domenica 23 novembre 2008

Rassegna Stampa Rutilante

Questa settimana trabocco di gratitudine verso i mezzi d'informazione, perché, oltre ad informarci di indicibili tragedie, ci hanno anche regalato delle dichiarazioni spettacolari, vere vette di tragicomica potenza!

Partiamo dal 16/11, quando Brunetta, sulla base di non si sa quale indagine, declama: i fannulloni sono di sinistra! Ovviamente tutti aspettavamo l'esposizione delle prove a sostegno di cotanta accusa, invece l'infaticabile ministro, evidentemente trasportato dall'eloquio, ha poi confessato: "Io sono di sinistra (...) sono socialista". Illuminato forse dallo spirito di Aristotele, che gli avrebbe chiarito in sogno il sillogismo perfetto (i fannulloni sono di sinistra, Brunetta è di sinistra, ergo Brunetta è un fannullone), il grande piccolo censore ha poi aggiustato il tiro: "i fannulloni non sono né di destra né di sinistra", ma è di sinistra chi li difende. Siete d'accordo oppure no? Non ha più importanza: dal 19/11, "i fannulloni non ci sono più"
Figur(acc)e Retoriche!

Anche il robocop dell'istruzione, Maria-123Stella-Gelmini, si sente politicamente un po' bipartisan, visto che ha dichiarato: "Questo è un governo che crede nel cambiamento e per certi versi è di sinistra" (sisssì, e magari anche un po' abbronzato!). Incurante delle perduranti contestazioni come pure delle controproposte dei diretti interessati, il Ministro continua a difendere la sua riforma della scuola, convinta che "in alcuni casi spendiamo anche di più di altri Paesi, ma spendiamo male". Per una volta ha ragione: spendiamo talmente male che le nostre scuole cadono a pezzi, e purtroppo non è un modo di dire!
"Rimandati (a giudizio)"

Non poteva mancare nostro pirotecnico Presidente del Consiglio che, forse per smentire le voci sul suo ennesimo malore, sfodera la sua "gagliardia di ventenne" per sorprendere la collega tedesca Angela Merkel facendole cucù sbucando da dietro un monumento. E' indubbio che il nostro premier abbia scovato la fonte della giovinezza, ma forse ne sta abusando: più che ventenne, qui siamo a livelli da asilo nido!
"Ma vaffancucù..."

Restando fra gli esponenti del Governo, il diplomaticissimo Gasparri è sempre più incontenibile: dopo le "velate" critiche ad Obama, ora passa agli insulti espliciti contro Veltroni, definendolo "arrogante, stupido e incapace". E pensare che proprio lui si lamentava di essere stato vittima della violenza verbale della sinistra. "Questa sinistra (...) fa dell'insulto la sua pratica quotidiana", ha ribadito Berlusconi (si, proprio colui che ha sdoganato le parole coglione ed imbecille). Di questo passo, se vogliono continuare ad insultarsi, dovranno trovare nuove parole...
"Sindrome di Tourette o solo maleducazione?"

Veltroni, da parte sua, risponde accusando il governo di essere grottesco. Sarà, ma anche l'opposizione non è certo un esempio lampante di dignitosa coerenza! Basti pensare a Nicola Latorre (vice capogruppo del Pd al Senato), che suggerisce al "nemico" Italo Bocchino (vice capogruppo del Pdl alla Camera) le argomentazioni da usare contro un "alleato" (il capogruppo dell'Italia dei Valori, Massimo Donadi); oppure al presidente "transitorio" della commissione Vigilanza Rai, Riccardo Villari, che non ne vuole sapere di mollare l'incarico nonostante sia riuscito nell’epocale impresa di mettere d'accordo tutte le anime della sinistra e anche quelle della destra.
"Sinistra Sinistrata"

Comunque, il tema più trattato durante tutta la settimana è stata ancora la temibile recessione che, a detta degli esperti, sarà la più grave e la più lunga degli ultimi decenni. Tutti i governi dei paesi sviluppati cercano di correre ai ripari, USA e Europa varano piani per la difesa e il rilancio dell'economia. Anche i nostri esperti sono preoccupati e studiano contromosse. Ad esempio il nostro "tragico" Fantozzi, commissario straordinario per Alitalia, teme che le azioni della compagnia di bandiera facciano brutta fine... solo le azioni?
Ottimista!


2 commenti:

pietas ha detto...

E dei presunti aiuti alle povere banche ridotte (alcune) alla canna del gas nonostante una fervente pluriennale attività di stozzinaggio autorizzato,che dire?

Serola ha detto...

eh lo so, ma sembra che la stampa nostrana questa settimana se ne sia completamente dimenticata, presa com'è dall'istinto voyeurstico di osservare i nostri politici che si accapigliano!

ciaooo
Sere