giovedì 19 febbraio 2009

PicaZZate ed altre amenità!

C'è chi le chiama Backgammoniadi, chi le chiama XXX-iadi (visto che solitamente si gioca a tutto fuorché a Backgammon), chi le chiama Riunioni...

Sì, i nostri incontri fra bloggers sono tutto questo, ma anche molto molto di più!

Ieri per esempio c'è stata una prima luuuunga parte densa di pathos, quando uno dei giocatori ci ha dimostrato che optare per la parola a poker non vuol dire passare il turno agli altri giocatori (riservandosi di scegliere se puntare solo alla fine). No! Vuol dire letteralmente prendere la parola e stordire gli avversari con funamboliche discettazioni sul compagno Ezov, la semantica del lavoro, lo spessore del contributo delle stagiste tedesche, l'evoluzione del concetto di seno (e tetta) nell'estetica occidentale ed innumerevoli altri collegamenti e digressioni che Pindaro in confronto era un novellino, al punto che gli avversari si ritrovano talmente frastornati da rilanciare contro le proprie stesse puntate senza nemmeno ricordarsi di cambiare le carte...
Insomma, più che un divide et impera, era un affabula e confondi!
Alla fine, vinti da tanto eloquio, abbiamo puntato tutto in un epico e catartico all-in finale...
Per la cronaca, ha vinto Vercellik!

A questo punto, la tensione agonistica si è unita ad un insospettabile furore creativo e ci siamo buttati su un nostro vecchio cavallo di battaglia: Pictionary. E veramente anche stavolta posso dire di aver visto (e disegnato) cose talmente misteriose ed ermetiche che rasentano l'occulto! Nel senso che, subito dopo essere state disegnate, analizzate, ampiamente dibattute (e spesso derise fino alle convulsioni), certe prove d'autore andrebbero subito occultate in maniera definitiva, come ha fatto Seldon per il suo felino preistorico, la crudele Panterosaura!

Non so se il mondo è pronto per queste creazioni, ma a mio parere la Panterosaura avrebbe meritato di essere rivelata a tutti... In compenso, sono riuscita a sgraffignare alcune delle opere più avanguardiste che mi appresto a pubblicare qui, per ordine del vincitore (sempre Vercellik, che quindi si è aggiudicato il prestigiosissimo Quillino 2009, opera di Laura, tutto dorato e tempestato di preziosissimi intarsi che Klimt sarebbe skiattato d'invidia. PS: il manufatto è temporaneamente custodito presso la sede dell'ECO Senigallia, i visitatori sono pregati di affrettarsi perchè ho la ferma intenzione di impossessarmene alla prossima xxx-iade!).

Un avvertimento: ben due scanner oggi si sono rifiutati di scansionare queste immagini, credo sia un monito delle forze supreme... ma più di esse temo le ritorsioni di Vercellik per cui le ho fotografate alla meno peggio e le schiaffo qui: a voi passanti l'arduo compito di interpretarle. Noi, incredibilmente, ci siamo riusciti!

Per la categoria Persone/Luoghi/Animali

Per la categoria Sfida (o sfiga... o forse sevizia sugli animali)

Per la categoria capolavori assoluti e collaborazioni artistiche


A chi indovina saranno rivelati in premio i nomi degli autori!
Buona fortuna!

***
NdA: la mia musa ispiratrice (un nome a caso) mi ha suggerito un paio di ritocchi... fatto!

12 commenti:

La direttrice delle direttrici ha detto...

Voi Vercellik ve lo sorbite solo 2 ore alla settimana, ma io 6 ore tutti i dì... non vi dico altro.

Leti

Anonimo ha detto...

Grazie Sere, non ero ancora riuscita a comprendere perchè avessi perso il quillino e perchè avessi della serata solo un ricordo vago e indefinito.
Come disse Carducci:"chi è capace di dire con 20 parole quello che può essere detto in 10 è pure capace di tutte le altre cattiverie"

Laura

PS per amore della correttezza devo dire che il quillino non è opera mio, non perchè non ne vorrei avere il merito, anzi, ma io l'ho solo reso glamour coi rubini. l'opera è di Cristina del grande fratello

Anonimo ha detto...

Dimenticavo...anche se Seldon ci ha privato della sauro-papera (perchè per me era decisamente una papera)-pantera sappia che il ricordo rimarrà vivo nei nostri cuori.

eppoi aiutino: so di lasciarvi tutti spiazzati, ma il primo non è un uomo che puzza.

Laura

Anonimo ha detto...

Vi informo che la mia sauro-quaglia-pantera sarà presto esposta al M.O.M.A. (Museo Operaio delle Mostruosità Assortite), qunidi per una questione di diritti d'autore non posso pubblicarla su questo blog.

Lorenzo

Anonimo ha detto...

Grazie Serena, questo articolo rende giustizia all'importanza dell'evento che si è consumato e alla portata delle opere che ne sono derivate.
Certo, tutte meriterebbero una menzione, ma la mia preferita, lasciamelo dire, è senz'altro il messicano che "entra" in siesta mentre è ancora in piedi... lo so... è un suggerimento troppo esplicito per individuare una di queste opere, ma secondo bisognava rendere giustizia all'artista che ha "colto l'attimo" e disegnato in pochi istanti il momento dell'ingresso alla siesta!!

Marco

Serola ha detto...

Grazie a voi raga, senza le vostre/nostre opere d'arte questo post non sarebbe mai nato! ahahah...
Ma che dite, sarà il caso di mettere le opere all'asta su E-bay?
Magari ci finanziamo l'acquisto di qualche altro gioco di concetto...

@ Marco: se ti sbilanci con altri suggerimenti pubblico anche il tuo disegno apocalittico sulle piogge acide! >:)

@ Leti: sei davvero "lei" o solo l'ennesima mistificazione del vercellico commentatore?

Anonimo ha detto...

Beh... più che su Ebay, direi che una mostra di fine "stagione quillyana" sarebbe il giusto epilogo: opere esposte autografate, nomi degli autori, deplian informativo e... ingresso libero naturalmente...

Io mi presenterò con l'opera: "piogge acide e suoi derivati"... ma so che non avrei speranze se Seldon decidesse di presentare la sua "Pantanatroccola"

Anonimo ha detto...

Bello! mi piace l'idea della mostra!
Chiediamo al palazabumba se ce li espone?
scusate, se espongono le tette che si mandano a quel paese, perchè non esporre i nostri soggetti?
Laura

il Genio (pop group) ha detto...

@ Marco, ora capisco perché faceste fatica a capire, non capiste la mia prospettiva, il massicano non è a 45° bensì e sdrajato a terra con testa appoggiata ad un muro che avrei disegnato di lì a poco... non guardate il secondo disegno, irrimediabilmente compromesso da altri artisti, né erano previsti i pattini, né quel quadrato al centro.

@ Serola, ti pare atté che in 3gg di tempo potesse NON esserci un commento di Vercellik? Ora è quindi ovvio che in uno dei commenti precedenti Vercellik ha assunto un'identità altrui e ne ha abusato.

il Genio (pop group) ha detto...

@ Marco, ora capisco perché faceste fatica a capire, non capiste la mia prospettiva, il massicano non è a 45° bensì e sdrajato a terra con testa appoggiata ad un muro che avrei disegnato di lì a poco... non guardate il secondo disegno, irrimediabilmente compromesso da altri artisti, né erano previsti i pattini, né quel quadrato al centro.

@ Serola, ti pare atté che in 3gg di tempo potesse NON esserci un commento di Vercellik? Ora è quindi ovvio che in uno dei commenti precedenti Vercellik ha assunto un'identità altrui e ne ha abusato.

Anonimo ha detto...

...abbiamo capito...
;)

Serola ha detto...

anfatti... ;)