giovedì 2 aprile 2009

Mi correggo: ebbene sì, mi iscriverò a Facebook (prima o poi)

Lasciamo stare la povera April Fish, chiaramente non sono io ma o una americana di Dallas con dei genitori perfidissimi ed un sacco di amici vippissimi o un burlone geek in crisi creativa. Chiunque sia, spero non me ne voglia per aver utilizzato il suo profilo fb per partecipare all'ondata di scherzi che ha travolto tanto la blogosfera locale quanto la rete e la stampa.

Certo che mi iscriverò a Facebook, non ho una personalità così autarchica da resistere a lungo alle lusinghe della fratellanza 2.0! Anzi, a dire il vero sto già smuficchiando e studiando il nemico: se non puoi batterli, non resta che alleartici, no?

Intanto però approfitto di questi ultimi giorni per badurlarmi con i pochi altri renitenti alla grande ammucchiata virtuale e continuare a sfottere un po' i Facebookmaniacs!



Anche io Facebookkerò, prima o poi... state tonnati! ;)

8 commenti:

maddeche ha detto...

pensaci bene prima di fare il Grande Passo

non puoi cancellarti, sarai perseguitata dai desolanti gruppi di Quilly e Vercellik e qualsiasi cosa divertente vorrai fare ti chiederà di installare un'applicazione o l'accesso ai tuoi dati

io lo uso per spiare i miei 40 amici e per sputtanarli a dovere in un maxi post che pubblicherò a giugno 2009

The Judgment Day...

quilly ha detto...

Sto pensando di cancellarmi definitivamente dato che mi hanno bannato alcuni post.......

non cliccare qui ha detto...

doomsday not judgement day!

io, in quanto me e le mie personalità, mi sono iscritto su facebook anno scorso solo per spiare una mia compagna di classe, poi unica cosa che mi sprona a tornare e tornare è la possibilità di fare i test assurdi tipo: quanto sei cittadino di Frìttole, come ti suiciderai, sei gay inconscio scopri se ti accetterai mai... e così via.

Belle esperienze culturali, certo, ma anche leggermente passantempi del caxxo...

purtroppo, come ben dice Piaga, da facebook come dalla spectre c'è un solo modo per uscire...

V ha detto...

Come ogni mezzo, Facebook è un qualcosa in cui ci si può riscoprire "vittime", o "carnefici": può coinvolgerti eccessivamente, o risultare un utile strumento di contatto/propaganda.

Tutto sta al "pilota" del suddetto mezzo: se non ci si sente pronti, se non si ha ancora la patente, c'è sempre l'autobus... senza per forza criticare (diciamolo, sterilmente) chi va in auto.

Serola ha detto...

@ Maddechè: se non ho capito male, non è che non ci si possa cancellare. Il problema è che tutto quello che è stato inserito resta nei loro archivi, e non si sa mai che fine farà. L'importante quindi è esserne consapevoli ed usarlo in modo accorto. E poi voglio assolutamente far parte del tuo dossier, giugno o non giugno!!! Cavolo, essere uno fra 40 contatti di una persona ha tutto un altro valore che uno fra 400, no? ;)

@ Quilly: ma dici davvero? mi dispiace, pensavo fosse un pesce d'aprile. Questo riporta in primo piano il discorso di chi (nel misterioso gotha dei gestori di fb) decida cosa censurare e in base a quali parametri, considerando che permettono di aprire gruppi orripilanti in favore, per esempio, della mafia e dello stupro, e invece bannano semplici post di critica politica o le immagini delle donne che allattano al seno... Ma chi c'è dietro FB? HAL 9000??

@ Vercellik: ormai dovresti (dovreste) aver capito che cazzeggiare mi piace assai... peccato che mi dicono che per fare i vari giochini idioti si debbano fornire un sacco di informazioni personali :\

@ V: sono d'accordo, ogni mezzo può essere buono o cattivo a seconda dell'uso che se ne fa. Però permettimi di guardare con un pizzico di sospetto un mezzo in cui l'utente ha pochissimo controllo, tutto qui. E comunque la mia non è una critica inesorabile a chi usa fb, è solo un pretesto per fare della (forse facile) ironia. Spero nessuno/a se la prenda se lo/la sfotto un po' ;)

Ciao a tutti e grazie per i commenti.
Sere

Daniele S ha detto...

@ maddeche: c'è la soluzione semplice, ignorare tutto.
L'unica cosa a cui non ho potuto oppormi però era il gruppo fan del mitico, celeberrimo, antisonante e pseudo-chic "The velvet plaugue" rock band (a proposito, è "plaugue" o "plaugues", che è ben diverso...)

Puccia de' Puccis ha detto...

Dà retta: non ti iscrivere, è solo una perdita di tempo!

Serola ha detto...

chi vi dice che io, subdolamente, non stia già esplorando le funzionalità del nemico?? ;)