna generalizzare,ma si tratta di "popolazioni" dalla personalità assai labile e facilmente influenziabile da un " vicino" molto spesso "trombonesco" oltre la misura della normale decenza ! Tali "popolazioni" dovrebbero esser fiere dei loro AVI che si son sempre opposti ai Malavoglia Riminesi fino a decretarne l'annichilimento ..ma qui si tratta di " cultura storica" del grande Ducato di Urbino ma in tal periodo di "ignoranza" diffusa è " normale" perdere ogni " radice" del proprio glorioso passato. Se a tale "ignoranza" delle proprie " radici" si aggiunge una classe politica Provinciale inetta ed insensibile al proprio territorio interno ..rivolta ossesionatamente a " curare" la linea di costa .. il " quadro" della situazione è completo! Se poi dei cittadini smaniano per andare in E-R liberissimi di farlo ... si traferiscan pure con la loro famigliola .. valige e valigette ... ma SENZA portarsi appresso il "TERRITORIO" perchè NON è il LORO ma dei loro AVI che lo han fondato con il proprio " sangue" . Se quei " signorini" non son di questo avviso che ricorrano all' ONU , si "incatenino" dove vogliono ..... MA il TERRITORIO NON SI TOCCA NE' SI MODIFICA . La legge sui referendum " secessionisti" deve esser modificata ..... TUTTI i residenti della Prov interessata al distacco di certi Comuni DEVOVO esprimere il loro parere tramite il VOTO e NON solamente i " diretti Comuni interessati" . Prima la Legislazione prevedeva questa " prassi" ..andate a vedere quale GENIO politico ha modificato questa " prassi" favorendo i " pruriti" di certe popolazioni . In Italia si son espressi positivamente almeno un dozzina di "referendum secessionisti.... MA solo per quei 7 Comuni è stato rispettato tutto l'iter parlamentare , per i 12 comuni dell'altopiano di Asiago che si son espressi positivamente per secedere dal Veneto ... TUTTO tace ! Tanto che i promotori han fatto ricorso alla Corte Europea ! E' la politica dei 2 pesi e delle 2 misure ... forse perchè il Veneto è governato dal Centro-destra e dalla Lega "paladina" dei POPOLI .. che mal sopporterebbe una decurtazione territoriale del SUO Veneto ?

Anonimo ha detto...

NON SOLO ripristinare questa "prassi" ma nel caso di " secessione" che tali " territori" secessionisti e la loro nuova Regione / Provincia restituiscan tutti i finanziamenti proporzionali che la Prov/ Regione primitiva ha espresso in tali territori negli ultimi 20 anni ! Perchè non sono solo soldi LORO ma di tutti i cittadini della primitiva Provincia/ Regione ! Si strombazza tanto che stiam andando verso un " federalismo" delle Regioni .. bene
che sia la Regione a svolgere tutela giuridica dei propri interessi e non il solo interesse di 7 Campanili!

Anonimo ha detto...

Ma parliamoci CHIARO .... vivo in prov di Ancona ai confini con l'Umbria .... lavoro a Gubbio ...ho amicizie in Umbria ... mi diverto in Umbria ... ma non per questo pretendo che il MIO comune seceda dalla Prov di AN per passare in prov di PG ! La stessa cosa capita amici Umbri di Gubbio e Gualdo Tadino che lavorano nelle vicine vallate Marchigiane.. neanche loro si sognano di passare dalla Prov .PG alla prov di AN ! Popolazioni serie.. si comportan in questo modo.. con dignità ed amore per la propria storia-cultura e non come gente in " vendita" !

Anonimo ha detto...

Ma infatti !
Abito a Gualdo Tadino ( PG) e lavoro da 15 anni a Fabriano ( AN) in una grande industria ( che fortuna NON è la Antonio M ! ) quindi buona parte della mia esistenza si svolge in quel territorio delle Marche ... amicizie..svaghi..lavoro ecc.. ma sono UMBRO .. e non rinnegherò certamente la mia Regione .. seppur la Regione Marche mi ha dato lavoro ecc..ecc.. Ma ancora nel 2010 stiam a pensare a "appartenenze" e cavolate del genere!? I problemi esiston ovunque e non si migliorano cambiando Prov o Regione .. si migliorano restando nella propria provincia e Regione! Se poi certi signori han "smanie" o fregole diverse.. liberissimi di trasferirsi con le loro "masserizie" MA il territorio NON deve esser MODIFICATO , liberi di togliersi dalla " palle" con i propri beni privati ... MA il TERRITORIO ( inteso come Istituzione) NON E' UN BENE PRIVATO

Anonimo ha detto...

se i 7 campanili della alta valmarecchia non si troveran a loro uso e consumo in RN ... vedrete che chiederan di essere annessi da San Marino .. tanto anche quelli parlan romagnolo..bevon sangiovese e mangian piadina , " Francia o Spagna ..basta che se magna " !

Anonimo ha detto...

Cerchiamo di non generalizzare, la prov PU non è tutta uguale , la non " marchigianità" per vari motivi di scarsa autoconsiderazione esiste OLTRE il crinale del Carpegna ..ovvero valle del Marecchia e valle del Conca ove le popolazioni son attirate dal circo riminese.. favorite oltre che da una propria scarsa autostima .. ANCHE e soprattutto da scarsissima attenzione da parte della classe politica della Provincia PU .Si tenga presente che la PROV PU arriva fino alla cittadina di Pergola.... ben lontana dagli influssi romagnoleggianti . Ripeto il problema esiste nelle zone citate e non lo allargherei a tutta la Provincia. Discorso a parte invece la classe politica Pesarese TOTALMENTE seduta sulle sdraie della loro spiaggia! Le colpe di certe situazioni vanno ricercate in una classe politica amministrativa arruffona ed incosistente a valorizzare ed amministrare degnamente il territorio " interno " .

Anonimo ha detto...

Le Marche non a caso sono al plurale ed esistono " differenze" culturali-linguistiche-gastronomiche tra le varie realtà Marchigiane ad esempio tra abitanti della Prov di Ancona con quelli di Macerata, Fermo,Ascoli ma tali " diversità" sono una ricchezza e NON si assite alla " svendita" di territori come in certe zone di PU ...tipo i 7 della Valmarecchia ... si posson rivendicare disagi .. ecc... ma alla base sta , oltre le colpe degli amministratori di PU, ... una scarsa stima ed autoconsiderazione delle popolazioni locali che va ben oltre a certe rivendicazioni sostanziali ! NON vivevono certo ABBANDONATE nel deserto Istituzionale-Amministrativo.

Anonimo ha detto...

In effetti è vero, non si è mai vista una provincia così frammentata, tanta gente non si reputa marchigiana ma romagnola, nelle altre non ci sono mai state rivendicazioni,ci possono essere campanilismi ma ognuno vive tranquillamente, quindi credo proprio che la Romagna sia riuscita sempre ad attirare questa gente facendola sentire in minoranza.
Probabilmente perchè appartenere alla romagna significa essere fighi e superiori rispetto al marchigiano, insomma una preziosa etichetta per persone che hanno una forte carenza di autostima.
Questa regione è bellissima da un lato mentre questo pluralismo e disomogenità se per alcuni è una ricchezza, a me rende interdetto per certi versi, non riesco a coglierla per certe realtà sinceramnte.

Anonimo ha detto...

@ al sig precedente
il tuo ragionamento è sostanzialmente valido per quelle popolazioni di confine, ma ti assicuro che in altre zone della prov PU non si ha tutta quella scarsa autostima ! Abito a Fossombrone ( PU ) e il folclore piuttosto " rumoroso" della romagna mi può solo creare un certo fastidio ai timpani ( per esser gentile!) e conseguenziale sorriso ! Poi penso che i vari problemi si affrontano dialogando ed inponendosi nella propria Provincia e non scappando in altra e sperando in maggiore bonomia !Comunque non voglio entrare in questa discussione .. han fatto quella scelta .. almeno il " tormentone" è finito ... auguri !
Non ho ben capito che cosa ti lascia interdetto di questa Regione in riferimento alla sua " diversità" .... se precisi ..forse possiam meglio dialogare .La diversità è un retaggio storico, le Marche son state uno dei pochi territori che ha visto contemporaneamente la presenza di Terre Imperiali, Grandi Signorie,Piccole Signorie, Liberi Comuni, Repubblica Marinara . MAI una CITTA' ha imposto la sua supremazia su altre realtà e questo ha favorito tutto un proliferare di realtà autosufficenti ed indipendenti .. con tutto quel che ne consegue ..arte..costumi..tradizioni, ogni paese un Teatro .. una opera d'arte.. una " eccellenza" ! Per vivere in queste diversità ..OGGI ..necessita una mente " elastica" nel resto delle Marche ciò avviene ..se per quei sette comuni non è stato così ... mi dispiace per loro ..che ti devo dire ! Non so da dove scrivi .. ma ogni vallata ha una sua gastronomia particolare ..non esiste " massificazione" e trovo tutto ciò stupendo , se entri in prov di Macerata .. TUTTI ti parlano dandoti il " TU " fantastico!
Ciao

Anonimo ha detto...

Mi lascia perplesso una cosa, nelle Marche vi sono quattro province che hanno differenze tra di loro, ma nelle loro differenze li accomunano sempre un sentimento di marchigianità.
Nella provincia di PU mi è parso che ciò non vi sia più di tanto, salvo ovviamente lei e altre realtà che esistono sicuramente. Non voglio far riferimento a quei 7 comuni secessionisti, in generale sembra una provincia senza identità.
Anche la gente stessa non si considera marchigiana ma romagnola, come se prendesse le distanze dalle altre province, sembra che non vogliano appartenere a questa regione, si sentono in un mondo a parte molto più affine alla romagna.
Queste sono le mie riflessioni, spero di esser stato chiaro.
Saluti.

Anonimo ha detto...

Gentile signore, il sottoscritto vive in questa provincia PU da 60 anni ed ho maturato certe riflessioni ( dovute alle frequentazioni ecc..ec..) che ho espresso , scusi LEI in quale città risiede per esternare riflessioni così diametralmente opposte ?

Anonimo ha detto...

in riferimento al sig di " mi lascia perplesso una cosa " del 5 febbraio.

Sono nativo e residente in Acqualagna ( PU ) e rassicuro che sto benissimo nelle MIE Marche !

Anonimo ha detto...

al sig del 5 febbraio 2010

Nato et vivente in quel di Urbania (PU) felicissimo di esser un marchigiano di questa bella Regione Marche .
Saluti

Anonimo ha detto...

ma che è un " sondaggio" ? Comunque sono di Cagli (PU) e mi sento Marchigiano al 100% ..... quella di quel signore mi è parsa più una provocazione .... ed anche un poco interessata ! Se mi son sbagliato .. chiedo scusa .
Saluti

Anonimo ha detto...

a quel signore che asserisce " anche la gente stessa non si considera marchigiana ... ecc "
Beh IO sono una Gente ed abito a Cagli ( PU) ed asserisco di sentirmi contento di essere Marchigiano .. spero di non deludere quel signore !
Spero ed invito altri Marchigiani della prov PU ad esternare il loro pensiero .. onde fugare certe riflessioni un poco stranucce.. se mi si consente !
Saluti

Anonimo ha detto...

salute a tutti , sono di Fano (PU) quindi son privo di identità , ma per favore ! Stracontento della mia Marchigianità ... forse certa gente non ha capito che dalle nostre parti non siam fatti tutti con lo " stampino " oppure si manifestan desideri diciamo interessati ?

Anonimo ha detto...

Vi chiedo scusa, non era assolutamente una provocazione o una polemica, era semplicemente un mio pensiero, ma posso anche sbagliare visto che non mi sono mai reputato omniscente.
Scusate ancora.
W le Marche!!!

Anonimo ha detto...

al sig 7 febbraio

NO.. per carità niente scuse...non son necessarie ! Sarebbe gentile sapere da quale città o paese il tal signore esterna le sue riflessioni, ovviamente Ella non è un marchigiano, forse romagnolo? Sì son cattivello non bisogna pensar male che si fa "peccato" ma a volte ci si indovina come disse un certo " gobbetto" di vasta esperienza ! il " W le Marche" noi marchigiani lo diam per scontato e sbagliamo perchè dobbiamo scriverlo
W le Marche ! E questa è una esternazione SINCERA !
Saluti da Marotta ( PU )

Anonimo ha detto...

via ragazzi .. un NON marchigiano rimane sempre perplesso nel constatare tutte le nostre diversità e NON capisce che NOI siam fatti così, nulla da criticare verso i vicini romagnoli ( se non rompon tanto i cosiddetti! ) LORO son " uniformi" e quindi CI vedon in modo anomalo ...beh che andassero da un buon oculista ! TUTTO qui ! Madonnina sono da GENERAZIONI di Cantiano ( PU) e son strafelice di appartenere alla Regione Marche

Anonimo ha detto...

OH.. ancora con questa storia di scarsa identità ! Vi scrivo da Pesaro ed ovviamente parlo un dialetto simile , NON UGUALE , al romagnolo ma questo che vuol dire ? In Ancona si parla " anconitano " allora? figuratevi che Marotta cittadina è tra prov (PU) e prov ( AN) e non li vedo deambulare a ripetersi " CHI SONO ? " da PESARESE amo le mie Marche .. anche se riconosco che noi pesaresi siam un poco troppo fichetti .. via ! il marchigiano medio rifugge dallo " stampino" uniforme fa parte della sua cultura
che un " esterno" fa fatica a comprendere, ma a NOI sta bene così
saluti da un Marchigiano di Pesaro ( PU) Regione Marche .

Anonimo ha detto...

Sono di Ascoli Piceno ma se mi permettete vorrei intervenire , tempo fa incontrai un turista ... dal fichettismo e puzzetta sotto il naso: romagnolo di Rimini che disquisiva sempre su questo e su quello .. non voglio farvela lunga.... poi mi chiede una informazione su un certo borgo in prov di Ascoli che voleva visitare, gentilmente gli ho fornito TUTTE le informazioni ..... l'ho spedito in Abruzzo e penso che stia ancora girando... perso .. nel massiccio del Gran Sasso !!! Dite che son stato CATTIVO ?.. ma che diamine quando ci vuole ci vuole ! Ecco NOI Marchigiani in generale dobbiam imparare ad esser un pelino più cattivelli ! Poi oh .. son stato gentile verso i vicini abruzzesi .. il Gran Sasso è un posto bellissimo .... ci avran pensato LORO a spiegargli che aveva sconfinato ... e quando se ne sarebbe accorto QUELLO !.. tronfio della sua ignoranza !

Anonimo ha detto...

Bah .. non so se era una provocazione non risiedo nella testa delle persone!risiedo invece a Pergola (PU)
e non devo dare prova della mia Marchigianità .. perchè la vivo tutti i giorni !

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti... un saluto dalla bella Frontone ( PU) lasciamo perdere tali provocazioni .. ci siam abituati ! Forse a certa gente scoccia che la bella Provincia PU sia nelle belle Marche , ma NOI siam ormai abituati a stare tra le bellezze !Saluti da un Marchigiano .

Anonimo ha detto...

Anche il sottoscritto vorrebbe tanto sapere da DOVE scrive quel signore , così per curiosità! il sottoscritto scrive da Castelleone di Suasa (PU)che fortunatamente si trova nelle Marche . Saluti

Anonimo ha detto...

salutoni da PESARO.....provincia PU ovviamente MARCHE !

Anonimo ha detto...

salutoni da Urbania (PU) alla piadina romagnola preferisco la crescia sfogliata di Urbino e delle mie parti !
Ovviamente MARCHE

Anonimo ha detto...

Fossombrone ( PU) che cosa non vorremmo stare nelle Marche ? Senza identità ? La carte di identità l'ho appena rinnovata .... ma mi si faccia il piacere!!!!
Saluti da Fossombrone Provincia PU REGIONE MARCHE

Anonimo ha detto...

Lucarelli: "In Emilia-Romagna la mafia c'è
22 aziende e 61 immobili confiscati"
Bologna seconda in regione con 16 confische

La mafia è anche in Emilia-Romagna, e Bologna non è immune a infiltrazioni. In regione ci sono 22 aziende (10 nel bolognese) e 66 beni immobili (di cui 31 in gestione al Demanio e 35 destinati a nuovo uso e già consegnati) che sono stati confiscati alla criminalità organizzata. Dei beni immobili confiscati, il maggior numero è a Forlì-Cesena, dove ce ne sono 25. A seguire, 16 sono a Bologna, otto a Ferrara, sette a Ravenna, cinque a Piacenza, tre a Parma e due a Rimini. Sono i numeri forniti oggi dallo scrittore Carlo Lucarelli (tratti dai dati dell’agenzia del Demanio aggiornati al 30 giugno 2009), a margine della conferenza stampa di presentazione della rassegna culturale «Politicamente scorretto», quest’anno incentrata proprio sulla lotta alle mafie.

---------------------------------
Saluti da Apecchio ( PU)
OVVIAMENTE MARCHE

Anonimo ha detto...

Buongiorno, per esporre in maniera ordinata e completa il discorso ho scritto alcune cose su questo blog:

http://secessioneodistacco.blogspot.com/

compaiono in totale 4 post:
1.Le indicazioni di sintesi del comitato promotore
2.Il protocollo di intesa generale tra le due regioni
3.L’iter parlamentare e il botta e risposta
4.Le mie conclusioni
saluti.

Anonimo ha detto...

al sig 7 aprile 2010


Nulla di nuovo : TUTTO ARCINOTO

aspettiamo l'esito del ricorso presso l'Alta Corte presentato dal Governatore Spacca.

Vorrei sperare che lo stesso " zelo" lo si dimostri per l'esito positivo dei referendum svoltisi per il distacco dei 12 Comuni dal Veneto al Trentino-Alto Adige e degli altri Comuni Veneti verso il Friuli ! O per quelle popolazioni non vige la autodeterminazione , come affermava il presidente Galan?
Vedremo come la penserà il suo successore ..... ma si sa il veneto è Lega .. quindi ben difficilmente si opererà nel rispetto di tale Referendum , la Lega è zelante a perorare cause di autodeterminazione ma fuori dai propri territori di governo !
2 pesi e 2 misure !

Anonimo ha detto...

Spero vivamente che il ricorso del Governatore Spacca venga respinto dalla Alta Corte per 2 semplici motivi :

1) Se il ricorso verrà respinto significherà che tutto l'iter parlamentare è stato corretto, in caso contrario sarebbe gravissimo .

2) Finalmente le Marche ed i Marchigiani si son liberati di un territorio succhia soldi , ad ogni piano di bilancio Regionale .. pena la secessione... eran sempre a battere cassa.. che regolarmente era assicurata nel mugugno generale delle altre comunità territoriali Marchigiane .
Che tale comunità sia passata in E-R siam contenti TUTTI noi e loro!
Quindi lasciam le cose come stanno per favore ... capito SPACCA ?
Salutoni a TUTTI
da Fossombrone ( PU)

Anonimo ha detto...

ma basta ! son voluti ardentemente e patriotticamente passare sotto Rimini, benissimo .. contenti loro contenti TUTTI, l'importante è che vadan a chiedere finanziamenti a Rimini stop! Le Marche devon tagliare qualsiasi collaborazione di ogni genere ed in ogni settore con quel territorio .

saluti da Cagli ( PU )

Anonimo ha detto...

Certo, con un autobus al giorno da novafeltria (per gli altri paesi non c'è neanche l'andata) alle 13.20 e con tre cambi ed il ritorno non esistente è proprio uno spasso.
Con gli "investimenti" fatti all'ospedale di novafeltria con contratti di collaborazione che hanno fatto pensare alla popolazione di andare a rimini perche non si fidavano.
Se manca la strada per andare a pesaro con un tempo decente come faccio ad andare a lavorare a pesaro, all'ospedale a pesaro, a studiare a pesaro? Pesaro deve cambiare politica e non solo privilegiare gli investimenti sulla costa e trascurare del tutto gli investimenti sui comuni oltre i 30 chilometri di distanza dalla costa.
Vorrei capire quali sono state le concessioni date al territorio.
Il 118 che doveva essere tolto? il comando dei carabinieri? la comunità montana che non esiste solo in valmarecchia ma anche nel montefeltro ed in tutte le marche; in questo caso sarebbero auspicabili degli esempi concreti e non le solite chiacchere.

Anonimo ha detto...

Perfetto ... ora gli esempi concreti andateli a chiedere a Rimini !

Anonimo ha detto...

Io parlo in merito a questo:

"2) Finalmente le Marche ed i Marchigiani si son liberati di un territorio succhia soldi , ad ogni piano di bilancio Regionale .. pena la secessione... eran sempre a battere cassa.. che regolarmente era assicurata nel mugugno generale delle altre comunità territoriali Marchigiane ...."

Vorrei sapere quali sono gli esempi concreti di tutta comunità succhiasangue che è stata la valmarecchia nel concreto; darmi le indicazioni e le fonti di tutti questi soldi che sono pervenuti in valmarecchia prego.

Anonimo ha detto...

Solo un piccole esempio da fonte Regione Marche ambito PFR-PSR anno 2008 comparto Comunità Montana

1) Alta Valmarecchia : 150 mil Euro


tengasi presente che, sempre nello stesso comparto e stesso anno di riferimento , nella assai più vasta area della Comunità dei Sibillini..Parco Compreso la regione Marche ha stanziato 209 mil di Euro .
Basta fare il raffronto per vedere la differenza di investimenti !E' per queste diversità di trattamento che le altre Comunità Montane delle Marche son contente del passaggio dell'AltaValmarecchia in pro di Rimini !
Quindi TUTTI siamo contenti ..OK?

Anonimo ha detto...

ragazzi basta con queste polemiche..dai! è ovvio che quella comunità di poco più di 20.000 persone ha ricevuto finanziamenti dalla Regione Marche sia in campo zootecnico .. agricolo e sotegno all'impresa in genere , questo è normale ! Spero che non si voglia disconoscere l'evidenza... oppure tutti e 20.000 lavoravan a Rimini ? Se poi si vuol sostenere che l'intera comunità marchigiana ( intesa come Regione)non ha partecipato minimamente a finanziare quella comunità e si son retti da soli ... mi va bene anche questo ! l'importante che ora essi abbian trovato la loro collocazione sotto Rimini, contenti LORO e contenti NOI ... mettiamola così dai!
Saluti da Cagli ( PU )

Anonimo ha detto...

La ripartizione dei fondi utilizza vari criteri:in proporzione diretta alla superficie classificata montana di ciascuna conmunità, in proporzione diretta alla popolazione residente ed in proporzione diretta al rapporto tra gli addetti all'agricoltura e la popolazione nel territorio montano. Io non ho scritto in merito ai finanziamenti in campo zootecnico e agricolo che non avevo neppure citato.

Anonimo ha detto...

il mio era solo un " esempio" , conosco i vari criteri per la ripartizione dei fondi ed appunto ribadisco che la comunità montana dei Sibillini è ben più vasta di quella dell'altaValmarecchia e riceve solo 59 mil di euro in più dell'AltaValmarecchia .. in questi dati risiede il criterio di non proporzionalità ! La comunità dei sibillini oltre ad esser importante per vari insediamenti zootecnici, lavorazioni carni, stabilimenti caseari, è anche molto importante da un punto di vista turistico per tutto il complesso dei Sibillini con vette oltre i 2000 metri fino ai 2480 del Vettore.
Non voglio fare " differenze" ma non ci sto quando si sostiene che l'altavalmarecchia non ha ricevuto finanziamenti regionali.
Poi ogni comunità è libera di scegliere con chi stare .. ma diamine liberiamoci da certe esagerazioni che sembra avere relegato tale comunità nelle foreste del Borneo dimenticato! Perchè non è così .
Cordiali saluti

Anonimo ha detto...

HO una idea : un bel canale navigabile da Gabicce Mare lungo tutto il nuovo confine regionale fino alla vallata del Tevere ! Pensate in barca dall'Adriatico fino al Tevere .. così si potenzia il turismo e che capperi! Oh poi un unico ponte .. con i " tornelli" e perchè sì i marchigiani sono ecco .. sono brutti ..sì son brutti .. e ci metto anche un totem elettronico in cui indicare le " faccine,ecco così .. brutti ..brutti.. lasciatemi lavorare ..ah ecco aehm a Gabigge un ponte levatoio che alla notte si alza perchè i marchigiani di notte sono ancora più brutti .. ecco brutti ..brutti .. fanculo..brutti .. brutti e cattivi .
Ma ragazzi tutto il Paese rischia di fare la fine della Grecia e noi che facciam discutiamo ancora all'omra dei nostri piccoli campanili ?! Che dici .. disfattista .. brutto ..brutto.. " tornelli" .. " faccine" ... sì ecco presidenzialismo mezzo pieno tutto
alla Francese alla Ruanda Burundi
sì il federalismo risolverà tutto ..brutti -- cattivi... e non ditemi con quali soldi! .. disfattisti .. brutti ..cattivi
ITALIANIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !

Non fateci caso son di Piobbico.. siam un pochino strani .. via!

Anonimo ha detto...

Nato e residente a Gubbio - UMBRIA
scusatemi se mi intrometto ....mi son laureato presso la Università Politecnico delle Marche sede distaccata di Fabriano( AN) perchè più comoda come distanza da Perugia, attualmente lavoro presso l'industria Indesit di Fabriano .. Quando ho bisogno di cure specialistiche il riferimento èl'Ospedale di Fabriano perchè quello di Gubbio insomma .. insomma !
Quindi che fare ?chiedere il passaggio di tutta la vallata Eugubina sotto le Marche... beh non sarebbe poi tanto strano .. tutto questo territorio apparteneva anticamente alla Regione Marche !
Sono felice di esser Umbro e sono felicissimo di mescolarmi ai nostri "cugini" Marchigiani senza tante storie e campanilismi ridicoli , NOI stiam bene insieme!

Anonimo ha detto...

"il mio era solo un " esempio" , conosco i vari criteri per la ripartizione dei fondi ed appunto ribadisco che la comunità montana dei Sibillini è ben più vasta di quella dell'altaValmarecchia e riceve solo 59 mil di euro in più dell'AltaValmarecchia .. in questi dati risiede il criterio di non proporzionalità "

Ho spiegato prima quali sono i criteri adottati dalle regione marche; il discorso dell'estensione pesa per il 50% e l'alta valmarecchia non ha mai succhiato il sangue proprio a nessuno

Anonimo ha detto...

Non ho scritto che l'alta valmarecchia non ha ricevuto i finanziamenti regionali; è avvnuto il contrario ovvero è stato qualcun altro che ha detto che l'alta valmarecchia succhia il sangue alle marche (quindi tutto il contrario). Ho scritto che mancano le strade e che non è possibile, con le attuali infrastrutture avere un rapporto con pesaro da cui si dipende.
Se non ce la faccio ad avere un collegamento decente con pesaro perche non c'è oppure se vado con l'automobile perdo tutta la giornata, se con l'ospedale devo andare a rimini, alle scuole a rimini ecc.ecc. che cacchio ci sto a fare a pesaro?

Occorre venga ripensato SERIAMENTE il rapporto di pesaro nei confronti dell'entroterra perche gli investimenti vengono effettuati fino a 30 chilometri dalla costa e da li finiscono.

L'ospedale è stato lasciato da solo con contratti di collaborazione e non potenziato perche è impossibile dalla zona di pesaro in quanto il bacino è su rimini ed inoltre anche il mattatoio di talamello stava per essere chiuso.

Anonimo ha detto...

ma bonine eva .. ma che stai tutti i giorni a Pesaro ? Se tutti i giorni devi andare a Pesaro beh allora ti capisco, io abito nel Mugello e precisamente a Vicchio e non ho la necessità di andare tutti i giorni a Firenze ... nel caso andrei ad abitare a Firenze ! e mi sembra ovvio ! Se poi tu vai nella zona collinare e montuosa tra il Livornese ed i Grossetano ne trovi di comunità piuttosto isolate oh se ne trovi ! ma si vive senza tanto struggersi e che non si ha e che si ha e che tu vuoi tutto sotto la casina sarebbe bellino !

Anonimo ha detto...

Oggi dovrebbe essere ratificato l'accordo con l'Ospedale di Rimini per trasferire il reparto di maternità dell'ospedale di Novafeltria. Così in tutta la valmarecchia non ci sarà più un punto di riferimento per i futuri genitori. Il reparto di maternità dell'ospedale di Novafeltrai si è sempre contraddistinto per la sue efficienza, cordialità e professionalità. In un ambiente famigliare i genitori ed i loro figli si sentivano a casa propria. Diciamo un "grazie" a tutti gli amministratori che hanno deciso tutto questo. Evidentemente hanno già "dato" e non si troveranno più nelle condizioni di aver bisogno del reparto di maternità dell'ospedale di Novafeltria....... Grazie Grazie Grazie.........

Anonimo ha detto...

la Altavalmarecchia è in provincia di Rimini.. quindi basta discussioni, ora sarà la provincia di Rimini ad occuparsi di tutte le esigenze di quella vallata , a me non interessa sapere quanti soldi la regione Marche abbia negli anni passati stanziati in Altavalmarecchia... nei vari settori economici, mi interessa che tale afflusso di finanziamenti sia finalmente finito ! AMEN

Anonimo ha detto...

cari ragazzi non entro nel merito delle vostre discussioni nel senso che Voi state dando.... rispetto le varie idee.. come rispetto coloro che han preferito per vari motivi passare sotto Rimini. Sono nato a Pennabilli.... sono stato titolare di una piccola azienda agricola e mi son trovato benissimo a dialogare con la Prov di PU e regione Marche tramite mutui agevolati di finanziamento e varie altre agevolazioni inerenti la mia attività..non mi son sentito abbandonato .. anzi! Sarà che ho una certa età ma non me la son sentita di voltare le spalle ad una Regione che mi ha visto nascere e vivere tranquillamente per 57 anni.
Non me la son sentita di " appartenere" alla prov di Rimini ... non ne faccio parte culturalmente per tanti motivi..quindi ho venduto la mia casa e deciso di rimanere nelle Marche trasferendomi a Senigallia
voglio godermi la mia pensione nelle Marche ... ci son nato e voglio rimanerci !

Anonimo ha detto...

il punto nascita è stato chiuso il 20 aprile 2009 ed è stato effettuato anche il blocco dell'rsa (la struttura è chiusa da 15 anni) e l'accorpamento di chirurgia e medicina.

Anonimo ha detto...

Ma la volete finire con sta storia della Valmarecchia?!?!? bastaaaaaa non se ne può più!!!sono passati sotto Rimini e sono contento x loro.stop
mi dite perchè ce l'avete così tanto?
poretti, x quella provincia non hanno mai contato prima e ai pesaresi continua a nn fregare una mazza...che motivo c'è?!?!che cavolo parlate e riparlate come i matti!!!
che diavolo se la prende un ascolano o un maceratese del passaggio che nn è manco nella loro provincia!!!
lasciate perdere la gente della valmarecchia, hanno fatto una scelta logistica e democraticamente tramite referendum hanno espresso la loro volontà di appartenere alla provincia di rimini e ci sono riusciti.
sono contento x loro anche perchè mi stanno simpatici i riminesi, ma con questo nn dico che i marchigiani siano antipatici,i pesaresi non mi sono mai piaciuti.
Amen

Anonimo ha detto...

OH ... signore del 10,26 e tu di dove sei ? Il sottoscritto è di Pesaro e non mi frega una mazza della alta valmarecchia uomini..donne..capre ..mucche ed animali vari , a me invece non son mai piaciuti i Riminesi ho provato a mangiarli ma li ho sputati ... non mi piacciono !

Anonimo ha detto...

madomnna bucaiola maremma strapazzata , ha ragione quello e basta con sta valmarecchia e che sarà mai .... se non han mai contato un cazzo ..adesso incominceranno a contarli ! Personalmente mi stan antipatici tutti quelli che non son di Siena .. ed anche a Siena ci son parecchi che quando li vedo divento fumino ! E tu che hai contro i pesaresi .. ci son stato al mare lo scorso anno e son simpatici .. mai come il mio amico Rinalduccio .. ma non si può esser perfetti , NO quelli di Rimini mi garban poco sempre con la puzzetta sotto il naso che mi invitan a sana e gioiosa scoreggia e la mi scusate vero?
Ragazzi è la topa che conta !

Anonimo ha detto...

nel live traffic feed che rileva le entrate ed uscite dal blog c'è uno che è entrato da senigallia, emilia romagna eheheheh

Anonimo ha detto...

Senigallia è nelle Marche.

ethnic ha detto...

Ma che bello! purtroppo (tl;dr) non ho potuto leggermi tutto ma comunque sono riuscito a farmi un idea. La mia idea è che a voi marchigiani vi rode il culo in maniera impressionante, da romagnolo dalla nascita quale sono questa insperata vicenda mi ha fatto davvero grignare il muso in maniera impressionante. Arrivederci carissimi marchigiani e state attenti a non perdervi qualche altro pezzo...

ethnic ha detto...

scusate la ripetizione di prima "in maniera impressionante", volevo modificare ma questo blog non ha nemmeno l'edit! ma dove siamo? nelle marche??

A tutti quelli che hanno scritto che odiano i Riminesi volevo dire che la cosa è reciproca...auguri

ethnic ha detto...

scusate ancora...

Sì, è vero, nemmeno a noi piacciono i Pesaresi. Per favore teneteveli.

Anonimo ha detto...

OH madonna il signore Ethnic è romagnolo fin dalla nascita !! Che capperi quindi è razza pura ! Bah il sottoscritto è nato in Romagna..tutti i miei famigliari sono romagnoli.. ma non so se la mia " razza" è veramente pura " romagnola" sapete in questa Italietta che è stata " trombata" da tutti i popoli Europei ed extra Europei il discorso diventa assai complicato !! Ma ancora nel 2010 ragioniam sul concetto di " nascita" e quindi di appartenenza? Ma che cosa vuol dire ? Ma basta!
HO molti carissimi amici Marchigiani e non li ho mai sentiti inveire contro i Riminesi e tantomeno contro quelli dell'alta Valmarecchia .. anzi comprendono benissimo il disagio degli abitanti dell'altavalmarecchia e NON si rodono il " culo" per quella piccola secessione , che nella maggioranza comprendono e nella stragrande maggioranza a dirla sinceramente non frega un piffero!
Ogni comunità è libera di esprimersi come desidera ..sarà poi il tempo a dare il responso su certe scelte . Auguri !

Anonimo ha detto...

Il miglior modo di " gustare" un pesarese è alla brace con erba di campo come contorno, un modo squisito di gustare il riminese è bollito con un filo di fresca maionese e patate lesse al prezzemolo . Quindi non è vero che non piacciono i riminesi ed i pesaresi ..poi ovvio i gusti son gusti !
Ma basta con queste cavolate , sono un marchigiano che non si rode il culo per queste scempiaggini .. se mi rodo il culo è per altre cose ..come vedere questa italietta sempre più zeppa di ladri e succhiasoldi di NOI CITTADINI !

Anonimo ha detto...

per fortuna la romagna e rimini son altra cosa .. certi discorsi da piccolo campanile parrocchiale misto ad etnia sanguigna NON fan parte del cocetto ROMAGNA ! Romagna e Marche sono terre confinanti e chi vuol ostinatamente tracciare solchi di divisione lo faccia pure ma dietro l'aratro di buoi defecanti a profumarne la persona .

Anonimo ha detto...

i pesaresi sono VOSTRI cugini ...II° ramo dei Malatesta .. se non vi piacciono è perchè VI assomigliano troppo ! se ve li prendete ci fate un ALTRO favore !

Anonimo ha detto...

ma perchè CI sfottiamo così a vicenda ?! Sono nato e risiedo a Rimini ....dopo pochi kilometri son già nelle Marche .... che reputo una bellissima regione ricca di storia ..paesaggi incantevoli e gente assolutamente civile e rispettabile, mi piace sia la mia Romagna che le Marche e non vedo intelligente tutto questo sciocco ed infantile campanilismo , siam territori e Regioni confinanti quindi vicine ! e poi ricordiamoci che la mamma degli imbecilli è sempre gravida e non importa dove si è nati !
un abbraccio a tutti i Romagnoli e a tutti i Marchigiani .

Anonimo ha detto...

tutto questo farneticare è ormai purtroppo normale in questo Paese in sfacelo culturale politico etico e chi più ne ha più ne metta , non esiste più nessuna cultura solamente volgarità ed ignoranza , tutti chiusi nel piccolo orticello di casa a costruire steccati verso gli altri a differenziarsi e goderne e magari pure disprezzando chi non è nato in certi posti ed in continua ricerca di identità assai infantili per non dire demenziali . Questo Paese popolato da certa gente non ha nessun futuro.. la classe politica è specchio di questa società arruffona sguaiata e cialtrona .
Fortunatamente tra una settimana torno in Finlandia nella quale mi onoro di vivere da più di 10 anni , ogni tanto torno in italia per i miei " vecchi " l'unico legame con questo paese e gente ridicola .

Anonimo ha detto...

Oh " Finlandia " e vacci pianino ..per favore ! Se un coglione romagnolo sfotte un marchigiano ed un coglione marchigiano sfotte un romagnolo si tratta di dialogo tra coglioni, e ti assicuro che non tutti i romagnoli ed i marchigiani son coglioni a tal punto ! Quindi cerchiamo di non generalizzare .. che è SEMPRE SBAGLIATO . Che poi questo Paese fa schifo hai perfettamente ragione .. mentre certi coglioni si sfottono i furboni fregano truffano imbrogliano ed evadono 300 miliardi di tasse annue , si presenta il Lodo alfano ..il Legittimo impedimento .. la legge sulle intercettazioni ..quindi bavaglio alla stampa e quindi questo popolo di beoti non saprà mai più nulla ed i furboni si son ben protetti il deretano , ma per fortuna che avanza il grande federalismo .. e voglio proprio vedere con questi chiari e scuri finanziari con quali soldi esso verrà realizzato ... le solite parole per i soliti coglioni
ed intanto noi qui a sfotterci come bambini , oh ..... che mi trovi un posticino nella tua Finlandia?

Saluti da Ancona

Anonimo ha detto...

La Lega ha sponsorizzato la piccola secessione della Altavalmarecchia ( diventata una roccaforte della Lega nella Romagna) La Lega sponsorizza la secessione della Romagna dalla Emilia, la Lega sponsorizza poi anche di spaccare la stessa Emilia creando la Regione Lunezia .. certo Essa è favorevole ai diritti dei popoli ... e come mai non sponsorizza la secessione dei 12 Comuni Veneti( ai quali un certo Galan ha assicurato che non consentirà MAI nessuna fuoriuscita dal Veneto ! ) che con referendum positivo han deciso di abbandonare il Veneto ? AH .. perchè il Veneto è Leghista .... dimenticavo ! Quel che mi dispiace maggiormente che anche nelle Marche la Lega sta avanzando esprimendo anche due consiglieri nel consiglio Regionale . Non critico la Lega ..fa il suo mestiere .... è certa sinistra fricchettona che dovrebbe tornarsi a sporcare le manine tra la gente comune per capirne il malcontetnto e le aspettative , ma questo è un altro discorso .. finchè essa sarà manipolata da certi dinosauri e non aprirà a tanti giovani di sinistra ....e ce ne sono nelle varie realtà locali a livello di presidenti di provincia sindaci ecc .. la Lega continuerà a fare il suo mestiere di smembramento del Paese , ma forse prima finiremo come l'Argentina e chissa' che il ritrovarci con le pezze al culo non ci sia di stimolo al cervello !
Saluti da Macerata

Anonimo ha detto...

Son Marchigiano , premetto, ma la Romagna è da un bel poco di tempo che caldeggia il sogno di separarsi dall'Emilia e non darei la " colpa" alla Lega .. la Romagna è la Romagna e l'Emilia è l'Emilia se vogliam esser sinceri le cose stan così , e rispetto qualsiasi volontà popolare espressa democraticamente .. quindi rispetto anche la volontà espressa dalle popolazioni dell'altavalmarecchia .. non è questo il punto! Quel che mi reca enorme fastidio è che in questo Paese si parla solo dei " problemi" del Nord e dei problemi del " Sud" e NOI del CENTRO ? vedrei favorevolmente un compattamento delle regioni del Centro Toscana-Umbria-Marche ed in futuro la Romagna ( se vorrà) non l'Emilia ..essa è troppo rivolta al Nord ( ma se cambiasse idea non sarebbe male! ) per NON esser schiacciati tra " rivendicazioni" del Nord e " rivendicazioni del SUD. Una stretta collaborazione tra Romagna-Marche-Toscana-Umbria .. insomma creare " sistema" sarebbe fantastico .. perchè abbiam tutto ..storia.. territorio bellissimo.. turimo di eccellenza ed impresa NON parassitaria . .. e soprattutto territori amministrati bene .Se questo non sarà possibile .. Toscana-Marche-Umbria devon creare " sistema" già lo stan facendo con il patto di Cagli e devon proseguire su tale collaborazione .. se poi finiam come l'Argentina sarà per TUTTI la fine !
a questo Paese occorre una POLITICA serie di Persone serie e non questa accozzaglia di affaristi e ladri
saluti
da Jesi

Anonimo ha detto...

1) Provincia di PU annessa alla Romagna
2) Provincia di Ancona annessa all'Umbria

3) Provincia di Macerata-Fermo-Ascoli- con la provincia di Teramo a creare la regione Picena

Questo è lo scenario che si prospetta e ve lo dice un Marchigiano che non si sentirebbe affatto menomato se ciò si verificasse , se tutto ciò prenderà luce non sarà a causa dei "cattivi" marchigiani dell'entroterra ma diretta conseguenza di una classe politica marchigiana tutta occupata a livello di costa ! Le popolazioni delle Marche interne ne han piene le scatole .. e da buoni " montanari" è ora di operare delle scelte che sono anche in " linea" con la storia di tali territori .In sostanza le popolazioni interne delle Marche vedon con ostilità le politiche " costarole" sia di Pesaro che di Ancona ... spesso in contrapposizione anche tra di loro ...
Mi si obbietterà che questo è il programma della Lega Nord Marche, ma attenzione la Lega Nord Marche sta ottenendo ampio successo elettorale proprio nelle popolazioni delle Marche interne , e non mi pare un caso !!!!!

Anonimo ha detto...

NO..... attenzione quello espresso NON è il programma della Lega Nord Marche .....il programma lo detta il Direttivo Lega NORD Marche e non qualche isolata esternazione ! NESSUNO a livello di DIRETTIVO ha mai avallato tali propositi . La Lega Nord Marche sta crescendo notevolmente in tutta la Regione con media Regionale di circa 8 % . Il nostro interesse è contrastare il modo di governare centralistico da Ancona il territorio disconoscendone le necessità particolari soprattutto di TUTTA la fascia interna !

Anonimo ha detto...

REGIONE - Paolini (LN), mai parlato di secessione


REGIONE - La linea politica del Lega Nord Marche la decide il Segretario Regionale ed il Congresso, che mai hanno neppure discusso di “secessione” di qualche provincia verso altre regioni. Tantomeno ora, che i consensi nelle Marche stanno crescendo in modo esponenziale. Che Spacca, Ucchielli, Ricci, PD, Sinistra estrema – e magari anche qualche alleato “preoccupato” della nostra crescita - cerchino di strumentalizzare le ironiche affermazioni del Consigliere Marangoni – è normale. Ecco allora che delle iperboli diventano progetto politico, ipotesi astratte piano operativo, gesti simbolici (come quello della crostata da spartire o il discorso in lingua locale) atteggiamenti secessionisti! Ci si sofferma sulla forma per non parlare della sostanza. E la sostanza è che la Lega Nord non accetterà, supinamente, che le risorse regionali siano gestite in modo iniquo e non trasparente, a favore di alcuni e in danno di altri territori!! E' evidente che quando Marangoni allude ad “Ancona ladrona” non si riferisce ai cittadini anconetani, ma a quel blocco di potere amministrativo-politico-dirigenziale-professionale che, consolidatosi da lustri attorno al “potere”, gestisce in modo centralista, non sempre trasparente ed inefficiente le risorse regionali.Contro questo “blocco” la Lega Nord Marche intende battersi a tutti i livelli, per farsi che la famosa “torta” sia non solo meglio divisa tra i territori ma costi meno e ne siano noti gli ingredienti, evitando anche che qualche pasticcere se ne prenda, sotto banco, una parte non dovuta.Una battuta anche sulla indignazione di Eugenio Duca che attacca la presa di posizione di Marangoni contro il “centralismo” della Giunta – e finge di ignorare che la sola vera ragione che ha portato Spacca ed il suo gruppo a “sbattere fuori” dalla stanza dei bottoni la “sua” Sinistra-sinistra a favore della UDC.... è stata proprio quella volontà di gestire “la torta” senza disturbatori!!! Come diceva Totò...e poi dice che uno si butta sulla Lega !!P.S. Tra i Piani Segreti della Lega c'è anche la ricostituzione dello Stato Pontificio e/o del Granducato di Spoleto, ma stanno crescendo i sostenitori della rinascita della“Pentapoli” Bizantina..!

on. Luca Rodolfo Paolini – segretario regionale Lega Nord Marche

Anonimo ha detto...

Al signor Ethnic

Gentilissimo e cortese signore sorvolo sul suo " ma dove siamo? Nelle Marche" vorrei risponderLe con lo stesso tono scortese con il quale LEI ha sbeffeggiato tutta una intera comunità di persone ...per il semplice fatto di esser Marchigiani, ma non son abituato a generalizzare .Le Marche sono una piccola Regione composta in massima parte da persone oneste e laboriose
che non meritano il suo " dileggio"che non offende solamente la comunità Marchigiana ma in genere qualsiasi persona intelligente residente in qualsiasi parte di questa povera Italia . Sì signore Ethnic siamo nelle Marche ! e ne vado fiero per tanti motivi... come il sottostante riconoscimento a livello nazionale :

14 MAGGIO 2010 15:11 – “Non solo in

regola con i conti della sanita` ma seconde in Italia, dopo la Lombardia e seguite dalla Toscana, per virtuosita` ed efficienza del sistema sanitario, con un attivo di 17 milioni e mezzo di euro. Le Marche figurano ai primissimi posti, tra sole otto regioni in regola, nel report della spesa sanitaria 2009. Ancora una dimostrazione della validita` delle misure adottate dal governo regionale per riportare i conti della sanita` in ordine’. E’ il commento del Presidente della Giunta regionale, Gian Mario Spacca, alle notizie apparse oggi sulla stampa nazionale sui bilanci della sanita` delle Regioni italiane, sulla scorta delle verifiche effettuate dal ministero dell’Economia: conti in rosso per la maggior parte di esse, con quattro Regioni che dovranno aumentare le tasse ai cittadini per poter far fronte al deficit e che rischiano di non ricevere le risorse dei fondi Fas (Fondi per le aree sottouitlizzate). Le Regioni virtuose, come le Marche, avranno al contrario la possibilita` di accedere a maggiori finanziamenti del Fondo sanitario, non subendo ovviamente le penalizzazioni che colpiscono le altre Regioni. ‘La certificazione dei conti da parte del Ministero dell’Economia ‘ aggiunge Spacca – e` il riconoscimento dell“intenso lavoro svolto in questi anni non solo per risanare i bilanci, ma per accrescere contemporaneamente gli standard qualitativi e l’efficienza dei servizi per i cittadini. E cio` anche grazie anche alla professionalita`, allo spirito di servizio e al senso di responsabilita` espressa da medici, personale sanitario e tecnici’. L’intero sistema del welfare marchigiano ha i numeri per primeggiare: basti ricordare il 2 posto delle Marche nello studio commissionato dal Ministero della Salute e del Lavoro, il 4 nella classifica del Ministero della Pubblica amministrazione e Innovazione, il 3 nello studio del ministero del Welfare. LA ‘CLASSIFICA’ DEI BILANCI SANITARI DELLE REGIONI NEL 2009: LE REGIONI VIRTUOSE Lombardia: +29,5 milioni di euro Marche: +17,5 milioni di euro Toscana: +14,3 milioni di euro Provincia di Bolzano: +13,5 milioni di euro Friuli Venezia Giulia: +9,2 milioni di euro .
Distinti saluti
da Camerino

Anonimo ha detto...

al gentile signor Ethnic


Ci son circa 200 " commenti" e la risultante NON è ODIO espresso contro i Riminesi, ma certamente Lei pur non avendo letto TUTTO si è fatta una Sua idea.. che se avesse avuto l'umiltà di esprimersi dopo attenta lettura dei vari commenti si accorgerebbe di avere detto una sciocchezza .Oh certamente troverà qualche commento " colorito" ma non certamente ODIO .. altrimenti si potrebbe interpretare il SUO commento se non come gratuito DISPREZZO rivolto a TUTTA la comunità delle Marche , ma capisco che viviam tempi di barbaria ....

Anonimo ha detto...

Scusate... capisco che il " tema" è questo, ma mentre noi chiusi nei nostri particolarismi continuiamo ad accapigliarci .... con tutti i nostri pregiudizi , il Paese continua ad esser depredato da un branco famelico di farabutti che si intascan i NOSTRI soldi mentre la stragrande maggioranza della popolazione , causa la crisi, vive in condizioni non molto allegra , di questo dovremmo indignarci e ragionare non delle nostre piccole patrie in un Paese ridicolo che rischierà di fare la fine della Grecia o dell'Argentina ... ma lo si comprende che grazie al casino sull'Euro il nostro tanto strombazzato federalismo andrà a ramengo?

Anonimo ha detto...

Bah, caro Ethnic .. sono di Pesaro e a molte ragazze di Rimini piaccio ..ti assicuro !! Ma non vorrei averti creato qualche dispicere .. involontariamente !

Anonimo ha detto...

Al cortese signor ethnic

Ogni persona ha il diritto di farsi una sua idea.. ci mancherebbe ! Siccome Lei asserisce di aver riscontrato un certo " odio" verso i Riminesi , ho riletto tutti i circa 200 commenti e solo in 3 di essi e precisamente ( 1 nov-2009 -19,13)( 20 dic 2009-15,20) ( 12 aprile 2010-13,10 ) ho notato una diretta " criticità" sul mondo Riminese .. criticità ma assolutamente NON ODIO ! Per tutto il resto ho riscontrato discorsi di Marchigiani articolati soprattutto verso una " critica" sulla politica Regionale e Provinciale delle Marche molto sbilanciata verso la costa a tutto discapito delle zone interne delle Marche .
saluti da Recanati

Anonimo ha detto...

il " NOI" del signor Ethnic è un " SUO" sentire senza investitura di rappresentanza di tutta una comunità Riminese e Romagnola . Incominciamo a stabilire questa elementare " verità" altrimenti si rischia di far di tutta un'erba un fascio !
NON contesto assolutamente la decisione dei 7 Comuni dell'altavalmarechia.... la loro decisione è comprensibile se si rimane nell'ambito dei " servizi" e della "logistica" di quel territorio ..... NULLA DA ECCEPIRE
Qui non si tratta di " rodere" ..certo dispiace....mi sembra " umano" ! ma la COLPA è da ricercarsi nella politica miope di una classe politica Pesarese per tutti i motivi citati negli oltre 200 " commenti" le " popolazioni" son sempre degne del massimo rispetto ..cosa diversa la " classe politica " !
Purtroppo il male del Paese Italia
è che NON esiste come STATO .. bensì un " condominio" che si sta sfaldando in vari " pianerottoli" di appartenenza , e non mi si venga a dire che il federalismo risolverà i nostri problemi ! Il federalismo è una rappresentanza valida se esiste un concetto di Stato Condiviso .. come negli USA o come in Germania , altrimenti di che cosa stiam parlando ??
La cosiddetta Padania ( della quale farebbero parte .. bontà del Bossi ..anche toscana-Umbria-Marche) minaccia la secessione ..... ma ai signor Padani è stato spiegato che in caso di Secessione dovrebbero accollarsi il 50% del debito Nazionale, autofinanziarsi tutto l'apparato amministrativo, autofinanziarsi una propria Difesa
ecc..ecc.. Senza poi non considerare che dovrebbero confrontarsi con Stati ( questi Sì) come Germania-Austria-Francia che a livello manifatturiero fan le stesse cose?
il Federalismo è la migliore organizzazione per la realtà italiana , son stato SEMPRE federalista , ma per fare questo
occorre una politica SERIA ed una società SERIA e non una palude di malaffare .. di furbi..ladri..ladroni che imperversa su tutto lo " stivale" senza contare un SUD praticamente gestito da Mafia e Mafie varie che ormai hanno invaso tutta Italia con i loro loschi interessi , anche se la Moratti asserisce che la Mafia a Milano non esiste ! Neanche in Sicilia si dice più che la mafia NON esiste .... quindi è sorprendente che tale OMERTA' si sia spostata al NORD !

Per paradosso dovrem essere NOI del Centro Italia a sancire una " secessione" da questo tipo di Nord e da quel tipo di SUD ! Prima che l'Europa ci cacci TUTTI a pedate fuori dal concetto sociale-economico della Europa stessa!
Saluti da Ancona

Anonimo ha detto...

ehi pesaresi ma con che faccia parlate dei riminesi quando vivete in una regione che non vi sentite appartenere minimamente a livello culturale e siete sempre in romagna?!?!
Vi fa comodo stare con i marchigiani quando dovete criticare i romagnoli per la secessione della valmarecchia e non fate altro che prendervela con gli anconetani...ma fatemi il favore, siete dei presuntuosi arroganti e falsi.
w le marche da fano in giù.

Anonimo ha detto...

i Pesaresi son così ...nè carne nè pesce , a loro interessa solo ed unicamente la città di Pesaro.. non interessa minimamente l'entroterra della Provincia PU ... sono una anomalia nelle Marche.. infatti storicamente nelle Marche non han mai contato niente CI faccian il favore di diventare un quartiere di Rimini , tra Rimini e Pesaro preferisco NETTAMENTE Rimini almeno LORO son consapevoli di ESSERE !
Saluti da Macerata

Anonimo ha detto...

Speriamo che la Repubblica di San Marino occupi tutta la Romagna e le Marche così la finiamo con tutte queste cavolate !
Viva la Repubblica di San Marino UNICO STATO VERO in una penisola Italica di questuanti !

Anonimo ha detto...

Ben detto!
NOI di San Marino siamo gli unici a guardare dalla nostra altezza le piccole e misere dispute Romagnole e Marchigiane da queste nostre altezze risultan puerili e penose ..state zitti altrimenti scendiamo e VI occupiamo !
ZITTI fate troppo chiasso e vogliam riposare !
Siete TUTTI dei chiassosi TERRONI .

Anonimo ha detto...

oH... ci mancavan giusto loro! Ora siam al completo!
Ovviamente raccolgo lo scherzo di quei due di San Marino .... e per restare nella loro gogliardia ... proporrei un confine fortificato tutto attorno allo Stato di San Marino con taglio di acqua luce e gas e generi vari provenienti da Romagna e Marche .. voglio veder come cacchio ve la spassereste .. terroncelli degli irti colli!

saluti da MARK

Anonimo ha detto...

HO un sogno !
Spianare tutta la costa da Ancona a Cervia .. eliminando tutto il cemento .. ombreggiarla con pinete e verde.. piste ciclabili : sarebbe una bellissima riviera che tutta Europa ci invidierebbe , tutte le città rivierasche spostate di 40 km verso l'interno ma costruite a misura di vita umana ed animale ... perchè gli animali son i migliori amici dell'uomo ! Poi costruire una grande Diga dal Conero fino alle coste Croate.... così da avere un grande lago calmo .. con turimo ..centri di canotaggio ecc..ecc.. ... e finalmente Venezia la finirà di rompere le palle con l'acqua alta !
Il Rosso Conero è un ottimo vino ..dite che ne ho abusato? NOOOOOOO!!
salutoni da Ancona ( ovviamente Ancona NON si sposta .. ESSA è su un promontorio ...si parlava di COSTA non promontoresca ! )

Anonimo ha detto...

e c'è chi sostiene che noi di Gubbio siam matti , gli Anconetani ci battono !! però trasformare l'adriatico dal Conero in su non è una brutta idea ... l'acqua in eccesso la riversiamo nell'Adriatico sotto il Conero .. così abbassiamo un poco i fondali e guadagnamo spiaggia ... abbatiamo con la dinamite parte della catena Appenninica tra Umbria e Marche così si migliora sia la circolazione che il ricambio dell'aria , ampliamo il bacino del trasimeno fin sotto Perugia poi si può creare il consorzio Romagna-Marche-Umbria " le terre tra i due laghi" ... pensate che bellezza e quanto turismo !!!
Ah ovviamente .. siccome il Po e gli altri fiumi spingon .... al limitare del lago Adriatico un bel " galleggiante " per il travaso dell'accqua in eccesso nel basso adriatico ...-. mi sembra ovvio !
Oh Ancona vienimi a trovare a Gubbio che ne parliamo !!!

Anonimo ha detto...

da Ancona ..... ci vengo ci vengo ...io porto il Rosso Conero ..tu prepara le costarelle alla brace , ha dimenticavo .... una bella centrale idroelettrica che sfrutta il travaso delle acque di tracimazione dal Lago adriatico verso il mare adriatico .. e non abbiam bisogno di cenrali Atomiche e Rigassificatori vari ! Certo le acque da salmastre diventeran dolci ... oh i pesci si abitueranno altrimenti fuori dalle palle ! Non è un problema rimpiazzarli con pesci d'acqua dolce ... NO ?
Prepara la tavola che arrivo !

Anonimo ha detto...

Oh Ancona oltre le costarelle preparo salsicce e braciolata mista con patate alla cenere , te porta il Rosso ,la porchetta , e già che ci son telefono ad un amico di Fabriano(AN) che ci venga a raggiunger col ciauscolo e l'agnellino bono !
l'è vero o non l'è che Marchigiani ed Umbri son ottimi cugini ..... la tavola è lunga c'è posto !!!!!

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 651   Nuovi› Più recenti»