martedì 10 febbraio 2009

Non volevo...

...proprio non volevo scrivere un post su Eluana, ma poco fa passando davanti alla TV ho intercettato le parole di Bruno Vespa che presentava il tema del suo Porta a Porta odierno, e mi è salita dentro una rabbia irrefrenabile. Basta con questo sciacallaggio mediatico contro una famiglia che ha fatto della dignità e del rispetto la sua ragion di vita per 17 lunghissimi anni di strazio... Basta con le strumentalizzazioni politiche e con gli anatemi religiosi, basta con le accuse orribili mosse a chi ha solo cercato di fare, nel rispetto delle leggi, ciò che riteneva essere la cosa giusta per una persona amata. Basta con questo assolutismo etico che vuole violare la sfera del privato (e cosa c'è di più privato del proprio diritto a vivere, e morire, nel modo ritenuto più degno purchè nel rispetto degli altri) ed imporre i propri parametri morali a tutti, anche contro la normativa vigente. Basta giudizi e condanne senza remore e senza dubbi da chi non la conosceva, non sapeva nulla di lei, e nella maggior parte dei casi non sa neppure cosa significhi per la famiglia assistere giorno per giorno al persistere meramente biologico e forzato di un ricordo intrappolato senza speranza e senza coscienza in un corpo inerte ed impietosamente soggetto ai continui oltraggi dell'immobilità, le piaghe, i sondini, i cateteri... quanto dolore e rinuncia di sé ci sia nell'arrivare a capire ed accettare che la morte è un dono di libertà e dignità per la persona amata, che pure egoisticamente si sarebbe tentati di tenere ancora accanto, anche solo come pura sussistenza corporea vegetativa, per carezzare ancora quel volto, tenerne ancora le mani calde fra le proprie...

Alla famiglia Englaro vanno tutta la mia comprensione, la mia com-passione, e il mio più profondo rispetto per l'enorme coraggio avuto nel cercare di far valere il diritto della figlia (e di tutti) a non subire trattamenti medici non desiderati, invece di staccare semplicemente quel sondino di nascosto e dirle addio senza tanto rumore.

Buonanotte Eluana...


5 commenti:

cittadinoQQ ha detto...

mi associo al tuo pensiero.
solidarietà alla famiglia di Eluana.

Anonimo ha detto...

Dice bene Saviano. Oggi, su la Repubblica.
mariangela

Serola ha detto...

Dice talmente bene che metto il link qui: scusa Beppino

Francesca ha detto...

Puntuale e delicata. Il tuo pensiero è anche il mio.

Vercellix ha detto...

io me ne uscirei con una nuova e benefica iniziativa equa e solidale (più di così)

l'iniziativa si intitola

Adotta un cattolico a distanza

con solo 3 euro al giorno puoi comprargli la costituzione italiani, una collana dei principali scrittori laici e un insegnante di sostegno che lo guiderà nel difficile approccio a questi testi a lui sconosciuti, misteriosi e spesso temuti.

Ricorda: oggi con poco più di quanto costa un caffé e una pasta puoi davvero aiutare una persona meno democratica di te ad entrare da protagonista nel XXI secolo.