sabato 14 febbraio 2009

L'essenziale è invisibile agli occhi

"Chi sei?" domandò il piccolo principe, "sei molto carino... "
"Sono una volpe", disse la volpe.
"Vieni a giocare con me", le propose il piccolo principe, "sono così triste... "
"Non posso giocare con te", disse la volpe, "non sono addomesticata".
"Ah! scusa", fece il piccolo principe. Ma dopo un momento di riflessione soggiunse: "Che cosa vuol dire "addomesticare"?"
(...)
"È una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami...
"Creare dei legami?"
"Certo", disse la volpe. "Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l'uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo. (...) se tu mi addomestichi, la mia vita sarà illuminata. Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi fanno nascondere sotto terra. Il tuo, mi farà uscire dalla tana, come una musica. E poi, guarda! Vedi, laggiù in fondo, dei campi di grano? Io non mangio il pane e il grano, per me è inutile. I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo è triste! Ma tu hai dei capelli color dell'oro. Allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano, che è dorato, mi farà pensare a te. E amerò il rumore del vento nel grano... "
La volpe tacque e guardò a lungo il piccolo principe: "Per favore... addomesticami", disse.
"Volentieri", disse il piccolo principe, "ma non ho molto tempo, però. Ho da scoprire degli amici, e da conoscere molte cose".
"Non ci conoscono che le cose che si addomesticano", disse la volpe. "Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno più amici. Se tu vuoi un amico addomesticami!"
"Che cosa bisogna fare?" domandò il piccolo principe.
"Bisogna essere molto pazienti", rispose la volpe.
(...)
Così il piccolo principe addomesticò la volpe.
E quando l'ora della partenza fu vicina:
"Ah!" disse la volpe, "... piangerò".
"La colpa è tua", disse il piccolo principe, "io, non ti volevo far del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi... "
"È vero", disse la volpe.
"Ma piangerai!" disse il piccolo principe.
"È certo", disse la volpe.
"Ma allora che ci guadagni?"
"Ci guadagno", disse la volpe, "il colore del grano".
(...)
"Addio", disse.
"Addio", disse la volpe. "Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi".
"L'essenziale è invisibile agli occhi", ripeté il piccolo principe, per ricordarselo.
"È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante".
"È il tempo che ho perduto per la mia rosa... " sussurrò il piccolo principe per ricordarselo.
"Gli uomini hanno dimenticato questa verità. Ma tu non la devi dimenticare. Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa... "
"Io sono responsabile della mia rosa... " ripeté il piccolo principe per ricordarselo.
(A. de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe)

Dedicato a tutti coloro che, pur conoscendo le conseguenze, si sono lasciati addomesticare; a tutti coloro che dedicano tempo prezioso ad un'altra persona; a tutti coloro che conoscono un rumore di passi diverso da tutti gli altri, a coloro che ancora lo aspettano, a coloro che ne conservano il ricordo nel cuore. A tutti coloro che accettano l'onere e l'onore di farsi responsabili della felicità di un'altra persona, ed a tutti coloro che riconoscono il valore dei legami, anche quelli spezzati. A tutti coloro che sanno amare (l'amato/a, gli amici, un'idea), auguro di non avere mai paura di cercare ciò che è invisibile agli occhi.


4 commenti:

CLCDN ha detto...

L'essenziale è invisibile agli occhi, lo dico sempre anche io quando vedo donne belle e vestite in giro.

CLCDN (Comitato Libera Circolazione Donne Nude)

Poccia de' Pocce ha detto...

scusate, è su questo blog che inizia il corso di Geografia Creativa 2009?

AttaccaBottoni ha detto...

Pourtant quelqu'un m'a dit que
Attaccabottoni existe
C'est quelqu'un qui m'a dit que
Attaccabottoni existe
Serait-ce possible alors?

On dit que le memoire se moque bien de nous
Qu'il ne nous donne de la grammaire, pour la oublier de tout
Paraît que la rule juste est à portée de main
Alors on tend la main et on se retrouve fou

Pourtant quelqu'un m'a dit que
Attaccabottoni existe
C'est quelqu'un qui m'a dit que
Attaccabottoni existe
Serait-ce possible alors?

Serola ha detto...

Ciao Andrea, mi mancavi, sto blog era così desolatamente deserto senza i tuoi commenti! ;)
Poi ricambio sul tuo...

Sto lavorando per te, ma non posso ancora pubblicare il post perchè la tecnologia m'ha tradito, maledetto scanner...

Stasera vedo se posso risolvere in maniera artigianale!

Bye
Sere